Come togliere la puzza dagli accappatoi?

202
come-togliere-puzza-accappatoi

Il momento della doccia è uno dei più importanti della nostra giornata. Dopo ore di lavoro e di stress generale, è l’unica cosa di cui abbiamo bisogno!

In tanti restano in accappatoio per diversi minuti, rilassandosi e prendendosi un attimo di tranquillità, ma vi è mai capitato di avvolgervi in accappatoi che puzzano?

Per un motivo o per un altro, dopo una bella doccia i nostri accappatoi non profumano di buono, anche se sono stati lavati. Perché? Scopriamo insieme come togliere la puzza dagli accappatoi!

Da dove viene la puzza?

Innanzitutto è necessario capire le cause della puzza, così da poter fare più attenzione quando trattiamo gli accappatoi, queste posso essere di vario genere:

  • Non sono ben asciutti: quando si ripongono in armadio accappatoi ancora umidi, l’acqua che resta sui capi genera cattivi odori e coprirà anche il profumo che dovrebbero avere dopo il lavaggio.
  • La lavatrice non è pulita: una mancata pulizia della lavatrice, trasferisce tutto il calcare e i germi che si accumulano sugli accappatoi. Ricordate, quindi, di pulire bene la lavatrice periodicamente.
  • I tubi di scarico sono pieni di calcare e sporco: l’acqua che viene utilizzata in lavatrice passa attraverso i tubi di scarico che possono essere la causa della puzza.
  • Quantità eccessiva di detersivo: se la concentrazione del detersivo è troppo alta, oppure viene utilizzata una quantità eccessiva, gli accappatoi avranno cattivo odore anche dopo essersi asciugati per bene.

    Questi potrebbero essere i motivi principali, adesso vediamo quale rimedio possiamo attuare in modo da non avere più accappatoi che puzzano!

Aceto

La soluzione principale e maggiormente adottata è l’aceto. Il suo uso diffuso in casa può essere indirizzato anche in lavatrice.

Infatti, molto spesso, quest’ingrediente è il sostituto dell’ammorbidente tradizionale e vedremo insieme che può aiutare anche a risolvere il problema dei cattivi odori. In che modo?

Basterà inserire della vaschetta 250 ml di aceto bianco, magari aggiungendo 5,6 gocce di olio essenziale per profumare. Vi consiglio un lavaggio ad alte temperature.

Bicarbonato

Per potenziare l’azione pulente, il bicarbonato è la scelta giusta. Infatti, in caso di accappatoi bianchi, vi aiuterà anche a sbiancarli e ad eliminare eventuali macchie.

Dovrete seguire il procedimento di cui sopra con l’aceto, poi avviare un secondo lavaggio solo con 125 ml di bicarbonato di sodio. Vedrete che dopo il risultato non vi lascerà delusi!

Succo di limone

Questa è una valida alternativa all’aceto, in caso non ne gradiate l’odore. Ricordo, tuttavia, che l’odore dell’aceto va via dopo poco tempo, oppure non viene annullato in caso usiate anche oli essenziali.

Ad ogni modo, potete avviare un lavaggio ad alte temperature inserendo 125 ml di succo di limone nella vaschetta della lavatrice.

Le proprietà contenute nel limone, infatti, puliranno e sgrasseranno allo stesso modo gli accappatoi ed elimineranno il cattivo odore.

Lavaggio a mano

Nel caso in cui non vogliate passare direttamente al lavaggio in lavatrice, vi consiglio di mettere prima in ammollo gli accappatoi.

Questo rimedio faciliterà la neutralizzazione della puzza, in modo che con il passaggio in lavatrice sarete sicuri di ottenere il risultato atteso.

Un ottimo rimedio per mettere in ammollo l’accappatoio è riempire una bacinella o una vasca con acqua calda e aggiungere 3 o 4 cucchiai di Sapone di Marsiglia liquido o a scaglie.

Se il cattivo odore è particolarmente persistente, potete anche strofinare la saponetta direttamente su tutti gli accappatoi e dopo metterle in acqua.

Lasciatele per una o due ore, sciacquate e strizzate e poi se necessario procedete con i lavaggi in lavatrice sopra descritti.