Come viaggiare e dove andare in vacanza con i bambini?

15
viaggio bambini

viaggio bambiniPer una vacanza in famiglia, con i bambini al seguito, una cosa che non deve mai mancare in valigia è la curiosità. Qualcosa che per un adulto può essere liquidato frettolosamente, per un bambino può essere un’occasione per perdersi a giocare molte ore.

Non esiste oramai nessun luogo di vacanza non accessibile anche a dei bambini. Ovunque sono stati creati spazi appositi dedicati a loro. Gli stabilimenti termali hanno ideato dei veri e propri acqua park per intrattenere adulti e bambini:

Alle terme con i bambini

  • Al Villaggio della Salute più (Bo) c’è l’Acqua Park della salute, il più grande in Europa con i suoi 52 ettari di estensione: si sviluppa su tre grandi temi per permettere a tutti di godere dell’incantevole e salutare vallata del Sillaro, con aquapark termale, acquapark scivoli e acquapark sport
  • Il Parco Acquatico di Grado (Go) si trova direttamente sulla spiaggia principale, circondato dal verde, ed è una vera e propria sorgente di benessere. Grande piscina con acqua di mare, idromassaggi e getti a cascata per tonificare il corpo, trampolini, scivolo ad acqua, giochi per bambini e bar con sedili “subacquei”, per sorseggiare la propria bibita preferita restando in acqua
  • All’uscita di Koper Capodistria in Slovenia, direttamente sul mare c’è l’Acqua Park Žusterna. Questo è uno dei più grandi centri termali in Slovenia.

Divertimento alle cascate naturali di Saturnia

Capitolo a parte, perché completamente naturali, sono invece le Cascate del Mulino ( o del Gorello ) di Saturnia (Gr) che non sono a pagamento, ma di libero accesso e si trovano a circa 2 km dal borgo di Saturnia. Un dislivello crea una cascata che lambisce un antico mulino e forma a sua volta una serie di piscine naturali scavate nella roccia. Qui i bambini impazziranno tra cascate naturali, fiumiciattoli e sorgenti.

Queste cascate si trovano in aperta campagna ma sono facili da individuare. Sul lato sinistro della strada si apre un panorama che vi consente già in lontananza di ammirare le cascate di Saturnia in tutta la loro bellezza, resa ancora più suggestiva, dalla nuvola di vapore che perennemente accompagna questo luogo incantato.

Immergersi nell‘acqua calda delle piscine naturali è un vero piacere anche nei mesi più freddi dell’anno, durante i quali però, vi consigliamo di tenere l’accappatoio non troppo lontano per coprirvi alla svelta appena uscite dall’acqua calda. Se andate di notte vi sarà utile una torcia, inoltre ricordatevi che si tratta di un luogo naturale in aperta campagna quindi non troverete bagni nè spogliatoi. È invece presente un parcheggio gratuito.

Viaggiare coi bambini

Ecco alcune istruzioni per l’uso se dovete viaggiare con i bambini spostandovi in macchina o in aereo. Se si viaggia in auto o in aereo con i bambini, qualsiasi sia la meta, l’importante è fargli scaricare le energie prima di partire. Non scordatevi giocattoli, libri, fogli di carta, penne e colori. Avere sempre con sè: salviettine rinfrescanti, fazzolettini e un sacchettino per l´immondizia. Inoltre procuratevi una guida, sulla vostra meta, per i piccoli, che abbia tante immagini e foto. Ne sarà rapito.

Coi bimbi in aereo

In aereo fate sedere il bambino vicino al finestrino ( chiedetelo in fase di emissione dei biglietti ). Sarà sicuramente il suo posto preferito. Inoltre chiedete almeno 48 ore prima della partenza, il menù apposito per i piccoli, che molte compagnie aeree prevedono e che una volta a bordo non sarà più possibile richiedere.

Ricordatevi che le compagnie a basso costo non forniscono gratuitamente il pranzo, per cui portatevi sempre qualche spuntino goloso da mangiare. Un imprevisto può sempre verificarsi per i piccoli ( anche una bibita rovesciata ) per cui portatevi dietro un cambio (questo vale anche per gli adulti, nel caso il bagaglio non arrivi a destinazione…insieme a voi).

Coi bimbi in automobile

Se viaggiate in auto d’estate, fatelo in orari non troppo caldi. Portate con voi sempre dell´acqua, delle bibite e degli snack ( frutta già pelata, cracker, biscotti ). Prevedete spesso di fare delle pause in modo che i bambini possano scaricare le loro energie e andare al bagno.

D’estate non dimenticate di procurarvi delle tendine parasole per proteggere i più piccoli e un ripiano “tavolino” per disegnare ( ne esistono tanti di appositi per viaggiare ). Se i bambini sanno già leggere nominateli “navigatori” date loro un atlante o una cartina e un evidenziatore in modo che possano seguire da soli la strada da percorrere.

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.