Cosa bere in dieta?Le calorie di bibite gassate, succhi e alcolici.

3615
calorie bibite

Oltre al cibo è fondamentale assumere quotidianamente un quantitativo d’acqua per compensare le perdite dovute alla sudorazione,all’urina e alle feci. Il fabbisogno minimo d’acqua in un individuo con attività fisica normale,di medio peso è di 1-1,5 litri e,durante il periodo estivo,anche due litri al giorno.
Tale bisogno aumenta immediatamente con la maggiore attività fisica.

L’acqua svolge varie funzioni nel corpo umano: scioglie le sostanze nutritive e le trasporta a tutte le cellule,dalle quali riceve le sostanze di rifiuto,poi eliminate,con il sudore,le feci,l’urina; aiuta a mantenere la temperatura corporea attraverso la sudorazione.; favorisce inoltre la digestione ed elimina le tossine dal nostro organismo.

Se non si reintegrano le perdite d’acqua,si provoca la disidratazione,che genera uno stato di debolezza e di scarsa resistenza al lavoro fisico.

Bere durante o lontano dai pasti?

Inoltre l’acqua,che più si adatta ad un corretto regime alimentare,è quella oligominerale naturale ( non frizzante!) che ha un buon effetto diuretico,elimina le scorie e aiuta a regolare numerose attività metaboliche.
Bisogna prestare attenzione anche a quando si beve,infatti è assolutamente sconsigliato bere durante i pasti poichè l’introduzione di liquidi e alimenti comporta una minore masticazione e complica la fase digestiva. Invece è meglio bere lontano dai pasti :due bicchieri di acqua consumati prima dei pasti, danno anche un effetto saziante.

Ricordiamo poi che l’acqua è l’unica bevanda che contiene 0 kcal ed è la più dissetante,ergo deve essere sempre presente nella nostra alimentazione e mai rimpiazzata totalmente da altre bevande.
Ma se,in certi casi,consumiamo altre bevande è opportuno stare attenti a non scegliere le bevande sbagliate. Qui analizzeremo le principali.

Come scegliere la giusta bevanda

Il può essere una buona bevanda alternativa, infatti è quasi privo di calorie e può essere consumato con una certa libertà. Contiene anche sostanze che ostacolano l’assimilazione dei grassi. Ma si deve aggiungere poco zucchero!

Anche le bibite light,con dolcificanti non calorici,contengono poche calorie:ad esempio tra una lattina di coca-cola(125 kcal) e una coca-cola light(neppure 1) c’è molta differenza,ma si consiglia di consumarle comunque con moderazione.

Sono pessime invece le bevande dolci e gassate,infatti contengono molti zuccheri e non sono per nulla dissetanti,ma spingono a bere ancora,gonfiano lo stomaco e,se assunte a stomaco vuoto,danneggiano l’organismo.

Sicuramente da evitare sono anche i succhi di frutta,che contengono zuccheri naturali e aggiunti,e sono considerati quasi dei pasti liquidi per il loro contenuto calorico,salino e vitaminico!

Per quanto riguarda gli alcolici a bassa gradazione(vino e birra) essi non devono necessariamente essere eliminati dai pasti,mentre fuori dai pasti sono banditi. Oltre a non essere dissetante,l’alcool è molto calorico e diventa grasso nel nostro organismo. Inoltre i superalcolici,assolutamente banditi,danneggiano il fegato e il metabolismo oltre al sistema nervoso.

Le calorie delle principali bevande a cosa corrispondono?

Spesso parlando di calorie non si riesce a quantificare, in termini di quantità di cibo, a cosa corrispondono e questo ci porta a sottovalutare l’apporto calorico di una birra o di una coca-cola.

Ecco una tabella riassuntiva che mette in relazione le calorie delle principali bibite con quelle di alcuni alimenti:

  • Coca-cola da 33 cl= 100 g di pasta integrale cotta(125kcal)
  • Sprite,aranciata da 40 cl =100 g di abbacchio(160kcal)
  • Succo di frutta zuccherato da 25 cl =100 g di pesce spada(120kcal)
  • Vodka da 15 cl = 130 g di pane comune(360kcal)
  • Pina colada da 40 cl = 350 g di pizza margherita(948kcal)
  • Vino da 50 cl=90 g di panettone(320kcal)
  • Birra a media gradazione da 50 cl= 70 g di gorgonzola (225kcal)