Differenze tra congelare e surgelare i cibi e gli alimenti

50
piselli_surgelati congelati

Quale è la differenza tra congelare o surgelare i cibi: spesso queste due parole si usano in maniera simile ma nascondono processi di conservazione totalmente diversi.

Ormai i piatti pronti surgelati, o le scorte dateci dalla mamma, ci fanno risparmiare tempo e fatica e permettono di gustare alimenti particolari durante tutto l’arco dell’anno.

Capiamo bene però quali elemenit caratterizzano queste due metodologie di conservazione.

Surgelato o Congelato?

  • Surgelare un alimento è possibile solamente a livello industriale con l’utilizzo di apparecchiature, mentre congelare un cibo lo si può fare anche a casa
  • la surgelazione è molto rapida e abbatte la temperatura fino a -80° centigradi ed è regolata dalla legge. La congelazione si può fare nel freezer di casa propria.
  • Surgelando un alimento si vengono a formare dei cristalli di ghiaccio di dimensioni piccolissime, mentre sono molto più grandi nel caso di congelamento e di conseguenza, quando si passa a temperature normali,nel congelamento viene persa molta più acqua e sostanze nutritive.
  • L’aspetto di un prodotto prima surgelato è molto più simile al prodotto fresco rispetto alo stesso prodotto congelato

Utilizzo di un prodotto Surgelato

Un alimento surgelato va direttamente cotto, fritto o bollito senza lasciarlo fuori dal freezer. al limite è possibile scongelarlo nel frigorifero di casa per evitare la proliferazione di microorganismi. Durante tutto il ciclo del prodotto infatti, per far rimanere integre le condizioni, non viene mai interrotta la cosiddetta “catena del freddo“. I prodotti surgelati come carne e pesce, se si recupera l’acqua di surgelazione, non perdono proprietà nutritive.

Utilizzo di un prodotto Congelato

Si possono congelare praticamente tutti gli alimenti, compresi piatti già pronti e cotti, tenendo presente che per ogni tipo di cibo c’è un limite di tempo di conservazione diverso, oltre il quale la congelazione comporta un’eccessiva perdita di sostanze nutritive.Per quanto riguarda i prodotti che vanno consumati crudi, possono essere lasciati a scongelare in frigorifero; La carne scongelata in frigo può essere conservata per massimo due o tre giorni; il pesce non deve mai essere consumato oltre uno o due giorni di permanenza in frigorifero

Conservazione in frigo. I materiali

E’ fondamentale la scelta dell’imballaggio utilizzato per riporre i cibi nel freezer, dando la preferenza all’alluminio, plastica o vetro. Occhio all’aumentare del volume dell’acqua in fase di congelazione, che può provocare la rottura di una confezione troppo stretta! Inoltre non inserire nel congelatore piatti ancora caldi, che potrebbero compromettere la temperatura interna

  • Plastica: molto adatta e versatile
  • Vetro:  molto adatto ma più costoso e meno pratico
  • Alluminio: molto adatto e versatile
  • Carta e Cartone: non sono impermeabili e non proteggono quindi da perdite di vapore e umidità
  • Carta Oleata: come carta e cartone