Dolori lombari

95
dolori lombari

I dolori lombari o lombalgia è un fastidio più o meno acuto che colpisce la zona bassa della schiena. Comunemente la lombalgia viene definita “mal di reni” in quanto interessa la zona circostante a questi organi, anche se nella maggior parte dei casi il dolore non dipende da essi ma è solo muscolare.

I dolori lombari possono essere passeggeri oppure incrementarsi nel corso del tempo. E’ importante non allarmarsi, ma se la situazione non dovesse migliorare si consiglia un consulto medico per una diagnosi accurata e la successiva terapia adatta. Scopriamo le cause dei dolori lombari, i sintomi e soprattutto quali rimedi naturali e non vengono consigliati per alleviare i disturbi.

Cause dei dolori lombari

La lombalgia può colpire tutti, indipendentemente da sesso ed età, anche se i più colpiti sono gli adulti. Erroneamente si pensa che la causa principale del dolore lombare sia la sedentarietà e la pigrizia oppure possa essere scaturito esclusivamente da traumi improvvisi e incidenti. In realtà non è così o meglio non dipende solo da questo. La lombalgia ha diverse cause, è un disturbo che coinvolge tanti aspetti della nostra vita:

  • postura scorretta (causa più frequente)
  • sedentarietà
  • mancanza di movimento
  • debolezza muscolare
  • riduzione della mobilità articolare
  • obesità e sovrappeso
  • scarsa idratazione
  • fumo e alcol
  • sindrome del piriforme (il muscolo dell’equilibrio della schiena)
  • errato appoggio plantare
  • lavori troppo pesanti (muratori, scaricatori di porto, etc)
  • lavori troppo sedentari (segretraie d’ufficio, lavori al pc, professori etc)
  • artrosi e osteoporosi
  • fratture vertebrali
  • ernia del disco
  • colpo della strega
  • fattori emotivi: stress, ansia e depressione

Questo elenco non è esaustivo, la lombalgia potrebbe essere scatenata anche da altri fattori (magari meno diffusi e conosciuti) oppure dall’azione combinata di più cause. I principali fattori di rischio dei dolori lombari sono comunque da ricercare in questi precedentemente elencati. E’ importante tener presente che è sulla sedentarietà che bisogna concentrarsi, perchè il più delle volte la lombalgia predilige le persone che hanno uno stile di vita poco dinamico.

Nei soggetti con uno stile di vita abbastanza statico i dolori lombari possono addirittura essere accompagnati da dolori cervicali (o cervicalgia), forti emicranie e dolori al collo. Come distinguere i dolori lombari? Quali sintomi si avvertono e come si evolvono?

Sintomi dei dolori lombari

E’ bene precisare che la lombalgia deve essere diagnosticata in tempi brevi per evitare che diventi acuta e limitare drasticamente la qualità della vita delle persone. I sintomi che ci indicano che siamo in presenza della lombalgia sono abbastanza comuni a tutti:

  • dolore nella parte bassa della schiena
  • dolore nella zona lombare
  • fastidio ai glutei
  • tensioni e dolori alle gambe
  • dolore nella zona dorsale
  • dolore nella zona sacrale

Spesso a questi sintomi si aggiungono anche dolore ai piedi e tensioni alle spalle. La lombalgia interessa un solo lato della zona lombare, quando i sintomi interessano entrambi gli arti inferiori si è di fronte ad una lombosciatalgia ( quando ai sintomi della lombalgia si aggiungono quelli della sciatica). La lombalgia si presenta in forma lieve o acuta, nell’ultimo caso è necessario rivolgersi subito ad uno specialista.

Diagnosi e cure per i dolori lombari

A chi rivolgersi per i dolori lombari? Per affrontare di petto la situazione ed evitare che possa peggiorare è consigliabile rivolgersi a medici specialisti del settore per la lombalgia:

  1. ortopedico
  2. fisiatra
  3. neurochirurgo

In base alla diagnosi, lo specialista prescriverà la terapia più adatta in base alla gravità del problema. Tra i principali trattamenti per la cura dei dolori lombari troviamo:

  • farmaci antinfiammatori, miorilassanti, antidolorifici o cortisone
  • ginnastica posturale
  • manipolazioni fisioterapiche
  • massoterapia
  • terapie elettromedicali (tecar, tens, laser)
  • operazione chirurgica (nei casi limite) con successiva riabilitazione

Nella maggior parte dei casi le terapie prescritte riguardano farmaci, ginnastica posturale ed esercizi fisici mirati al problema come: stretching, esercizi di respirazione, esercizi con il diaframma, esercizi per potenziare i muscoli e cercare di non rimanere troppo seduti (potrebbe comprimere troppo il nervo sciatico e peggiorare la situazione) e camminare spesso.

Rimedi professionali alternativi per i dolori lombari

In alcuni casi, i pazienti vengono indirizzati da esperti o scelgono autonomamente di rivolgersi alla medicina alternativa. Prima di prendere iniziative valutate i pro e i contro e documentatevi su quale terapia sia davvero efficace per il caso personale. Tra i rimedi professionali alternativi troviamo:

  • omeopatia
  • kinesiologia 
  • agopuntura
  • massaggi shatsu
  • trattamenti olistici
  • riflessologia planare e integrale

Consigli pratici per i dolori lombari

E’ importante non dimenticare di migliorare il proprio stile di vita e cambiare eventuali abitudini sbagliate. Migliorare la qualità della propria vita significa migliorare anche i dolori lombari. Tra i rimedi “naturali” di automedicazione:

  • piccoli movimenti (alternando sedute, sdraiate e camminate)
  • bere acqua a volontà
  • massaggiare spesso al zona lombare
  • condurre una vita senza stress
  • seguire una dieta sana e bilanciata

Per qualsiasi dubbio non esitate a contattare il medico ed evitate trattamenti fai-da-te che potrebbero peggiorare la situazione (come tante credenze popolari senza basi scientifiche).