Come prevenire i mali da smartphone

74
donna smartphone cellulare

Taggare e aggiornare lo stato su Facebook, twittare e mandare messaggi chat su WhatApp rappresenta la normalità per chi usa (la minoranza è chi non lo fa) tablet e smartphone ma questi gesti ripetuti quotidianamente, nel lungo periodo, possono portare conseguenze sulla salute in termini di dolori che si manifestano a causa della cattiva postura che si è portati ad assumere.

Sono soprattutto mani, polso, collo e schiena a patire maggiormente di un abuso e un uso scorretto dei dispositivi touch screen,a seguito di posizioni sbagliate assunte e tra le principali cause dei dolori da smartphone.

Tenere appoggiato a lungo il telefono sulla spalla, fermandolo con la guancia per mantenerlo in un precario equilibrio (attenzione a mettere sempre il blocco dello schermo per non far danni) a lungo andare può danneggiare la muscolatura del collo con i muscoli che possono risultare indolenziti per la posizione assunta, soprattutto se a lungo tempo; nei casi più gravi si può verificare anche un dislivello tra le spalle con una (quella su cui si appoggia il telefono) che risulterà più alta dell’altra.

Questa abitudine diffusa allo scopo di tenere le mani libere per scrivere appunti e lavorare al pc o per portare oggetti (ad esempio buste della spesa) nel tempo libero può essere sostituita dall’uso dell’auricolare o del vivavoce.

L’uso di tablet e smartphone porta ad essere spesso con il capo chino verso lo schermo del dispositivo, sia da seduti che camminando (con rischio di urti in strada), sia che si regge in mano che se lo si tiene appoggiato sulle ginocchia (soprattutto il tablet). Questa posizione curva, così come la precedente, ha ripercussioni su collo e cervicale, esercitando un peso sulla muscolatura che varia a seconda dei gradi di inclinazione che si assumono.

Stando alle ricerche della  New York Spine Surgery and Rehabilitation Medicine tenere il capo chino sullo schermo dello smartphone ha gli stessi effetti dell’avere un peso sulle vertebre cervicali: un’inclinazione della testa con un angolo di 30° è pari a un peso di 18 kg, a 45° la pressione generata è pari a quella di un peso da 22 kg e stare chinati formando un angolo di 60° si sviluppa una pressione pari a 27 kg “sul groppone”.

Per evitare dolori al collo e mal di schiena bisogna sforzarsi di tenere il cellulare quanto più possibile all’altezza degli occhi così da mantenere la testa dritta e le orecchie allineate all’altezza delle spalle; se si utilizza il tablet e dispositivi con lo schermo più grande piuttosto che tenerli appoggiati sulle ginocchia per riuscire a tenere schiena e spalle dritte è bene appoggiarli su un tavolo.

Dopo collo e schiena ad essere fortemente sollecitati dall’uso dello smartphone si trovano mani e polso a rischio dolori e tendiniti causate soprattutto da due fattori: ripetitività dei movimenti e posizione assunta mantenendo lo smartphone sul palmo di una mano rivolto verso l’alto. Per evitare che la continua torsione crei danni e dolori e muscolatura e legamenti il miglior consiglio è di limitarne l’utilizzo o comunque fare lunghe pause durante le quali eseguire degli esercizi per mobilizzare e dita e polso.