Fermenti lattici vaginali

10.453 views
bruciore vaginale

I fermenti lattici vaginali sono una particolare classe di integratori usata per contrastare problemi legati al tratto vaginale, all’apparato riproduttivo e sessuale femminile. La vagina è un organo che può essere colpito da diverse irritazioni e infiammazioni d carattere batterico o fungino come:

  • streptococco , stafilococco e altri batteri killer
  • parassiti
  • funghi come la candida
  • protozoi
  • clamidia
  • virus genitali come l’herpes genitale

I fermenti lattici sono una soluzione efficace per alleviare i sintomi vaginali e combatterne batteri e virus. Vediamo quali sono i principali fermenti lattici in commercio, come e quando usarli, quali benefici apportano alla vagina e se ci sono controindicazioni nell’applicazione.

Perchè assumere i fermenti lattici vaginali?

La vagina è composta da una complessa flora vaginale ricca di lattobacilli responsabile del giusto equilibrio dell’organo genitale. Alcune situazioni spiacevoli possono mettere a dura prova questo equilibrio precario come:

  • uso di antibiotici
  • cattiva alimentazione (ricca di zuccheri)
  • variazioni ormonali
  • diabete
  • uso di assorbenti aggressivi
  • applicazione di detergenti aggressivi

Anche età adolescenziali e gravidanza possono essere cause di squilibri della flora. Da soli i lattobacilli non riescono a combattere efficacemente tutti i patogeni e parassiti e quindi c’è bisogno di assumere esternamente fermenti lattici per via esterna.

Come assumere i fermenti lattici vaginali

Prima di assumere fermenti lattici per via orale o per via vaginale, è importante seguire delle buone regole di prevenzione allo squilibrio delle cosiddette “zone intime” come:

  • corretta e costante igiene intima (soprattutto prima e dopo un rapporto sessuale e durante il ciclo mestruale)
  • uso di detergenti e saponi non aggressivi e a Ph acido (per mantenere il corretto Ph fisiologico)
  • indossare indumenti non troppo stretti
  • indossare biancheria intima in fibre naturali (es, in cotone)
  • seguire un’alimentazione sana e bilanciata povera di zuccheri
  • condurre uno stile di vita regolare

Oltre queste regole di prevenzione e protezione della flora batterica, l’uso di fermenti lattici può essere utile in caso di proliferazione di patogeni, virus e batteri. Esistono due categorie di fermenti lattici vaginali:

  • per via orale (anche antibiotici per infezioni gravi)
  • per via vaginale sotto forma di capsule da inserire in vagina

Quali fermenti lattici assumere?

Prima di seguire qualsiasi terapia fai-da-te con i fermenti lattici vaginali è consigliabile un consulto con il proprio ginecologico che valuterà la necessità o meno di assumere questi dispositivi medici. Quali fermenti lattici assumere? In commercio ci sono diversi prodotti, la maggior parte con gli stessi eccipienti e principi attivi. Sarà il medico a consigliarvi quello adatto alle vostre problematiche e esigenze. Tra i più diffusi:

  • Normogin
  • Florap
  • Floraplus prebiotici
  • Spasmina Plus
  • Lactoflorene
  • Ag pharma
  • Saugella intilac
  • Prolife lattosio

I fermenti lattici vaginali hanno controindicazioni?

L’equilibrio della flora batterica vaginale (come quella intestinale) è precario, quindi è necessario valutare attentamente con il ginecologo la tipologia di fermenti da assumere o applicare e se è indispensabile per il problema che abbiamo.

In genere i fermenti lattici vaginali non hanno controindicazioni, a parte se si è allergici a uno o più componenti. In ogni caso è possibile avvertire sensazioni di bruciore, irritazioni o prurito se si è intolleranti al prodotto. Consultare lo specialista.