FitBit, il contapassi evoluto per monitorare allenamento e obiettivi

38

Il FitBit è un contapassi molto evoluto in grado di monitorare diversi aspetti della vita quotidiana, come la qualità del sonno e l’attività fisica, valutando anche in modo puntuale i risultati relativi agli obiettivi da raggiungere.

Si tratta di una piccola clip di circa 5-6 cm di lunghezza da appuntare sulla tasca dei jeans, sul bordo superiore del pantalone o sul reggiseno.

Di notte, poi, il FitBit viene fissato ad una fascia di tessuto da indossare attorno al polso, in modo da rendere possibile il monitoraggio dei micromovimenti notturni, preziosi indicatori della qualità del riposo.

Sul display del FitBit compaiono i dati aggiornati relativi alla nostra attività fisica, ovvero i passi compiuti, le calorie consumate e i km percorsi. Il FitBit Ultra, il modello più all’avanguardia, consente anche di conteggiare i gradini saliti o scesi. Ma questi dati di per sé sono poco indicativi: occorre creare un account sul sito web predisposto per poter sfruttare appieno tutte le funzionalità di questo prezioso alleato, uno strumento anni luce lontano dal più complesso dei contapassi in commercio.

Dopo aver creato il proprio account sul sito di FitBit.com si ha finalmente un assaggio di tutto quello che è possibile monitorare, calcolare e tenere sotto controllo. Viene infatti mantenuto uno storico contenente tutte le informazioni utili su alimentazione, sonno ed attività svolte ed è anche possibile tracciare i dati relativi al peso, alla pressione sanguigna e al glucosio. Mantenere aggiornati i dati relativi all’alimentazione è semplice: basta inserire giorno dopo giorno i cibi che si sono consumati e si avrà immediatamente un prospetto delle calorie introdotte, suddivise per nutrienti (carboidrati, proteine, grassi, fibre e sodio).

Sarà possibile quindi verificare con che percentuale ciascuno dei nutrienti è presente nella nostra alimentazione quotidiana e correggere la rotta se, ad esempio, stiamo consumando troppi grassi senza rendercene conto. Fissando le calorie massime da introdurre e ricordandoci di inserire i cibi quotidianamente, potremmo dunque controllare se stiamo introducendo troppe calorie.

Il FitBit consente anche di monitorare la qualità del riposo: ogni giorno potremmo scoprire quanto tempo abbiamo impiegato per addomentarci e quante volte ci siamo svegliati durante la notte, anche se per pochi secondi. E se per una volta dimentichiamo di indossare la fascia con il FitBit appuntato, non c’è problema: è sempre possibile inserire manualmente i dati relativi al sonno (e non solo).

La pagina personale ci permette naturalmente di valutare quanto abbiamo camminato durante la giornata: anche in questo caso si possono fissare dei precisi obiettivi ed impegnarsi per rispettarli. Nel caso di attività fisiche non facilmente riconoscibili dal FitBit, come lo yoga, il pilates o i lavori domestici “statici” quali lo stirare, in cui si cammina e ci si muove relativamente poco, è comunque possibile aggiungere le attività in modo da tracciare il consumo di calorie che andrà sommato a quello calcolato dal Fitbit in base ai nostri passi.

Funzioni avanzate di reportistica ci permettono di fissare obiettivi più complessi e di creare grafici e tabelle riassuntive dei nostri comportamenti in tema di alimentazione e attività motoria. Insomma, il FitBit è uno strumento molto flessibile e adattabile alle nostre necessità personali: può essere usato soltanto come semplice contapassi o unitamente alla pagina web personale, per valutare il sonno o per curare maggiormente l’alimentazione.

Ma dove acquistarlo? Fino a poco tempo fa era disponibile solo negli USA, ma attualmente può essere acquistato da Amazon.co.uk o da Amazon.it al costo di circa 100 euro più spese di spedizione.