Frangia, il must dell’inverno 2013

60

L’abbiamo vista, onnipresente, sulle passerelle già qualche mese fa e, di recente, anche portata dalle dive di Hollywood: è la frangia, il vero must della stagione invernale 2013-2014. Che sia corta o lunga, sfilata o “pesante“, la frangia sarà la protagonista di questo inverno. Perché è sbarazzina, facile da portare e senza stravolgere la pettinatura permette di cambiare il proprio look in poco tempo.

Ovviamente la frangia va scelta in base alla forma e ai lineamenti del viso. Altrettanto importante è curarla: man mano che cresce va accorciata (lo si può fare anche da sole) per fare in modo che mantenga sempre la forma originaria. E, ora, vediamo brevemente quali sono le tipologie di frangia più gettonate e alla moda.

Irregolare e sbarazzina

La frangia effetto spettinato può essere corta fino alle sopracciglia o anche oltre. È senz’altro la frangia più versatile, perché può essere fissata di lato (con gel o molletta) oppure pettinata in avanti. Essendo irregolare va bene solo su chi ha un viso regolare con lineamenti sottili e non marcati. È indicata per chi ama il look bohémien, ma allo stesso tempo curato.

Leggera e sfilata

Questa tipologia di frangia arriva appena alle sopracciglia ed è sfilata sulle punte. Leggera e non pesante, lascia intravedere la fronte. È molto facile da portare e sta bene sia sui volti rotondi sia su quelli ovali.

Cortissima

La frangia cortissima, ideale per i visi rotondi, perché permette di “allungare” il volto verso l’alto, è tagliata due dita sopra le sopracciglia. Fa apparire più ampia una fronte non molto alta e va pettinata con il gel per modellarla a piacimento. Una variante della frangia cortissima è la neo punk, bombata e netta, stile Beth Ditto. Anche in questo caso, è indicata per i visi piccoli, ovali e triangolari. Da evitare se si hanno guance “paffute” e mascelle importanti.

Lunga e irregolare

Supera le sopracciglia ed è portata spettinata. Va bene per tutti i tipi di volto, dona anche ai lineamenti più irregolari. Non è adatta a chi ha occhi piccoli e vicini.

Anni Sessanta

Si tratta di una frangia luna e piena, stile Brigitte Bardot. Indicata per chi ha capelli lisci e viso ovale perché accorcia un po’ il volto. Gli zigomi saranno in primo piano e sembreranno più alti e definiti.

Laterale e irregolare

La frangia laterale, più pratica da portare soprattutto se molto lunga, può essere scelta da chiunque, perché dona a qualsiasi tipologia di viso e sta bene sia sui capelli ricci sia sui capelli lisci o appena mossi.

Piena e corposa

È una frangia dritta, tagliata in modo uniforme, molto amata durante gli anni Settanta. Va bene per i volti ovali e triangolari, con fronte alta e lineamenti regolari.