I balli che fanno dimagrire

135

I nuovi ritmi musicali che allenano i muscoli e caricano il buonumore, arrivano da oltreoceano e stanno conquistando le palestre italiane, come una moda. Chi ama tenersi in forma a ritmo di musica, ha solo l’imbarazzo della scelta. Facciamo una panoramica e scegli il tuo ballo ideale per dimagrire!

Il nome è tutto un programma, bachatango. E’ un ballo ispirato alle tradizioni dei paesi latini, che fonde passi sexy e giocosi delle danze caraibiche, con la sensualità aggressiva del tango. Praticando questo tipo di ballo, acquisti grazia, sicurezza del tuo corpo e nel contempo, alleni i muscoli del bacino.

Ricordiamo che trae solo una lontana ispirazione dal tango, che è invece una vera e propria “cultura”. Il bachatango è una pura invenzione coreografica e nessuno mette in discussione la filosofia del tango argentino, si tratta solo di saper apprezzare le novità nel mondo del ballo.

Il country line o line dance, arriva dal west, prendendo ispirazione dai cowboy. Si balla in gruppo, disposti in linee per formare un rettangolo (da qui deriva il nome country line). Le coreografie sono abbastanza semplici e ripetitive, qui il ritmo trascinante la fa da padrone. La line dance costituisce sicuramente la forma più appariscente e caratteristica della Country Western Dance moderna. Sudi, ti muovi, socializzi e ti diverti.

I gruppi che praticano la country line si prestano spesso anche per l’animazione di feste, questo fa capire quanto il buonumore con questi ritmi possa essere contagioso.

La danza hula fa inevitabilmente pensare a gonnellini di paglia, ukulele e ritmi suadenti. Infatti, deriva dalla danza polinesiana che concentra i movimenti sul bacino, sui piedi e sulle gambe. Si pratica scalzi, per cui è ottima per rendere i piedi molto “mobili”, è ottima per i muscoli delle cosce e per il sedere tonico. Inoltre, questa danza obbliga a una postura corretta perché i suoi movimenti tonificano la muscolatura paravertebrale che sostiene la schiena e quella degli accollatori delle scapole che aiutano a distendere i muscoli pettorali e a sciogliere le rigidità del bacino. Praticando questa danza scalzi, si stimolano inoltre i recettori nervosi che si trovano sotto la pianta del piede, mandano più rapidamente le informazioni posturali al sistema nervoso che le elabora dando una risposta muscolare più armonica e funzionale.

Per emulare le cheerleader americane è nato un vero e proprio ballo: il cheerleading, che prende spunto dalle coreografie americane. Le figure delle supporter dei team Usa sono acrobatiche e richiedono molto allenamento. Con un po’ d’impegno, praticando questo tipo d’allenamento potrai conquistare un corpo elastico.

Per gli appassionati ecco una data da segnarsi in agenda: il 30 giugno 2012 a Riccione si terranno i Campionati Europei di cheerleading.

Il twirling è il classico ballo delle majorettes dove si compiono evoluzioni con il bastone (in acciaio cromato temperato con ai lati due pomelli in gomma). Il significato del vocabolo twirling, che si riferisce al bastone, è letteralmente “far roteare, far girare”, dall’inglese “to twirl”. Ha molte coreografie impegnative, basate su disciplina e impegno costante. E’ considerato un vero e proprio sport, per alcuni aspetti simile alla ginnastica ritmica e artistica. E’ ottimo per la coordinazione motoria, l’equilibrio, la scioltezza articolare, la  resistenza e il ritmo.

Il ballo in generale è divertimento, ma anche allenamento e se praticato con costanza e impegno è ottimo per dimagrire.

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.