I fattori di rischio per la micosi dell’unghia

8.158 views

Come ogni primavera/estate si rifà vivo il problema dell’onicomicosi e ci mettiamo alla ricerca di un rimedio in grado di ridare alle nostre unghie un aspetto sano. Ma ci siamo mai chiesti perchè compare la micosi dell’unghia?

Scoprirne le cause aiuta ad effettuare una giusta prevenzione e dai risultati dell’indagine epidemiologica ONO (Osservatorio Nazionale sulle Onicomicosi) presentata a Milano dalla Galderma sono 12 i fattori di rischio per lo sviluppo della micosi dell’unghia.

L’indagine  che ha coinvolto 25 medici, tra dermatologi e medici di medicina generale, e un totale di 8.331 soggetti (un campione quanto più rappresentativo possibile) ha preso in considerazione gli aspetti che possono influenzare l’infezione micotica dell’unghia, come ad esempio sesso, età, abitudini e familiarità e i dati raccolti hanno permesso di concludere che i soggetti che hanno sofferto di onicomicosi in passato sono maggiormente a rischio  rispetto a chi non ne ha mai sofferto (46%), così come c’è una certa predisposizione per cui soffrono di micosi con più probabilità i soggetti i cui familiari ne hanno sofferto in passato.

Il diabete è un’ulteriore causa da non sottovalutare, infatti dei soggetti che hanno partecipato all’indagine tra i diabetici il 30,5% presenta la micosi contro il 12,5% dei soggetti non diabetici.

Praticare attività sportiva o indossare scarpe scomode sono alcuni dei fattori comportamentali presi in considerazioni dallo studio promosso da Galderma: lo sport, elemento consigliato per una vita sana, deve però essere praticato con la dovuta attenzione alle norme igieniche altrimenti può favorire l’insorgenza della micosi, infatti se si prende in considerazione la fascia di età in cui i soggetti sono maggiormente propensi a praticare attività sportiva (fino ai 45 anni), lo sport risulta essere un elemento che facilita lo sviluppo della patologia.

Riassumendo i 12 fattori di rischio emersi dall’indagine sono:

  1. Onicomicosi avuta in passato
  2. Diabete
  3. Micosi avuta in passato
  4. Alluce valgo
  5. Utilizzo di scarpe scomode
  6. Onicomicosi in uno o più membri della famiglia
  7. Patologie vascolari
  8. Contatto con agenti aggressivi
  9. Acne
  10. Dermatite atopica
  11. Malattie cardiovascolari
  12. Ipertensione

Infine dallo studio sono emersi altri dati importanti, ovvero che nella maggior parte dei casi (oltre l’80%) la diagnosi visiva è stata confermata dall’ esame micologico; che nell’83% dei casi l’onicomicosi colpisce i piedi e, nello specifico, soprattutto il primo e il secondo dito (nelle mani il più colpito è il pollice).