Il bon ton a tavola che ti aiuta a rimanere snella

112
galateo tavola

galateo tavolaRispettare le regole fondamentali del galateo può aiutarti, quando ti trovi seduta a una tavola imbandita, a rimanere snella.

Prima regola in assoluto è sempre e comunque mangiare lentamente, masticando bene. Solo in questo modo attivi un enzima digestivo presente nella saliva, la ptialina, che predigerisce gli amidi, facendoli arrivare nello stomaco parzialmente “lavorati”.

Inoltre, devi sapere che il cervello impiega circa venti minuti a ricevere il segnale di sazietà proveniente dallo stomaco, per cui quando senti la sensazione di essere sazia, in realtà sei già ben oltre questa soglia.

Ecco quindi alcuni suggerimenti per riuscire a mantenere la linea anche al ristorante:

–       Se arrivi in anticipo al ristorante, attendi l’altra persona al di fuori del locale. In ogni caso (vedi temporale) non sederti al tavolo finché il tuo commensale non ti ha raggiunto e soprattutto non ordinare se non in sua presenza.

–       Nell’attesa del servizio, evita di mangiare pane e grissini. Sono solo calorie superflue.

–       La postura deve essere diritta, non tenere le spalle curve e, cosa importante, non appoggiare mai i gomiti sul tavolo (ma solo le mani). Una posizione corretta ti aiuterà anche nella digestione.

–       Non offrire e non accettare cibo, ognuno deve mangiare ciò che ha nel proprio piatto. L’unica eccezione si può fare quando a tavola siete solamente tu e la tua dolce metà.

–       Non pulire il piatto con il pane (dalle mie parti si dice: fare la scarpetta), non farai altro che assimilare molti più grassi, infatti, solitamente nel piatto rimane l’olio della cottura o l’eventuale sugo super calorico.

–       Mangia con calma assaporando ogni boccone e masticando molto a lungo (lo stile ruminante sarebbe perfetto…), favorirai così la digestione.

–       Ogni due/tre bocconi appoggia la forchetta sul piatto e bevi un sorso d’acqua, in questo modo mangerai più lentamente.

–       Non esagerare troppo nelle porzioni, evitando di fare il bis.

–       Evita di salare ulteriormente le pietanze servite in tavola, idem per l’aggiunta di olio.

–       Non parlare mai con la bocca piena, è dannoso per la digestione perché non fai altro che immettere aria nello stomaco, oltre ad non essere un bel vedersi per chi ti sta vicino.

–       Inizia il pranzo o la cena con un’insalata o della frutta, ciò ti riempirà e non sentirai il bisogno di abbuffarti.

–       Gioca con le illusioni ottiche: usa piatti piccoli, ti sentirai sazia con meno cibo.

–       Il vino dovrebbe comparire in tavola solamente dopo la prima portata, poiché l’alcol va assunto a stomaco pieno! L’acqua invece la puoi bere sempre quando vuoi. E ricorda che spesso la sensazione di fame che si percepisce non è altro che una sensazione di sete interpretata erroneamente.

–       A fine pasto fai attenzione che qualche piccolo boccone di cibo rimanga nel piatto, è segno di apprezzamento.

–       Se sei in casa di amici o parenti offriti di aiutare a portare in tavola i piatti o a fine pasto di sparecchiare, così eviti di impigrirti sulla sedia.

–       Infine, tasto dolente: la tv. E’ dimostrato che chi mangia davanti alla tv assume il 50% di calorie in più. Se il cervello e la vista sono impegnati in altre attività, il segnale di sazietà arriverà più tardi. Inoltre, la distrazione rende difficile consolidare i ricordi legati all’assunzione di cibo, facendoti tornare molto in fretta la voglia di mangiare.

Un’altra regoletta che il galateo impartisce è il divieto di augurare buon appetito ai commensali, ma in questo caso io proprio mi rifiuto (e spero anche voi!).

Per cui Buon Appetito!

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.