Il mango: i benefici per il corpo e la bellezza

784
benefici-MANGO

Il mango è quel frutto dalla forma ovale allungata, con buccia verde, gialla, rossa e la cui polpa è giallo-arancio. All’acquisto, però, non vi è un colore esterno che può indicare la maturazione del prodotto (vista la grande varietà di tipologie esistenti), quindi è bene tastare leggermente con le dita per sentire se la polpa è morbida (se il dito sprofonda, il frutto è troppo maturo; al contrario, è ancora acerbo).

Meglio comprarlo maturo e consumarlo in breve tempo, piuttosto che prenderlo acerbo e tenerlo frigorifero poiché  in questo modo perde alcune delle sue proprietà organolettiche. Il mango è molto ricco di betacarotene, fibre e zuccheri e contiene un importantissimo antiossidante che inibisce il tumore pancreatico.

Proprietà del mango

E’ il Lupeol, conosciuto per combattere i processi di sviluppo del tumore, per le malattie cardiache e come metodo antinvecchiamento, per la buona quantità di vitamina C che contiene e che produce collagene (a tal fine, è sufficiente strofinare la buccia del mango sulla pelle, delicatamente e per qualche minuto, per renderla luminosa e pulita; mangiare la polpa invece, permette un ricambio cellulare più veloce e la liberazione dei pori dell’epidermide dallo smog, dal trucco e dal grasso in eccesso). Dai test effettuati, tutte le cellule malate di tumori ai polmoni, alla prostata, leucemiche etc, si sono dimostrate sensibili agli estratti di mango, soprattutto quelle tumorali al seno e al colon.

La composizione del mango inoltre, ci mostra immediatamente le sue altre notevoli proprietà ottime per la salute dell’organismo: 81% di acqua, 17% di carboidrati, 0,5% di proteine e ben il 17% tra zuccheri, fibre e minerali, tra cui annoveriamo ferro, magnesio, fosforo, potassio, rame, zinco, sodio e calcio.

Mangiare un mango intero al giorno permetterebbe al corpo di assumere il quantitativo a lui necessario (giornaliero) di vitamina A, che tra l’altro è fondamentale nel trattamento dell’acne e dei suoi fastidiosi inestetismi estetici, nonché per la vista e per il benessere di denti e mucose. E nel frutto sono presenti anche vitamina C, D, E, K, J, del gruppo B (ottima per la cura dei capelli) e vari aminoacidi, oltre ai carotenoidi ai polifenoli e l’omega 3. Quindi è un frutto completo che consente anche di aumentare le difese immunitarie e agevolare l’assorbimento del ferro, di rinforzare le ossa e di regolare il metabolismo degli zuccheri, il funzionamento muscolare ed il sistema nervoso.

E’ un frutto con effetti diuretici e leggermente lassativi, ottimo per chi soffre di ritenzione idrica o stitichezza, ma è anche molto consigliato per combattere la stanchezza o per riprendere le forze, ad esempio nei periodi di stress o convalescenza o per le donne gravide o gli anemici. Facendo bollire la sua buccia in acqua, si ottiene una tisana che, bevuta tiepida 3 volte al giorno, per circa una settimana, aiuta a curare il raffreddore e la tosse. Ed è un buon rimedio all’insonnia: consumato prima di coricarsi, è quasi come un sonnifero da quanto concilia il sonno.

Le foglie del mango sono note per essere antinfiammatorie: quindi basta riscaldarle, applicarle poi sulla parte dolorante e constatarne i benefici.

Mango per il corpo

Anche il nocciolo del mango è ottimo per la salute della pelle: dopo aver mangiato il frutto, non distaccando la polpa che ne rimane attaccata, spalmate dolcemente il nocciolo sul viso e lasciate agire per 5-10 minuti i suoi residui. Lavate poi la cute con acqua tiepida: questo trattamento le consente di purificarsi nel profondo e di ottenere poi un effetto illuminante. Famoso è il burro di mango che, ricco di vitamine e minerali, è particolarmente indicato per la pelle secca e sensibile, poiché la rende morbida, vellutata e tonificata.

Sapone al mango

Viste le sue notevoli proprietà per la pelle, possiamo anche realizzare una vera saponetta al mango e papaya che la nutre e la renda liscia e morbida (profuma anche il bagno!): riducete la polpa di ½ avocado e di ½ papaya in purea (togliere il nocciolo e i semi). Pesate poi la polpa ottenuta e aggiungete 255 gr di acqua. Fate sciogliere il composto con 340 gr di sapone in scaglie in una pentola a fuoco basso: quando quest’ultimo sarà sciolto completamente, spegnete il fuoco e aggiungete 1 cucchiaino di benzoino in polvere continuando a mescolare fino al raffreddamento. Versate dunque il composto negli stampi di saponetta e fatelo asciugare in un luogo non umido. Togliete poi le saponette dagli stampi e fatele seccare ulteriormente per altri 6 giorni. Sono quindi pronte all’uso.

Shampoo naturale al mango

Per i capelli invece, si può fare uno shampoo al mango che rinvigorisca i capelli e la loro radice, rivitalizzando anche i capelli più sfibrati e secchi: è sufficiente lavare 2 manghi e conservare la buccia grattugiata in una ciotola, mentre il frutto sbucciato deve essere frullata con dell’acqua distillata (100 ml) per circa 3 minuti. Versare lo sciroppo ottenuto in una pentola con del sapone neutro di ph 5,5 (100 gr), e riscaldare a fuoco lento il tutto per 5 minuti. Aspettare poi che si raffreddi e aggiungere la buccia precedentemente grattugiata, mescolando molto bene per ottenere un composto omogeneo. Con un colino, filtrare il composto e conservare in una bottiglia di vetro la parte liquida. Lasciar riposare almeno 3 giorni e poi utilizzare lo shampoo, avendo cura di agitarlo sempre prima dell’uso.

Ricette: come cucinare il mango?

Ovviamente non possiamo dimenticare la cucina… il mango è anche molto buono sia come frutto da solo sia come ingrediente di molte ricette culinarie:

Insalata di mango

Per l’estate è immancabile l’insalata di mango: ve ne proponiamo una versione con 3 manghi maturi, 2 lime, 2 cipolle rosse, menta, 3 cucchiaini di olio di sesamo, 2 baccelli di chili verde, sale  e pepe bianco. Sbucciate e tagliate a rondelle la polpa del mango, in modo da poterle disporre sul piatto. Spremete i lime e mescolate con olio, sale e pepe. Versate il succo sulla frutta e lasciate riposare per un quarto d’ora. Tagliate quindi le cipolle a rondelle e ponetele sopra la frutta e, in ultimo, il chili tagliato molto sottile e la menta per decorazione.

Cocktail di gamberetti e mango

Come antipasto di pesce, facile e delizioso il cocktail di gamberetti con mango: 260gr di gamberetti, 1 mango, 2 banane, 1 tazzina di maionese, 3 cucchiai di panna da cucina, 1 cucchiaio di mango-chutney, 1 cucchiaio di brandy, sale, tabasco, zucchero, alcune foglie di lattuga. Lessate i gamberetti per qualche minuto e poi fateli raffreddare in una ciotola (scolati). Tagliate a dadini la polpa del mango e le banane e aggiungeteli ai gamberetti. Mescolate la maionese con la panna a parte, aggiungendo il mango-chutney, il brandy, lo zucchero e la salsa tabasco. 2/3 della salsa ottenuta, versatela sui gamberetti e mescolate bene; il restante 1/3 tenetela per guarnire alla fine. Prendete dunque 4 coppette di vetro e rivestitele internamente con le foglie di lattuga, lavate e asciugate: distribuitevi dentro il composto ottenuto e concludete con la salsa rimasta a decorazione. Servite fresco.

Frullato di mango

Per la merenda, un energetico frullato di mango è fresco e proprio ideale: basta frullare insieme 100 gr di latte intero freddo con 2 cucchiaini di polpa di mango (o a piacimento di gusto) e 3 cucchiai di ghiaccio tritato.

Cheesecake di mango

Per i dolci, il mango si predispone bene a sostituire o complementare gli altri frutti nelle preparazioni: come il tiramisù alle fragole, possiamo anche fare il tiramisù al mango o la cheesecake di mango o creme al mango, senza dimenticare un’ottima macedonia di frutta mista o esotica.