Il salto con la corda: la qualità degli allenamenti tradizionali

203

Il salto con la corda è un validissimo sistema di allenamento oltre che di riscaldamento, propedeutico in particolare a sport come il tennis, la boxe e il basket (per citarne alcuni).

Per la maggior parte delle persone però, il salto con la corda non è altro che un vago ricordo delle ore di educazione fisica passate in palestra quando si era a scuola . Ciò è probabilmente dovuto alla circostanza che oggi come oggi ci sono tantissime discipline tra cui scegliere per tenersi in forma e quelle più tradizionali come appunto è il salto della corda, sembra essere passata un po’ di moda. Ma se continua ad essere la preparazione di atleti professionisti e non un motivo ci sarà.

Anche se non creata per stupire “pubblicitariamente” essa presenta molti vantaggi sia per la salute complessiva  delle persone che per la linea e la tonicità generale del fisico.

Si tratta di un’attività aerobica che interessa l’intera struttura corporea, da quella superiore, coinvolgendo i muscoli di schiena, i muscoli intercostali e di braccia, a quella inferiore attraverso il lavoro definito di glutei e gambe.

Oltre a questo, allena cuore e polmoni, con grandi benefici per il sistema cardiovascolare, migliorando la circolazione sanguigna, la stabilizzazione della pressione, la diminuzione di glicemia e del colesterolo ovvero del grasso cattivo che si accumula nel corpo e nelle vene

Se volete dimagrire, la corda è perfetta perché si stima che solo 15 minuti di salti con essa vi facciano perdere circa 200 calorie.

Essa è indicata per chi ha bisogno di sviluppare maggiore coordinazione di movimento tra le braccia e i piedi, divenire nel complesso più agile e sciogliere le  masse muscolari intorpidite, con effetti davvero sorprendenti quanto al tono che si raggiunge  ma anche al notevole effetto snellente che ha di conseguenza. I saltelli infatti smuovono con energia l’adipe accumulata soprattutto nella zona di gambe e braccia, coinvolte in modo diretto e preponderante. Si impara  poi a gestire la respirazione e a coordinarla a sua volta con il movimento.

Inoltre è molto pratica come attività sportiva perché non richiede attrezzi all’infuori della corda stessa e può essere praticata piacevolmente sia all’aria aperta, in primavera, che al chiuso di casa vostra, durante la stagione invernale. Potete aggiungere della musica che vi piace per caricarvi mentre andrete ad eseguire i saltelli.

Qualche precisazione meritano proprio questi e la postura giusta da adottare.

I saltelli debbono essere fatti con la punta dei piedi, tenendo i calcagni sollevati. La schiena  invece sta dritta durante i salti, senza quindi piegarsi in avanti a guardarsi i piedi, cosa consentita solo per i primi giorni, onde vincere la paura di inciampare e acquisire così dimestichezza con i saltelli e i tempi di coordinazione personali.

Ci sono poi varianti di salti per rendere più simpatico l’allenamento. Potete saltellare un piede alla volta oppure utilizzando entrambi i piedi, facendo passare la corda al di sotto. Ricordiamo a questo proposito che la corda deve essere mossa solo con la forza dei polsi mentre le braccia sono vicine al busto con i gomiti aderenti. In questo modo la classica pelle cadente delle braccia andrà via; è gioco forza che si tonifichi dati i movimenti richiesti dalla corda.

Il lavoro di glutei e cosce vi aiuterà invece a ritrovare la migliore forma fisica e in ogni caso a rinforzarla, eliminando l’adipe superflua che si crea nella zona fianchi, dei glutei e nella parte laterale delle cosce, drenando anche gli accumuli di liquidi  che generano la cellulite, manifestazione estetica del più generale problema di cattiva circolazione delle zone corporee interessate che in questo modo vengono riattivate

Anche i polpacci saranno beneficiati, con una muscolatura più definita e snella.

Se da tempo non praticate alcuno sport, conviene concedersi qualche giorno di preparazione ai salti con la corda: il miglior modo è quello di saltare senza attrezzo per una decina di minuti al dì, abituando così il fisico allo sforzo e incrementando la capacità polmonare e di resistenza. E’ bene indossare abbigliamento comodo e traspirante e avere con sé una bottiglia d’acqua per reintegrare i liquidi persi.