Il succo di pomodoro più efficace degli energy drink

50

Prima o dopo l’attività sportiva, o anche quando si è affrontato uno sforzo fisico rilevante, è abitudine diffusa bere energy drink per recuperare forze e reintegrare anche i sali minerali, specie dopo aver speso tante energie e sudato molto.

Effettivamente quando ci si sottopone ad un attività sportiva, qualunque essa sia, si avverte la necessità di riprendersi dallo sforzo e aiutare i muscoli a distendersi e a tornare ad un giusto livello di idratazione.

Ecco che la soluzione più gettonata sono le bevande da distributore, già preparate, che contengono un mix di carboidrati, sali minerali e altre sostanze utili per la specifica esigenza.

Qualcuno si è chiesto se davvero i cd. energy drink fossero la soluzione migliore a tali esigenze.

Secondo il team di scenziati greci coordinati dalla Dott.ssa Tsitsimpikou, del General Chemical State Laboratory of Greece di Atene, la risposta sarebbe negativa.

Questo gruppo di ricerca ha voluto confrontare gli effetti degli energy drink con quelli del succo di pomodoro, assunti dopo un’attività sportiva.

A tale scopo hanno basato i loro test su 15 atleti, suddivisi a caso in due gruppi. I partecipanti sono stati sottoposti ad un programma di esercizi fisici, uguali per tutti. Successivamente al primo gruppo è stato somministrato del succo di pomodoro, al secondo gruppo i classici energy drink.

Nel frattempo i gruppi di atleti sono stati monitorati per valutarne i segni vitali, i danni muscolari, la disfunzione endoteliale causata dallo stress, prima, dopo e durante l’esercizio fisico.

I dati raccolti in due mesi di osservazione e registrazione, hanno dimostrato che coloro che hanno bevuto succo di pomodoro dopo lo sport, anzicchè la bevanda energetica industriale, hanno avuto un più rapido recupero muscolare e il livello di glucosio nel sangue è tornato alla normalità più velocemente.

Il merito di questi effetti benefici, secondo gli studiosi, sarebbe da ricondurre al licopene, una sostanza contenuta nei pomodori, responsabile tra l’altro del loro tipico colore rosso. Inoltre gli antiossidanti di cui notoriamente sono composti i pomodori, sono di grande aiuto non solo nella ripresa immediata del fisico dopo lo sport ma permettono nel lungo termine di prevenire e combattere malattie gravi come il cancro e altre malattie cardiache e di altra natura, più o meno serie.

Si è inoltre scoperto che i livelli nocivi di enzimi e alcune proteine (che contribuiscono a danneggiare i muscoli e i tessuti celebrali) erano tornati normali in tempi molto più brevi rispetto agli atleti che avevano fatto uso di bevande energetiche dopo lo sport.

Dati rilevanti dunque, che dimostrano ancora una volta come la natura sia di gran lunga superiore nel donarci salute, rispetto ai diversi composti chimici industriali che ci propinano con l’aspettativa di stare in miglior forma.

Non è secondaria la circostanza che i pomodori sono, tra le altre cose, in grado di svolgere un’efficace azione antiossidante ed antinfiammatoria; condizioni queste che in termini positivi  vanno sempre tenute a bada perché anticamera di numerose patologie.

Il consiglio è quindi di preferire, nel defaticamento dopo uno sport, un sano e buon succo di pomodoro, magari spremuto da sé e scegliendo pomodori biologici che non contengano pesticidi né altri agenti nocivi, così da prendere tutto il meglio da questo eccezionale frutto della natura.

Non che gli energy drink debbano essere messi al bando , ma se volete avere effetti migliori, la ricerca conferma il primato del pomodoro nel lenire e ristabilire l’equilibrio delle sostanze nell’organismo con effetti salutari di prevenzione anche a lungo termine.