Juicero: il succo di nuova generazione

1.016 views
juicero

La passione dei succhi di frutta prende una piega diversa, non più bottiglie contenenti liquidi bensì sacchetti in forma compressa di centrifugati. Si chiama Juicero,subito ribattezzata la Nespresso dei succhi di frutta, ma non è un vero e proprio succo di frutta bensì un attrezzo per produrli in modo pressato.

Juicero centrifuga in un attimo e senza sporcare grazie ai sacchetti di frutta e verdura compressa. Perchè Juicero sta avendo così successo? E soprattutto chiediamoci perchè lo sta avendo senza aver ancora venduto una macchina (causa prezzo) e soprattutto se consideriamo che il suo fondatore non ha alcuna esperienza in campo hi-tech.. Scopriamo più da vicino la pazza idea dell’apparecchio casalingo dei centrifugati a freddo e del suo bizzarro fondatore: Doug Evans, considerato da tanti un evangelista del crudismo.

E dopo lavatrici a pedali, tappeto sveglia e caricabatterie originali passiamo a centrifugati moderni, anzi futuristici.

Cos’è Juicero

Juicero rientra nella categoria degli  “juice extractor”, in pratica si tratta di un attrezzo che potete tenere comodamente a casa in grado di farsi dei buonissimi succhi di frutta e verdura pressati a freddo. Costa un botto ma avrete a casa una bellissima macchina con un solo pulsante che non deve essere mai pulito. Sarà questo fatto ad aver suscitato tanto clamore? Davvero c’entra la pigrizia delle casalinghe? Sicuramente no. Allora cosa ha di tanto straordinario Juicero?

Questo dispositivo che “pressa” è nato con un suo bel perchè, innanzitutto sembrerebbe voglia invogliare le persone a nutrirsi in modo sano e giusto e cercare di appassionare anche quella fetta di popolazione che per vari motivi ha poco tempo a disposizione anche per cucinare. Juicero funziona e pressa in modo originale e diverso dal solito, gli ingredienti sono “bio” e vengono lavati e sminuzzati più volte prima di arrivare a destinazione nell’apparecchio delle centrifughe.

Il macchinario è scenograficamente bello e sembrerebbe avvicinarsi molto come design e colori alla nuova versione del Bimby anche se con funzioni e caratteristiche diverse, molto diverse.

Juicero possiede dei sacchetti che arriveranno in spedizione direttamente a casa periodicamente che vi permetteranno di tenere i contenuti sempre freschi, addirittura per garantire la freschezza sulla confezione troverete un codice QR Code che viene letto dalla centrifuga e certificare il grado di freschezza.

Il vantaggio Juicero? Grazie alla centrifuga formato pressa a freddo tutte le proprietà della verdura e della frutta restano intatte. Basta inserire gli ingredienti desiderati nella macchina tramite uno sportellino, premere il bottone e nel giro di pochi minuti il vostro succo salutare è pronto lasciando invariate tutti i principi e le proprietà organolettiche.

Juicero: la moda del succo

I succhi compressi esistevano già oppure è un’idea di ultima generazione per rendere anche le bevande più comuni salutari? I succhi pressati a freddo sono sempre esistiti ma erano rivolti solo ad una nicchia di consumatori considerati salutisti. Con gli anni questa tendenza si è espansa a macchia d’olio diventando una vera e propria moda-mania. Tant’è vero che negli ultimi anni sono nati tantissimi juice bar frequentati da giovani e adulti.

Juicero ha portato alla ribalta la moda del nuovo succo di frutta prima riservato solo a pochi intimi nel mondo delle star hollywoodiane, da Gwyneth Paltrow a Kim Kardashian. Forse proprio l’uso di Juicero di particolari popolarità ha fatto conoscere al globo la pazza idea di Evans, un dispositivo affascinante, con un design elegante da prima della classe e dal funzionamento elementare che ricorda tanti giochi che facevamo da bambini.

Volete mettere la preparazione di un succo senza sporcare, senza produzione di calore, veloce e salutare. E allora perchè la vendita è bloccata quando forse si prevedeva un sold out?.

Svantaggi Juicero

Juicero può avere sicuramente degli aspetti più che positivi, come la semplicità del funzionamento della macchina, la bellezza dell’apparecchio, la leggera presunzione di poter possedere un dispositivo di ultima generazione e il fatto che le proprietà dei cibi restano invariati.

Resta però il fatto che Juicero è caro, sono stati stazionati 120 mila dollari per la messa a punto della geniale idea senza ancora vendere un esemplare. Juicero è di sicuro un dispositivo affascinante ma è pur sempre legato ad una corrente di pensiero specifica: la modalità di pressare succhi è legata a chi sostiene fermamente un regime alimentare basato sui “liquidi”.

Tutti possono avere pensieri diversi sullo stile di vita, ma Juicero presenta degli svantaggi oggettivamente insindacabili per la maggior parte della gente comune: costo e difficoltà produttive in alcuni casi. Spieghiamoci meglio. Ogni bustina da inserire in Juicero costa dai 4 ai 10 dollari in vari gusti: radici dolci, vegetali , carota e barbabietola. L’apparecchio invece si aggira intorno ai 700 dollari.

Su ciascuna bustina, inoltre, è stampato un QR code che viene scansionato e confrontato a un database online (la macchina è connessa in Wi-Fi) e se qualcosa non va  o soprattutto gli ingredienti non sono freschi, a pressa non parte. Juicero funziona solo con alimenti freschi e selezionati da almeno una ventina di agricoltori della zona circostante.

Potremmo parlare all’infinito di questo dispositivo che è sospeso tra sogno e realtà. Una sorta di iPod delle centrifughe visto che tra i designer sembrerebbe esserci anche Jony Ive, genio di casa Apple.