La ginnastica dolce per la schiena su uno sgabello:la Gyrokinesis

251

Si chiama Gyrokinesis ed è una ginnastica adatta alle persone di una certa età, perché “salva” da sforzi la schiena.

Questa ginnastica si pratica inizialmente senza l’utilizzo di nessun tipo di macchinario strano, ma solo con uno sgabello basso.

L’insegnante esegue i movimenti e l’allievo “copia”. La prima parte della lezione assomiglia a un auto-massaggio, dalla testa ai piedi. Questo serve per risvegliare i cinque sensi, stimolare la circolazione e sciogliere le tensioni muscolari. Poi s’inizia con movimenti di estensione, inarcamento, torsione, flessione, il tutto con un ritmo molto lento. In pratica si seguono sette direzioni di movimento naturale della colonna vertebrale: avanti, dietro, sinistra, destra, torsione a sinistra, torsione a destra e circolare, esattamente come avviene per tutte le altre articolazioni. Questo tipo di ginnastica dolce comprende molti principi chiave dello yoga, danza, ginnastica e tai-chi.

Le posture non vengono mantenute a lungo, come invece accade ad esempio nel pilates. Le posizioni sono armoniosamente collegate all’uso di appropriate tecniche di espirazione, facendo assomigliare gli esercizi più alla danza che allo yoga.

Man mano che si acquista esperienza nella pratica della Gyrokinesis, si varia la posizione, che non è più solo seduta ma anche supina ed eretta. A livelli superiori si utilizzano anche particolari impugnature di legno con resistenza costante e torri a pulegge che attraverso la tripla riduzione prodotta delle carrucole elimina completamente le vibrazioni prodotte con le classiche macchine convenzionali da palestra, fattore causa di molti infortuni.

Dopo circa un’ora di lezione ti renderai conto di avere la schiena molto rilassata. Il tutto senza rischio d’infiammazioni o traumi. E soprattutto senza sudare…

I benefici della Gyrokinesis per anziani e bambini

Negli anni si è dimostrato che la Gyrokinesis è ideale non solo per gli anziani, ma anche per i bambini che mostravano crescite precoci, scoliosi o errati atteggiamenti di postura.
Il metodo incoraggia la flessibilità naturale, migliora la coordinazione e rafforza la muscolatura per crescere strutturalmente bilanciati e prevenire incidenti e malattie. Inoltre, la pratica di questa tecnica aumenta la capacità di concentrazione e riflessione. Una migliore percezione e padronanza del corpo si traduce così in maggiore sicurezza, confidenza e autostima.

La ginnastica Girotonica è stata inventata da Juliu Horvath, un ballerino che negli anni 70 si ruppe il tendine d’Achille e dovette studiare una tecnica di riabilitazione. Oggi questa metodologia è utilizzata nei percorsi di riabilitazione dai ballerini di tutto il mondo. Inoltre, è particolarmente adatta ai golfisti poiché la sua azione sulla colonna vertebrale è di rilevante importanza. Una schiena flessibile e forte, che ha una corretta bio-meccanica, può garantire uno “swing” più ampio e dinamico.

La metodologia di Horvath rinvigorisce il corpo e rieduca a muoversi con fluidità, rilassamento e potenza.

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.