La pennichella del pomeriggio fa bene?

71
riposo dormire

La pennichella o pisolino del pomeriggio è un’abitudine a cui molti non sanno rinunciare durante tutto l’anno; per altri è invece un piccolo “lusso” che si concedono solo in vacanza al mare o nei mesi più caldi quando le temperature più alte sembrano conciliare il sonno pomeridiano (e non quello notturno).

Riposare anche solo 1 ora al pomeriggio permette a molti di ricaricare le energie – soprattutto se la sveglia suona presto abitualmente – e di vivere un nuovo risveglio e guadagnare freschezza e lucidità. Stando alle recenti ricerche di un team di esperti della NASA la pennichella addirittura è un vero toccasana, smentendo studi precedenti che, al contrario, demonizzavano come poco salutare il riposino dopo pranzo.

I ricercatori NASA, sulla base di alcuni test, hanno osservato un aumento delle capacità di reazione con soli 20 minuti di riposo, nonchè un aumento della creatività; allungando la pennichella a 60-90 minuti si riuscirebbe a recuperare l’eventuale debito di sonno accumulato durante la notte.

I vantaggi della pennichella non sono certo nuovi, tanto che già nell’antichità egizi, greci e romani ne facevano un piacere da condividere con gli amici e ad oggi è un’abitudine che si sta rivalutando anche in ambito lavorativo, infatti circa il 20 % delle aziende negli Stati Uniti dispongono di un’area dedicata al relax dei propri dipendenti, pennichella compresa che si possono concedere circa il 34% dei lavoratori americani.

I modi e i tempi del riposino dipendono molto dalle abitudini personali e dallo stile di vita ma il momento migliore, secondo i ricercatori NASA, è dopo 6-7 ore dal risveglio mattutino.