La vita a due velocità, una guida per conoscere il disturbo bipolare

91
guida disturbo bipolare

guida disturbo bipolareCirca l’1% della popolazione, soprattutto tra i giovani, soffre di disturbo bipolare, una patologia che non tutti conoscono e riconoscono facilmente, tanto da essere spesso diagnosticata come una “semplice” depressione, e dunque non affrontata con una terapia adeguata.
Generalmente il disturbo bipolare è caratterizzato da una marcata oscillazione tra fasi depressive e fasi maniacali dell’umore: la prima fase, quella depressiva,  è caratterizzata da inattività, mancanza d’interesse, alterazioni del sonno e dell’appetito, difficoltà di concentrazione; questa fase si alterna, o in alcuni casi coesiste con quella maniacale, durante la quale l’umore è esaltato, l’autostima aumenta e la persona colpita dal disturbo diventa irritabile, logorroica, iperattiva.
Come detto non è facile riconoscere il disturbo bipolare nè convivere con una persona che ne è affetta.  Da oggi è disponibile anche in Italia La vita a due velocità, una guida rivolta proprio a chi soffre di disturbo bipolare, ai suoi familiari e ai medici; il testo è frutto dei risultati di una ricerca multidisciplinare di un Comitato Editoriale e di uno Steering Committee che riuniscono 16 tra i maggiori specialisti e le più rappresentative Associazioni di pazienti a livello europeo.

I pareri degli esperti sulla guida

Vanessa Sansone, Project Manager dell’Associazione Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato (tra le Associazioni coinvolte nella stesura de La vita a due velocità) saluta con soddisfazione l’edizione italiana della Guida europea. “ Siamo convinti che questa guida possa rappresentare uno strumento importante e utile, non solo per chi soffre di disturbo bipolare, perché ne aiuta la consapevolezza e la comunicazione con il professionista sanitario, ma anche per i familiari e gli amici che gli sono vicini”.

Per il dottor Bernardo Dell’Osso, Ricercatore in Psichiatria presso l’Università degli Studi di Milano, Fondazione IRCCS Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e membro italiano dello Steering Committee europeo, “la Guida, che ovviamente non sostituisce il parere del Medico, è uno strumento d’informazione per il paziente e per i suoi familiari che, specie nelle fasi iniziali di malattia, non sanno come comportarsi; la Guida è in grado di fornire un’informazione corretta e descrivere le principali aree di criticità nel disturbo bipolare: sintomi, trattamenti, gestione da parte dei familiari e dei caregivers”.

Dove trovare La vita a due velocità

La Guida, sostenuta nel progetto editoriale e nella diffusione italiana da Bristol-Myers Squibb offre la possibilità di conoscere e comprendere le maggiori difficoltà e i disagi della condizione determinata dall’insorgenza del disturbo bipolare. Può essere richiesta gratuitamente al numero 06.5417093  o dal sito DistruboBipolare, dove è anche possibile scaricarla in formato .pdf