Le laufrad: le biciclette senza pedali

122

Se viaggiate spesso in paesi del nord Europa sicuramente avete visto delle laufrad (tranquilli non è una parolaccia!). Parliamo delle bici per i più piccoli, nate in Germania, senza pedali, né rotelle, né freni.

Ora anche in Italia cominciano le prime timide vendite di questo tipo di bicicletta, in commercio all’estero dagli anni ‘90. In Germania, dai due anni in su, non c’è bambino che non possegga una laufrad, una vera e propria moda.

Non avendo pedali, la forza motrice è data dalla sola spinta dei piedi sul terreno, il modo ideale per imparare molto velocemente a stare in equilibrio senza alcun aiuto.

Il concetto è molto simile a quello del monopattino e del triciclo, per cui il passaggio poi alla “bici vera” è molto semplice.

L’attività fisica che si fa con questo tipo di biciclette è maggiore rispetto a quelle classiche, tant’è che le laufrad non hanno nemmeno i freni! I bambini diventano quindi degli esperti ad accelerare spingendo con le gambe e a frenare quando ce n’è bisogno, acquisendo così una completa comprensione della propria forza, del movimento e dell’equilibrio.

A differenza di quella con le rotelle, le laufrad permettono al bambino di prendere confidenza con la bicicletta gradualmente. All’inizio ci si siede poco sul sellino, si tende a stare molto in piedi, poi, poco alla volta l’equilibrio viene naturale.

Stando in sella a una laufrad i vantaggi sono:

–      riuscire a camminare al passo con i genitori

–      imparare a spingersi con i piedi e mantenersi in equilibrio

–      migliorare le capacità di coordinazione e acquisire il senso dell’equilibrio.

I modelli in commercio sono tantissimi e si differenziano per materiali, caratteristiche tecniche e prezzo: si passa da quelle eco-compatibili in legno certificato, a quelle super tecnologiche e leggerissime in acciaio. Le laufrad sono bici essenzialmente ecologiche.

Vantaggio assoluto delle laufrad è la leggerezza: il peso varia dai 3 ai 4 kg e il prezzo dai 49€ ai 160€.

Le marche più  note sono: Likeabike, Firstbike, Chrigi’s, Holz-Hoerz, Puky.

Le laufrad più accessoriate prevedono sul manubrio manopole di sicurezza per proteggere le mani dagli urti, mentre altre hanno il bloccaggio dello sterzo che impedisce di eseguire movimenti bruschi che potrebbero far cadere il bambino.

La caratteristica principale nella scelta della bicicletta è l’altezza del sellino: prima dell’acquisto è indispensabile verificare che sia adeguata misurando l’altezza del cavallo del bambino, in quanto seduto sul sellino deve toccare a terra con l’intero piede. Fattore principale è quindi che il sellino si possa regolare.

Quando il bimbo, cresce, in alcuni modelli si possono anche eventualmente inserire i pedali e/o i freni, assenti poiché non ritenuti necessari da molti utilizzatori.

La necessità di un freno può essere valutata criticamente. Frenare coi piedi funziona in modo molto intuitivo per tutti i bambini, e la prestazione di frenata molto spesso è sufficiente. Il freno posteriore sulla bici senza pedali fa però un buon servizio per quel che concerne la preparazione del piccolo utente all’utilizzo dei freni sulla bici convenzionale.

Il passaggio alle bici con i pedali (senza rotelle) avverrà con facilità e senza paure, perché avrà già acquisito il senso dell’equilibrio.

Concludendo, le laufrad sono un ottimo giocattolo, ma non solo. Le esperienze che il bimbo potrà fare, lo formeranno soprattutto nel carattere e passare alla bici vera, sarà poi un vero e proprio gioco da bambini….

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.