Le proprietà dello sciroppo d’acero dolcificante, ricostituente e dimagrante

319

Lo sciroppo d’acero è nasce come dolcificante naturale che nell’immaginario collettivo è collegato ad un pila di pancakes, ma in realtà i sali minerali e le vitamine in esso contenute, uniti agli antiossidanti, ne fanno un prezioso alleato per la salute, con effetto energizzante e, soprattutto, snellente e disintossicante.

Originario del Canada e diffuso soprattutto in America (ma anche in Italia ci sono sempre più appassionati) lo sciroppo d’acero è un liquido ambrato si ricava dall’omonima pianta, nel tipo da zucchero e  nero la cui linfa ha una naturale concentrazione di saccarosio. La linfa, estratta in primavera mediante un sistema di cannule inserite nel tronco dell’albero, viene fatta bollire per concentrarla in sciroppo che in base al grado di raffinazione si distingue in tre tipi che si differenziano per colore e gusto

  • Grado A: è lo sciroppo più raffinato dal sapore delicato e dal colore chiaro
  • Grado B: colore più scuro e sapore più intenso
  • Grado C: è lo sciroppo dal colore più scuro e il gusto più intenso

Lo sciroppo d’acero è usato essenzialmente  come dolcificante al posto dello zucchero avendo meno calorie ed un sapore gradevolmente aromatico ma non tutti sono a conoscenza delle innumerevoli proprietà benefiche per l’organismo, da quelle ricostituenti ed energizzanti a quelle depurative e drenanti dovute soprattutto ai sali minerali in esso contenuti, ognuno con una specifica funzione.

Il magnesio attenua il senso di fatica avendo un effetto distensivo sulla muscolatura, così come l’acido malico ha un’azione antidolorifica e defaticante (è anche responsabile del retrogusto leggermente acido dello sciroppo d’acero). Il calcio è fondamentale per la salute delle ossa e delle unghie; il potassio aiuta a combattere la ritenzione idrica; infine il ferro, anche se presente in quantità minori, è importante in caso di anemia. Per questi elementi lo sciroppo d’acero è spesso usato dagli sportivi per preparare integratori salini (basta scioglierlo in acqua) da usare prima e dopo l’attività fisica così da bilanciare i sali minerali ed avere degli zuccheri semplici subito disponibili.

 Lo sciroppo d’acero per dimagrire

Lo sciroppo d’acero si deve prendere in considerazione quando si ha intenzione di perdere qualche chilo, innanzitutto per il minor apporto calorico rispetto allo zucchero, ma soprattutto per gli effetti drenanti sull’organismo, senza però temere la perdita di sali minerali. Lo sciroppo è un diuretico naturale a rapido effetto: basta diluire un cucchiaio in un bicchiere d’acqua e berlo preferibilmente al mattino al digiuno e subito si ha l’effetto desiderato; inoltre essendo così ricco di sali minerali ha un effetto rimineralizzante.

Esiste anche una cosiddetta dieta dello sciroppo d’acero che prevede la sostituzione della colazione e al massimo di un pasto al giorno con un “beverone” a base di acqua, un cucchiaio di sciroppo d’acero, succo di mezzo limone e cannella (o pepe) per sfruttare oltre alle proprietà diuretiche anche quelle termogeniche (accelerando il metabolismo favorisce la produzione di maggior calore e dunque il consumo di calorie) che fanno annoverare questo sciroppo tra le sostanze brucia grassi. Vien da sè che la sostituzione di un pasto con il drink a base di sciroppo d’acero è un regime alimentare fortemente sbilanciato, per cui si può optare per una soluzione meno drastica assumendo la bevanda al mattino per sfruttarne gli effetti in un regime dietetico ipocalorico.