Maglione rimpicciolito? Tutti i trucchetti per recuperarlo!

1341
maglione-lana-rimpicciolito

Gli errori durante il bucato sono molto comuni e, a volte, possono verificarsi a discapito dei nostri capi di abbigliamento preferiti.

Tutte, infatti, si sono trovate almeno una volta a fare i conti con un lavaggio sbagliato e si sono ritrovate capi così rimpiccioliti da non poter essere più indossati.

La bella notizia, però, è che non vi dovete più disperare perché è possibile salvare questi capi.

In che modo?

A tal proposito, oggi, scopriremo insieme alcuni metodi per recuperare i maglioni rimpiccioliti e per tornare ad indossarli di nuovo!

N.B Vi  ricordiamo di consultare sempre le etichette di lavaggio dei vostri capi prima di seguire i nostri rimedi.

Balsamo

Il primo rimedio che vogliamo suggerirvi consiste nell’utilizzare il balsamo che comunemente usiamo per capelli.

Iniziate, quindi, con il riempire una bacinella con acqua tiepida, aggiungete poi un po’ di balsamo per capelli e mescolate per amalgamare bene.

Immergete, poi, il capo che volete trattare e lasciatelo in ammollo per circa 15 minuti. Il balsamo aiuterà a rilassare e ad ammorbidire le sue fibre.

Poi, strizzate delicatamente il capo, stendetelo su un asciugamano e rotolatelo così da rimuovere l’acqua in eccesso.

Infine, tenetelo su una superficie piana e allungatelo mentre è ancora umido così da dargli la sua forma originale.

Noterete che avrete “allargato” i vostri vestiti ormai rimpiccioliti e avrete recuperato la loro forma perduta.

Mi raccomando a non allungare troppo, se non volete un capo slabbrato!

Infine, ripetete l’operazione fin quando il vostro capo non è tornato alle dimensioni desiderate.

N.B Ricordatevi di non utilizzare mai acqua bollente o fredda ma sempre acqua tiepida. Le temperature estreme, infatti, potrebbero rimpicciolire ulteriormente il vostro capo.

Aceto

Un altro rimedio per provare a salvare il nostro capo rimpicciolito è, invece, l’aceto.

Riempite, quindi, un secchio con acqua tiepida e aggiungete, poi, 3 bicchieri di aceto.

Vi ricordiamo di utilizzare sempre acqua tiepida e non troppo calda o fredda perché potreste peggiorare le condizioni dei vostri capi.

A questo punto,  mettete il capo in ammollo per circa 20 minuti.

L’aceto è in grado di rilassare la lana e di allargare le fibre tessili per cui risulterà molto efficace in questo caso.

Dopo l’ammollo, rimuovetelo dalla soluzione e strizzatelo delicatamente per rimuovere l’acqua in eccesso.

Vi ricordiamo di non risciacquarlo con acqua altrimenti il metodo non funzionerà.

Quindi, appoggiate il capo su un piano e iniziate a tirarlo delicatamente così da far allungare le fibre.

Continuate fino a quando non vi sembrerà di aver raggiunta la giusta forma.

Per un effetto più efficace, potete anche riempire il maglione con degli asciugamani asciutti al suo interno così da farlo “allargare” mentre si asciuga.

Vi raccomandiamo, però, di essere cauti in questa fase e di non allargare solo alcune fibre e trovarvi, quindi, alcune parte più allargate di altre.

Gli asciugamani, inoltre, vi aiuteranno anche ad asciugare più velocemente i vostri capi perché tendono ad assorbire tutta l’acqua.

N.B Vi ricordiamo di utilizzare sempre tipologie di aceto chiaro, quali l’aceto di vino bianco o l’aceto bianco distillato così da non macchiare gli indumenti.

Borace

Infine, vi proponiamo un ultimo rimedio: il borace.

Riempite un secchio con acqua tiepida e aggiungete, poi, due cucchiai di borace per ogni litro di acqua.

Il borace è davvero efficace, perché ha la proprietà di allargare le fibre dei vestiti e di facilitare, così, l’allungamento e l’allargamento dei capi rimpiccioliti.

Lasciate, quindi, il vestito in ammollo per circa 15 minuti nella soluzione.

Dopodichè, allo stesso modo del rimedio precedente, stendetelo su un asciugamano e arrotolatelo per rimuovere l’acqua in eccesso.

Anche in questo caso, potete aggiungere degli asciugamani al suo interno per circa 15 minuti così da far allargare il tessuto ancora di più.

Infine, appendetelo su una gruccia e lasciatelo asciugare.

N.B Questo rimedio è indicato soprattutto per la lana e il cashmere. Mentre ne sconsigliamo l’utilizzo su fibre come cotone o quelle sintetiche.

Come evitare di rimpicciolirlo?

Una volta visto i rimedi per recuperare un capo rimpicciolito, vogliamo darvi dei suggerimenti utili affinché questo non accada.

Innanzitutto, evitate sempre di esporre i vostri capi alla diretta luce dei raggi solari o ad altre fonti di calore. Il calore, infatti, tende a restringere le fibre e a rimpicciolire i capi.

Inoltre, gli sbalzi di temperatura sono la ragione per cui i nostri capi spesso si rimpiccioliscono. Perciò è importante che leggiate sempre le etichette dei capi.

Ma dovete anche assicurarvi che la temperatura tra lavaggio e risciacquo nella lavatrice non cambi. In ogni caso la temperatura non deve superare i 30°C per essere sicure di non causare danni.

Inoltre, vi suggeriamo, sempre lavare i vostri capi con un lavaggio a mano e con acqua fredda o tiepida.

Avvertenze

Vi ricordiamo di attenervi sempre alle indicazioni di lavaggio, in modo da non rovinare i vostri capi.

Inoltre, vi ricordiamo di non utilizzare mai i suddetti rimedi in caso i allergia ipersensibilità a una o più delle componenti.

Infine…

Se avete trovato interessante questo nostro post, ve ne suggeriamo altri sul tema della pulizia domestica:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.