Malto d’orzo come dolcificante naturale

151
malto d'orzo

Il malto d’orzo è ottimo per ridurre la quantità di zuccheri dalla propria alimentazione, ma non solo, perché questo ingrediente dalle molteplici sfaccettature apporta numerosi benefici al nostro organismo. Scopriamoli insieme!

Cos’è il malto d’orzo?

Tra i dolcificanti naturali il malto d’orzo è sicuramente il più completo, tanto da potersi considerare un vero e proprio alimento in quanto è ricco di proprietà nutrizionali.

L’effetto dolcificante del malto d’orzo è inferiore a quello dello zucchero, al contrario dello sciroppo d’agave, proprio perché all’interno del malto è contenuta un’elevata quantità di acqua, quindi l’effetto dolcificante è più blando ma l’apporto calorico è inferiore. Per questo il malto d’orzo è particolarmente consigliato per chi segue una dieta ipocalorica in quanto contiene solo 300 calorie per 100 gr di prodotto.

Questo dolcificante naturale è composto per il 60% da maltosio o zucchero di malto,  per il 10 -15% da destrine, ossia carboidrati a basso peso molecolare, per il 4-5% da aminoacidi e per l’1,5% da potassio, sodio e magnesio.  Viene ricavato dalla macerazione dei chicchi di  malto di orzo o di altri cereali come grano, risomais o il sesamo.

Il processo di lavorazione del malto d’orzo non richiese particolari trattamenti chimici e richiede diverse fasi: la macerazione dei semi d’orzo, germinazione ed essiccazione.

Benefici del malto d’orzo

Le proprietà ed i benefici del malto d’orzo sono molteplici, in quanto la sua assunzione garantisce:

  • Corretto funzionamento dell’intestino, in quanto l’eliminazione dell’amido contenuto nel malto da parte dell’intestino tenue minimizza il pericolo di fermentazione;
  • Proprietà depurative nei confronti del fegato, visto che aiuta l’eliminazione di tossine e scorie nocive;
  • Azione antitumorale, in quanto, secondo recenti studi, si tratta di un alimento in grado di prevenire il cancro;
  • Azione benefica per le vie urinarie, perché previene l’insorgere della cistite;
  • Corretto funzionamento dell’attività polmonare, infatti, come tutti i malti derivati dai cereali, svolge una funzione difensiva nei confronti dei polmoni.

Inoltre il malto d’orzo sembra avere effetti benefici anche sulla circolazione del sangue, sul sistema nervoso e di conseguenza sull’umore e lo stress. Inoltre, grazie all’elevata presenza di antiossidanti è in grado di combattere i radicali liberi.

Come usare il malto d’orzo

Il malto d’orzo può essere utilizzato in diversi moti. Per dolcificare le bevande calde o fredde (caffè, tè, tisane, ecc.) al posto dello zucchero o del miele, per preparare dolci, pizze o  altri  prodotti da forno, dal momento che favorisce il processo di lievitazione. In questo caso occorre tener conto che per ogni 100g di zucchero è  consigliabile utilizzarne 125g di malto d’orzo, alla luce della quantità di acqua in esso contenuta. Si può scegliere lo sciroppo di malto, la farina di malto o anche il malto in polvere.

Ma il malto d’orzo può anche semplicemente essere spalmato sul pane, gallette, fette biscottate e anche sui formaggi, sia freschi che stagionati, proprio come il miele.

Questo ingrediente è particolarmente indicato per gli sportivi in quanto rappresenta una considerevole e costante fonte energetica.

Dove acquistare il malto d’orzo

Il malto d’orzo può essere acquistato sia on line, che presso erboristerie, negozi biologici, punti vendita specializzati, nel reparto alimentare di farmacie o parafarmacie. Anche se è molto più difficile in alcuni casi si può trovare perfino nei supermercati.

Il prezzo del malto d’orzo si aggira pressappoco sui 7 euro al chilo.

Controindicazioni del malto d’orzo

In realtà il malto d’orzo presenta un’unica controindicazione: non può essere assunto da chi soffre di allergie al glutine o celiachia, in quanto, come evidenziato, può contenere glutine sotto forma per esempio di orzo e frumento.