Melassa nera, il dolcificante ricco di calcio e ferro

106
melassa nera proprietà usi

Il processo di raffinazione dello zucchero di canna regala un “sottoprodotto” che non solo è un dolcificante alternativo al saccarosio ma anche un concentrato di sali minerali che fanno della melassa nera un alleato della salute sotto vari aspetti.

La melassa si presenta come uno sciroppo molto denso, viscoso e di colore molto scuro, quasi nero; in realtà esiste anche una varietà bianca, meno pregiata, così come oltre che dalla canna da zucchero la melassa si può ricavare anche dalla barbabietola. Esistono dunque 4 tipi di melassa:

  • nera: si ricava dalla seconda estrazione dello zucchero ha un gusto che tende all’amarognolo ed è un prodotto molto pregiato.
  • bianca: ottenuta dalla prima lavorazione dello zucchero ha un sapore gradevole ma uno scarso valore commerciale
  • di canna: si ricava a partire dalla canna da zucchero e trova largo impiego nella preparazioni di alcuni alcolici come vodka e rum.
  • di barbabietola: si ricava dalla lavorazione della barbabietola e il suo impiego è riservato all’industria dei mangimi per animali.

La melassa nera è impiegata come dolcificante alternativo al saccarosio (come è per il miele) ma in realtà le sue proprietà derivano dall’alta concentrazione di minerali, soprattutto calcio e ferro, e di vitamina del gruppo B che la rendono un prodotto energetico ed importante per la salute di ossa, cuore e sistema nervoso.

La melassa è innanzitutto una fonte di energie subito disponibili (come lo zucchero raffinato), una sorte di carburante per il metabolismo ma a questa proprietà associa i benefici che derivano dalla presenza di calcio, ovvero ossa e denti sani e forti , regolarità intestinale, supporto del sistema nervoso e del battito cardiaco. I benefici per la salute del cuore derivano anche dalla considerevole presenza di ferro, elemento essenziale per la sintesi dell’emoglobina che trasporta l’ossigeno nell’organismo; consumare 2-3 cucchiaini di melassa durante i giorni del ciclo mestruale può essere di supporto alle donne.

Un cucchiaio di melassa nera contiene quasi il 20% del fabbisogno giornaliero di calcio, il 26% di ferro e ben il 61% di magnesio che, insieme al potassio, è utile contro i crampi muscolari; da non sottovalutare la presenza di vitamine per lo più del gruppo B (anche PP) che svolgono un’importante funzione di supporto in diversi processi dell’organismo.

La melassa nera per le sue proprietà si rivela un rimedio naturale o un aiuto durante i periodi di affaticamento (fisico o mentale), contro i crampi, per favorire la salute del cuore, in caso di anemia, per i soggetti che soffrono di stipsi avendo un effetto lassativo.

La melassa può essere utilizzata come dolcificante, soprattutto per le bevande calde nelle quali può essere sciolta più facilmente considerando la sua consistenza densa e viscosa, o semplicemente diluendo 1 cucchiaio di melassa in un bicchiere di acqua tiepida o a temperatura ambiente e si possono consumare fino a 2-3 cucchiai al giorno. Un uso molto comune è nella preparazione dei biscotti di pan di zenzero.

In commercio si possono trovare anche i fiocchi di melassa ottenuti privando il composto (già molto denso) dell’acqua così da poter aggiungere la melassa a yogurt, muesli per una colazione energizzante.