No Poo: lavare i capelli con il bicarbonato

4.945 views
shampoo lavare i capelli

Tutte le donne sognano di avere una chioma perfetta, ovvero morbida, lucida e senza antiestetiche doppie punte così da avere sempre un aspetto sano e bello.

Nella corsa alla prova dell’ultimo prodotto “miracoloso” in controtendenza si sta diffondendo il ritorno ai rimedi semplici e naturali come l’abolizione dello shampoo a favore del bicarbonato di sodio, d’altra parte basta pensare che lo shampoo è un prodotto abbastanza recente e prima che fosse commercializzato i capelli dovevano pur essere lavati in qualche modo!

Si chiama No Poo (per l’appunto No Shampoo) la nuova tendenza in fatto di capelli  che dagli Stati Uniti sta incuriosendo sempre più a partire dall’esperienza raccontata dalle due blogger Margaret Badore e Katherine Martinko che per 20 giorni hanno lavato i capelli acqua e bicarbonato di sodio mettendo da parte shampoo e altri prodotti simili, verificando come solo dopo 3 settimane la chioma è apparsa subito più lucida, per nulla grassa e pulita a fondo (la prima fase dell’esperimento dello blogger utilizzando solo acqua non ha dato buoni risultati).

Per un non-shampoo di capelli media lunghezza sono sufficienti un paio di cucchiai di bicarbonato da mescolare con un pò d’acqua fino a formare una cremina con cui andare a massaggiare capelli e cute bagnata, proprio come un normale shampoo, dedicando maggior attenzione alla zona della nuca, delle basette e di eventuali frange o ciuffi che sono i punti tendenzialmente più grassi.

Per rendere ancora più efficace l’azione dello shampoo a base di bicarbonato si può completare il trattamento utilizzando l’aceto di mele per la fase del risciacquo.

Utilizzare il bicarbonato di sodio come alternativa allo shampoo è solo uno dei suoi innumerevoli usi di bellezza, così come non è l’unico elemento naturale che si può scegliere per il No Poo, basti pensare alla farina di ceci o allo zucchero, quest’ultimo mescolato al balsamo per il co-washing.