Penelope e Fibre di rose per la moda ecosostenibile di Animami

22
animami moda

La bellezza e la qualità di un capo che si indossa è data da tanti fattori: il taglio, la creatività, la cura per i dettagli e naturalmente il tessuto e nel settore del fashion si assiste sempre di più ad una ricerca di tessuti green e per la cui produzione si tengono presenti concetti come sostenibilità ambientale e benessere finale per il consumatore che li indosserà a contatto con la pelle.

Elementi naturali, tessuti preziosi eco sostenibili, colori e stampe vegetali e profumi di bosco, il tutto riunito ed interpretato in collezioni dal raffinato design sartoriale sono i tratti distintivi del brand Animami, nato dall’incontro dell’idee, delle mani e delle anime di tre donne (Paola, Laura e Cristina) che hanno dedicato a Penelope il tessuto che autoproducono a partire dalla lana, recuperando antiche tecniche di produzione del feltro e di colorazione dei tessuti.

Penelope nasce dalla rivisitazione di una tecnica di tessitura del vello di pecora  molto diffusa  nelle civiltà contadine delle Alpi ma in Animami la lana incontra la seta o lo chiffon dando vita ad una texture  sottile, libera da trama e orditi e dalle caratteristiche sensoriali uniche che prende vita mescolando con le mani le due fibre che danno vita ogni volta ad un tessuto unico ed originale per trama prima e per colori dopo grazie ai pigmenti naturali utilizzati che creano durante la lavorazione sfumature chiaro scure, di lucentezza  e opacità ogni volta diverse.

L’unicità dei tessuti utilizzati per la realizzazione dei capi Animani continua con la Fibra di rose, una green fiber ricavata dalle proteine e dalla cellulosa contenuti  negli scarti di cereali con cui si riescono a trasferire a servizio del benessere del corpo quelle che sono le caratteristiche e le qualità della cellulosa. Il tessuto di Fibra di rose riesce ad assorbire il sudore lasciando il corpo perfettamente asciutto, sfruttando le proprietà  igroscopiche  della cellulosa (assorbe umidità ambientale fino a 10 volte il proprio peso) potenziate dalla superficie a nido d’ape della fibra; quest’ultima inoltre crea una sorta di barriera da agenti chimici e cattivi odori.

La fibra di rose è molto resistente a muffe e batteri, sopporta con tranquillità numerosi lavaggi e una volta asciutta  torna in forma naturalmente senza bisogno di essere stirata. Morbida  e sottile  si conforma perfettamente al corpo, assecondandone forme e movimenti e per questo motivo è stata scelta come tessuto per Seconda pelle, la sottoveste che si trasforma in overwear mentre fa capolino sotto una giacca o un caldo cardigan.

Penelope e Fibra di rose sono i tessuti più originali utilizzati per la realizzazione dei capi Animami (abiti, top, pantaloni, maglie lunghe e corte, spolverini, giacche e soprabiti, la sottoveste Seconda pelle) per cui vengono utilizzati anche lana (100%) lana cotta (100% lana merinos), lana seta (54% seta 46% lana), maglia di lana (48% lana 7% cachemire 30% viscosa 15% PA) e seta (100%), tutto  declinati nei colori peonia, glicine, alcanna, noce e bucaneve, tutti realizzati con una tecnica di tintura artigianale con pigmenti vegetali, procedente con piccoli pezze di tessuto per volta che assorbono i colori in maniera unica ed inimitabile.

L’atelier Animami è presente a Monza in Via Carlo Cattaneo 15 ma è possibile anche acquistare online capi e tessuti a metraggio sullo shop online di animami.it