Perché il Bucato puzza di Asciugamano bagnato? Non tutti conoscono la soluzione

140
bucato-puzza-di-asciugamano-bagnato

Non capita raramente, ahimè, che dopo un attento lavaggio in lavatrice il bucato emana cattivo odore.

Questo può essere attribuito a vari fattori, ma quella che si sente di solito è una sorta di puzza di asciugamano bagnato, ovvero quella attribuita all’umidità.

Ma perché si verificano fattori del genere all’interno del nostro elettrodomestico?

Oggi vedremo insieme quali possono essere le cause e scopriremo i rimedi più efficaci per evitarlo!

Possibili cause

Ora vediamo quali sono le possibili cause che provocano odori poco gradevoli al bucato:

  • Cestello chiuso: quando si termina un lavaggio, è fondamentale aprire subito il cestello della lavatrice per far evaporare l’acqua in eccesso rimesta sui vestiti, altrimenti si incorre alla puzza di umidità e di acqua stagnante.
  • Mancata pulizia dell’elettrodomestico: la lavatrice va curata interamente almeno una volta al mese, partendo dal cestello e andando poi verso gli altri elementi.
  • Troppo o poco detersivo: il detersivo in eccesso resta incastrato all’interno delle fibre dei tessuti e provoca cattivo odore. Stessa cosa, all’inverso, succede se se ne mette troppo poco.
  • Lavaggio sbagliato: ogni indumento possiede un’etichetta con le indicazioni di lavaggio. Se si sbaglia lavaggio ripetutamente, i panni non avranno odori gradevoli.

Queste sono, in linea di massima, le problematiche principali che potete riscontrare quando notate la puzza di asciugamano bagnato.

Rimedi facili e veloci

Ma ora passiamo subito ai rimedi che potete adottare per dire addio a questo problemino!

Usare il bicarbonato

La prima soluzione che potete adottare è usare il bicarbonato!

Questo elemento è fantastico perché cattura i cattivi odori in poco tempo ed è estremamente indicato per il lavaggio dei tessuti bianchi.

Dunque quello che dovrete fare è mettere un misurino di bicarbonato di sodio all’interno del cestello quando preparate il lavaggio.

Vedrete che otterrete un ottimo risultato!

Ricordo di prediligere questo rimedio prettamente con i panni bianchi.

Aceto bianco

Ora passiamo all’aceto bianco, un altro trucchetto della Nonna che ormai è irrinunciabile all’interno della lavatrice!

L’aceto non solo sgrassa e toglie i cattivi odori, ma rende anche molto morbide le fibre dei tessuti!

Se lo volete usare per i vostri lavaggi non dovrete far altro che mettere 1 tazzina di prodotto e 1 cucchiaino di olio essenziale a vostro piacimento all’interno della vaschetta dell’ammorbidente.

Avviate il lavaggio ed ecco fatto!

Acido citrico

Un altro rimedio che dovreste provare è senza dubbio l’acido citrico!

L’uso di questo elemento estratto naturalmente dagli agrumi prende sempre più piede tra gli amanti dei rimedi naturali.

Rappresenta, inoltre, la migliore alternativa possibile agli ammorbidenti industriali e rende il bucato perfetto!

Dovrete semplicemente sciogliere 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua. Successivamente andate ad aggiungere 1 cucchiaino di olio essenziale.

Ottenuta la soluzione, aggiungetene 100 ml nella vaschetta dell’ammorbidente ad ogni lavaggio e addio puzza di asciugamano bagnato!

Pulizia della lavatrice

Come accennato tra le cause dei cattivi odori, la pulizia della lavatrice è fondamentale.

A tal proposito vi suggerisco, almeno una volta al mese, di effettuare dei lavaggi a vuoto a temperature alte e con ingredienti naturali.

Potete mettere 2 tazze d’aceto nel cestello oppure 2 bicchieri di bicarbonato di sodio, mezzo kg di sale grosso, 150 grammi di acido citrico sciolti in 1 litro d’acqua.

Insomma, basta scegliere il metodo che volete prediligere e la lavatrice tornerà come nuova!

Avvertenze

Consigliamo di leggere sempre le etichette di lavaggio dei vestiti e di consultare eventuali istruzioni di fabbrica.