Perché il Termosifone puzza? Ecco il Motivo che molti ignorano

317
perche-termosifone-puzza

Nei mesi freddi non c’è niente di meglio che sfuggire al gelo accendendo i termosifoni in casa!

Il calore generato dai radiatori tiene alta la temperatura nelle nostre stanze, aumentando il nostro confort e quello degli ospiti, evitandoci colpi di freddo e migliorando l’atmosfera in casa.

Capita, però, sentirli emanare un cattivo odore proprio quando li accendiamo: una puzza di bruciato mista, spesso, a un odore amarognolo.

A volte quest’odore è talmente intenso da farci chiedere se sia il caso di cambiare termosifone. In realtà, quasi sempre si tratta di un problema facilmente risolvibile.

Scopriamo perché il termosifone puzza e come rimediare.

Cause

La causa principale di questo problema è un accumulo di polvere all’interno del termosifone. Ammassandosi, la polvere crea dei veri e propri “batuffoli” che, con l’alta temperatura, si bruciano ed emano un brutto odore.

Altre volte, la puzza può dipendere da altri tipi di sporco che si accumula tra le fenditure, in particolare dal grasso.

Caso più raro, può dipendere dalla vernice del termosifone che si sta staccando e che lascia parti scoperte che tendono ad arrugginire.

In quest’ultimo caso, chiamate un tecnico o un professionista per risolvere il problema.

Pulire il termosifone

La soluzione consiste, quindi, nel pulire il termosifone a fondo eliminando la polvere e lo sporco, in modo da rimuovere tutto quel materiale che può “bruciare” ed emanare un brutto odore.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Ricordate che la pulizia deve essere regolare.

Sapone di Marsiglia

Il rimedio più semplice e pratico da utilizzare è sicuramente il sapone di Marsiglia.

Vi basterà sciogliere 30 grammi di scaglie (se solido) o un cucchiaio (se liquido) in circa un litro d’acqua calda e passare il composto su tutta la superficie del termosifone con l’aiuto di una spugnetta o di un panno in microfibra.

Per avere anche un effetto sbiancante e smacchiante, ottenibile in svariati modi, potete aggiungere un cucchiaio di bicarbonato.

Aceto bianco

Un altro metodo consiste nell’utilizzare l’aceto bianco che riesce a eliminare tutta la polvere che si deposita sul termosifone, anche i granelli più piccoli.

Sarà sufficiente diluirne un bicchiere in un secchio d’acqua e passare il composto sul termosifone con l’aiuto di un panno. Basta una sola passata!

Panno in microfibra

Ma come fare a eliminare la polvere anche all’interno del termosifone? Semplice: basta un panno in microfibra.

Questo panno, infatti, è estremamente sottile e, con un po’ di attenzione, riuscirete a passarlo tra le fessure del termosifone fino alle parti più interne.

Per facilitarvi il lavoro, potete fare un nodo in uno degli angoli, inserire il panno nella fessura con il nodo nella parte interna e farlo scorrere.

Phon

Per togliere polvere e sporco dall’interno dei termosifoni potete ricorrere al trucchetto del phon.

Dovrete semplicemente accendere il phon con getto freddo e indirizzarlo all’interno.

Prima di iniziare, però, ricordate di tenere il termosifone spento e mettete due panni in microfibra uno dietro e uno sotto il termosifone: in questo modo, la polvere finirà direttamente sui panni.

E per profumare la stanza?

Pulire può non bastare. Se volete che il vostro termosifone emani un bell’odore, dovete fare un gesto molto semplice.

Vi basterà mettere qualche goccia di olio essenziale profumato nell’acqua del deumidificatore appeso al radiatore.

In questo modo, con il calore, l’acqua resa profumata evapora e diffonde nell’aria un gradevolissimo odore.

Potete scegliere l’olio essenziale dal profumo che più vi piace. Ideali per gli ambienti domestici sono quello alla lavanda o agli agrumi, ma potete scegliere anche altre opzioni per una profumazione duratura.

N.B: usate solo oli essenziali profumati naturali e senza additivi chimici.

Puzza dallo sfiatatoio

Fino ad ora abbiamo visto cause e rimedi dei cattivi odori provenienti dal termosifone.

Caso diverso è quando ad avere un cattivo odore è l’acqua, così come possiamo percepire quando apriamo lo sfiatatoio.

Che l’acqua interna abbia un odore non proprio gradevole è normale, in quanto quello all’interno del termosifone è un circuito.

Se, però, l’odore è davvero insopportabile, potrebbe trattarsi di un problema più grave ed è il caso di chiedere consiglio a un professionista.

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".