Portare il reggiseno anche di notte aiuta ad avere un seno sodo e bello?

2044

Che il seno sia una delle parti più delicate del corpo femminile questo è certo. La sua composizione e le funzioni naturali cui è predisposto lo rendono ancora più vulnerabile al decorso del tempo che ne induce modificazioni significative, come svuotamento a seguito di allattamento ripetuto, cadenza per l’azione costante della forza di gravità, dimagrimenti e sbalzi ormonali.. sono solo alcuni dei fattori che incidono sulla bellezza del seno.

Ma quali sono le regole cui effettivamente attenersi per contrastare decadimenti e perdita di tono?

E’ da premettere che solo raramente, in virtù di caratteristiche corporee personali o ereditarie, nonostante il tempo, una donna riesca a mantenere un seno da ragazzina. Si tratta di un decorso naturale che del resto concerne ogni altra parte del nostro corpo. Ma svolgere delle azioni corrette può quantomeno diminuire i segni del tempo e ritardare così anche gli inestetismi.

Al riguardo ancora oggi ci sono pareri contrastanti circa le abitudini da seguire, soprattutto sui presunti benefici di portare il reggiseno tutto il giorno, anche di notte. Le nostre nonne erano di questa idea, convinte che sostenerlo anche mentre si dorme fosse una mossa intelligente. Ma è veramente utile?

Secondo ricerche svolte dal 1991 ad oggi, a cura del ricercatore Syd Singer e sua moglie, il reggiseno causa cancro al seno; sarebbe quindi estremamente dannoso portarlo anche di notte, perché vorrebbe dire effettuare una costrizione costante che a lungo andare, provoca la chiusura dei dotti linfatici, indispensabili  in quanto deputati al drenaggio di liquidi e soprattutto di scorie che ivi si accumulano, trasportando il liquido linfatico verso i grandi gruppi di linfonodi posti nelle ascelle e nella parte alta del torace. Dopo 15/20 anni di drenaggio linfatico ostacolato da reggiseni, può comparire il cancro al seno che appunto è determinato dall’accumulo di tossine in questa zona.

Le loro ricerche hanno inoltre evidenziato che nelle popolazioni più povere dove il reggiseno non è indossato, il cancro al seno ha un’incidenza molto più bassa rispetto ai paesi in cui le donne lo utilizzano costantemente. Nel primo caso c’è solo 1 probabilità su 168 di sviluppare una forma tumorale. Nei paesi più evoluti sale nettamente la percentuale di casi, e sono proprio quelli in cui le donne hanno dichiarato di portarlo anche di notte. Secondo poi un recente studio in corso, in Francia, tra i ricercatori di Besancon, il più famoso indumento femminile non sarebbe neanche in grado di sostenere e quindi garantire effettivamente seni più sodi. L’assunto in corso di definizione e prove schiaccianti è che il seno diventa bello e prosperoso solo se rimane libero!

Dunque, signore donne, dati alla mano, anche se avete un seno extra large, evitatene l’utilizzo di notte, nel modo più assoluto. Il seno ha bisogno di respirare e svolgere quelle funzioni naturali per rimanere in salute. Di giorno, lo si può indossare ma con delle precauzioni . E’ preferibile  utilizzare nella maggior parte dei casi lingerie di cotone, senza ferretti o elementi troppo rigidi e soprattutto fare attenzione a che il reggiseno non sia troppo stretto: devono passare due dita sotto la fascia ascellare e sotto le bretelle.

Via libera invece a ginnastica mirata, trattamenti di benessere zonali, automassaggio da eseguire anche quotidianamente dopo la doccia, con olio di avocado, d’argan o di jojoba che rallentano l’invecchiamento cutaneo grazie alle vitamine antiossidanti e al tempo stesso idratano, ristrutturando la pelle in profondità.

Anche terminare la doccia con un getto d’acqua fredda sul seno ha un effetto vasocostrittore che stimola la microcircolazione, migliorando gli scambi cellulari e astringendo i tessuti, avendo azione tonificante.