Aceto di mele e l’organismo si rigenera

7.029 views
aceto di mele

Sempre a caccia dei rimedi naturali per stare in forma e in salute, oggi vogliamo parlarvi delle proprietà benefiche dell’aceto di mele, non solo condimento delle nostre insalate ma vero e proprio toccasana per l’organismo, da assumere anche disciolto in semplice acqua per curarsi e prevenire alcuni disturbi, incluso il sovrappeso.

Perché l’aceto di mele fa bene?

L’aceto di mele è un concentrato di vitamine, godendo del più alto numero di specie rispetto ad altri aceti come quello di vino, dato che possiede vitamine del gruppo A,B,C, D,E, K, J e B12 . Queste chiaramente svolgono funzioni essenziali, ognuna per le sue caratteristiche, nel garantirci tutti gli elementi di supporto al nostro organismo.

Anche i minerali trovano in questo aceto una buona concentrazione: in primis il potassio,  indispensabile nutriente dei nostri tessuti muscolari, che se assunto regolarmente, tiene lontani crampi, acido lattico, stiramenti, contribuendo a formare una massa muscolare più resistente ed elastica nel suo complesso.

A questo si aggiungono magnesio, fosforo, cloro, zinco fluoro, silicio, calcio e ferro, per citare solo quelli presenti in maggiore quantità.

Proprietà dell’aceto di mele

La sua caratteristica principale è quella di essere un potente antibatterico e antiparassitario, motivo per cui è consigliato assumerne una piccola quantità ogni giorno come un cucchiaino di aceto sciolto in mezzo bicchiere d’acqua, per eliminare o prevenire disturbi  a carico dell’intestino e del fegato, a seguito per esempio di alimentazione poco salubre, di incerta provenienza, non fresco e con elevata quantità di pesticidi e altri agenti nocivi per la nostra salute.

Consideriamo che oggi quasi tutto quello che mangiamo è ricco di tali sostanze per cui assumere l’aceto di mele diventa un reale modo di proteggersi dall’attacco di virus, contaminazioni, salmonella etc.

Noto è il suo potere di brucia grassi. Si può grazie ad esso, ottenere una perdita di peso costante ma graduale che ci permette già dopo due mesi di notare la diminuzione dei centimetri delle nostre circonferenze.

Questo è possibile perché l’aceto di mele velocizza il metabolismo e quindi permette di bruciare più facilmente quello che si mangia oltre che farci stare meglio, senza pesantezza dopo pasto e gonfiori addominali.

L’aceto di mele è utile in caso di eritema solare o scottature dovute al sole: Diluendolo in acqua (altrimenti è troppo concentrato e potrebbe causarvi irritazioni!) può essere usato per fare degli impacchi rinfrescanti.

Per questa funzione, prima di ogni pasto ponete un cucchiaino di aceto sotto la lingua e tenetelo per 1 minuto. Se non reggete il sapore acre, scioglietelo in mezzo bicchiere di acqua ma versateci un intero cucchiaio.

Ecco perché assumere regolarmente l’aceto di mele migliora la digestione riducendo i problemi relativi per esempio al reflusso gastroesofageo, per citarne uno.

La sua composizione inoltre ha un alto potere anti tumorale, grazie anche alla funzione alcalinizzante del sangue, che dunque combatte l’acidità, terreno di sviluppo di svariate patologie.

Il potassio poi facilita il trasporto degli elementi nutritivi nelle cellule, rimuovendo al tempo stesso il materiale di scarto, quindi tutto ciò che sovraccarica e intossica. Questo aiuta a rafforzare inevitabilmente anche il sistema immunitario, invertendo il processo di invecchiamento, con azione antiossidante.

Questa qualità di aceto rallenta il processo di indurimento del sistema vascolare , fondamentale per la salute circolatoria nelle vene e nelle arterie.

Assunto la sera, prima di coricarsi, cura l’insonnia e la spossatezza cronica.

In caso di emicrania, riempite un pentolino con acqua e aceto in parti uguali; portate lentamente ad ebollizione. Fatto ciò, togliete il pentolino dal fuoco e chinatevi con il viso su di esso a respirarne i vapori. Se soffrite di giramenti di testa invece assumete un cucchiaino di aceto in mezzo bicchiere d’acqua prima di ogni pasto.

Seguite questa posologia per almeno due tre settimane e vedrete che ci sarà un netto miglioramento, con crisi molto meno frequenti.

Per il mal di gola, utilizzate la posologia descritta sopra per fare dei gargarismi, conclusi i quali, deglutite per permettere che l’aceto disinfiammi anche le parti più profonde della gola.

Per questi usi è sempre bene scegliere un aceto di mele biologico, in quanto in commercio si trovano anche qualità scadenti che non hanno lo stesso effetto benefico perché non si utilizzano mele intere ma solo parti di mele di scarto come i torsoli o le bucce, queste ultime sono meno ricche di nutrienti e proprietà e inoltre possono contenere svariati veleni e pesticidi.

Ecco perché è importante leggere bene l’etichetta assicurandosi che sia biologico, acquistandolo nei negozi biologici o nelle erboristerie. Il costo sarà leggermente superiore rispetto alla media ma ne guadagnerete molto.