Quali sono gli Elettrodomestici che consumano di più in Casa?

136
elettrodomestici-che-consumano-di-piu

Gli elettrodomestici sono parte integrante della nostra casa.

Chi più chi meno, tutti ne hanno almeno due, come lavatrice e frigorifero che sono fondamentali. A questi poi si aggiungono lavastoviglie, asciugatrice e così via.

Sebbene tutti consumano energia, ci sono alcuni elettrodomestici che comportano un costo maggiore a fine mese.

Scopriamo insieme quali sono!

Frigorifero

Al primo posto c’è il frigorifero ed è quello che consuma di più per un semplice motivo: deve stare costantemente acceso.

Ha bisogno, dunque, di una buona dose di energia ogni giorno, si stima che consuma dai 5 agli 8 euro quotidianamente.

Dei piccoli accorgimenti possono fare in modo di attenuare questi cosi, eccone alcuni:

  • Non aprire inutilmente la porta del frigo e controllare più cose insieme (cosa serve per la spesa, la presenza di alimenti per cucinare e così via);
  • Non mettere il frigorifero vicino a fonti di calore altrimenti dovrà impiegare il doppio dell’energia per mantenere la temperatura interna costante e fredda;
  • Posizionarlo ad almeno 10 cm dal muro;
  • Evitare, se possibile, di comprare frigoriferi ad incasso, meglio quelli stand alone che oggi in commercio sono sempre più belli e definiti del design;
  • Tenerlo sempre ordinato in modo da orientare meglio l’occhio quando lo si apre e non perdere tempo con l’elettrodomestico aperto.

Lavastoviglie

Dopo il frigo troviamo la lavastoviglie tra gli apparecchi elettronici più dispendiosi.

Questa consuma sia acqua che energia, quindi va a gravare su due bollette. Inoltre, se la si mette troppo sotto sforzo, consumerà più di quanto consumerebbe in maniera normale.

Ecco alcune cose da tenere d’occhio per ridurre i costi:

  • Sciacquare per bene i piatti prima di metterli nel cestello, altrimenti occorrerà più di un lavaggio;
  • Fare estrema attenzione al calcare, ai residui di cibo e mantenere l’elettrodomestico pulito con dei lavaggi a vuoto ogni mese;
  • Avviare il lavaggio solo quando la lavastoviglie è piena;
  • Sfruttare le fasce orarie in cui si la corrente si paga di meno, ovvero nel weekend e nei giorni feriali dalle 19:00 alle 07:00 del mattino.

Lavatrice

A seguire abbiamo la lavatrice che, proprio come la lavastoviglie, consuma doppiamente sulla bolletta a causa di acqua ed energia.

Le lavatrici moderne e di classi tecnologiche avanzate permettono di consumare di meno e di adottare dei programmi eco.

Anche in questo caso vale la regola delle fasce orarie per risparmiare, sono praticamente le stesse della lavastoviglie, basta organizzarsi e fare attenzione.

Infatti con le nuove impostazioni si può programmare l’orario di inizio della lavatrice, dunque può avvenire anche durante la notte.

Ricordate che è sicuramente importante non caricare eccessivamente il cestello, ma nemmeno riempirlo a metà sprecando un sacco di lavaggi.

Pc e Tablet

Una cosa che si sottovaluta tantissimo in casa sono le ricariche dei dispositivi elettronici, soprattutto PC e Tablet.

Questi due modelli di apparecchiature elettroniche necessitano di un sacco di energia elettrica per compiere un’intera carica.

C’è da considerare, inoltre, che chi usa il PC o il Tablet per lavoro ha bisogno di caricarli anche più volte al giorno e quindi i costi si alzano.

Un’abitudine intelligente che potete adottare è farli caricare fino al massimo e dopo staccare il cavo sia dal dispositivo sia dalla corrente in modo da non incorrere alla carica fantasma.

Questo va anche a migliorare le prestazioni dei dispositivi che non perderanno la capacità di carica nel giro di un anno.

Ferro da stiro

Continuiamo la lista degli elettrodomestici che consumano di più con il ferro da stiro!

È incredibile trovare un elettrodomestico così piccolo tra quelli che gravano maggiormente sulla bolletta a fine mese, eppure l’energia che il ferro da stiro impiega per svolgere le sue funzioni è davvero molto alta.

A differenza degli altri elettrodomestici non ci sono particolari accorgimenti che si possono fare, a parte sfruttare sempre le fasce orarie sopra indicate nel paragrafo della lavastoviglie.

Tuttavia stirare è un compito manuale, ahimè non si può programmare tranquillamente come si fa con lavatrice o lavastoviglie, per cui anche gli orari sono una cosa strettamente soggettiva.

La cosa però a cui potete rimediare è cercare di lavare e stendere i panni in modo da non avere pieghe.

Di conseguenza non ci sarà bisogno di stirare tutti quei panni!

Forno

Una cosa di cui non si può fare a meno è il forno, tanto utile quanto dispendioso!

Se siete in fase d’acquisto di quest’elettrodomestico, vi suggerisco di prenderne uno elettrico perché quello a gas consuma molto di più.

Ad ogni modo, che sia a gas o elettrico, si prende una bella fetta di bolletta tutta per sé.

Gli accorgimenti che si possono avere sono sicuramente mantenerlo super pulito per quanto possibile, non aprire continuamente lo sportello mentre è in uso e cercare di preparare più pietanze insieme.

Asciugacapelli

Infine non può mancare l’asciugacapelli al nostro appello. Analogamente al ferro da stiro, si tratta di un elettrodomestico piccolo, ma tanto dispendioso.

Se lo si usa frequentemente, il costo sulla bolletta sale in maniera imponente, per cui bisogna trovare delle piccole soluzioni.

Attenzione! Lasciare che i capelli bagnati si asciughino da soli non è la soluzione adatta. Anzi, è severamente sconsigliato.

Dunque, una soluzione intelligente da adottare è acquistare un phon molto potente così che possa svolgere prima il suo lavoro comportando il risparmio economico.