Come eliminare il calcare dalla lavastoviglie e non avere bicchieri opachi!

976
calcare-lavastoviglie

Il calcare, si sa, è uno dei problemi più ostici che abbiamo in casa in quanto tende a depositarsi ovunque e, a volte, è davvero difficile da rimuovere.

La cosa peggiore, poi, è quando si accumula all’interno degli elettrodomestici.

In questo caso, infatti, non solo non è visibile ma potrebbe anche compromettere la loro giusta funzionalità.

Oggi, in particolare vi vogliamo parlare del calcare che si accumula nella lavastoviglie che non vi permette di avere bicchieri puliti e brillanti.

Per fortuna, però, possiamo ricorrere a degli ingredienti naturali per liberarci dal calcare nella lavastoviglie in maniera facile e veloce così da non avere mai più bicchieri opachi!

Vediamo insieme quali sono!

N.B Vi consigliamo di consultare sempre le indicazioni di produzione prima di cimentarvi nella pulizia seguendo i nostri rimedi.

Aceto bianco

Il primo rimedio che vogliamo proporvi è l’aceto bianco, molto noto per le sue proprietà pulenti e anti-calcare.

Inoltre, è molto utile per neutralizzare i cattivi odori che spesso troviamo nella lavastoviglie a causa del continuo contatto con i ristagni di acqua.

Prendete, quindi, un bicchiere di aceto e appoggiatelo sul cestello superiore dell’elettrodomestico.

A questo punto, azionate un lavaggio a vuoto ad alte temperature.

L’aceto aiuterà a sgrassare la lavastoviglie e a sciogliere il calcare che si è formato al suo interno.

Acido citrico

Se, invece, preferite un’alternativa più ecologica all’aceto, vi consigliamo l’acido citrico.

Quest’ingrediente è contenuto negli agrumi e si rivela altrettanto efficace per disincrostare le superfici e rimuovere il calcare.

Anche in questo caso il rimedio è molto semplice in quanto vi basterà semplicemente sciogliere in 1 litro di acqua 150 grammi di acido citrico.

Versate, quindi, la miscela nella lavastoviglie e attivate un lavaggio ad alte temperature.

In alternativa, potete anche versare il contenuto in una tazza e posizionarla sul cestello.

E voilà: la vostra lavastoviglie sarà libera dal calcare!

Bicarbonato di sodio

Ovviamente, non poteva mancare il nostro amato bicarbonato, l’ingrediente dai mille utilizzi nella pulizia domestica.

Il bicarbonato è un anticalcare naturale che vanta anche un alto potere sgrassante. Inoltre, è in grado anche di neutralizzare i cattivi odori.

Per questo rimedio, tutto ciò che vi occorre è una manciata di bicarbonato da distribuire all’interno della lavastoviglie.

Quindi, attivate il ciclo di lavaggio a vuoto ad alte temperature.

In alternativa, potete anche aggiungere il bicarbonato in una ciotola e appoggiarla sul cestello.

Per un’azione ancora più efficace, poi, potete anche combinare l’aceto con il bicarbonato.

E il calcare sarà solo un brutto ricordo!

Sale

Un altro ingrediente in grado di eliminare il calcare è il sale, efficace anche per assorbire l’umidità.

Mettete, quindi, un bicchiere di sale grosso sul cestello e fate partire un lavaggio a vuoto ad alte temperature affinché si possa sciogliere.

Il sale aiuterà a diminuire la durezza dell’acqua e a liberare la lavastoviglie dal calcare!

Succo di limone

Infine, ecco l’ultimo rimedio con un altro ingrediente che sicuramente tutte avrete in casa: il limone.

Tutto ciò che dovete fare è dividere un limone in due parti e spremerli fino ad ottenere il succo.

A questo punto, aggiungete il succo di limone in un bicchiere e posate il bicchiere sul cestello del lavaggio.

In alternativa, potete anche utilizzare direttamente le due metà senza ricavarne il succo.

Quindi, azionate il ciclo di lavaggio a vuoto ad alte temperature.

I vostri bicchieri saranno lucidi e puliti come non mai!

Altri consigli utili

Per evitare che si formi il calcare e che invada la vostra lavastoviglie, vi consigliamo di utilizzare uno di questi rimedi almeno una volta al mese.

Inoltre, ricordate anche di pulire spesso la lavastoviglie per rimuovere batteri e sporcizia, cause primarie anche dei cattivi odori.

Togliete, quindi i filtri e lavateli con acqua e sapone. Dopodiché, smontate le eliche e utilizzate una spazzola per pulirle.

Infine, mettete in ammollo in una bacinella con acqua e aceto i cestelli.

Avvertenze

Vi consigliamo di seguire sempre le etichette di produzione del vostro elettrodomestico e i consigli di pulizia suggeriti.

Consultate un tecnico prima di cimentarvi nella pulizia di filtri ed eliche.

Pulizia degli elettrodomestici

Se avete voglia di pulire i vostri elettrodomestici, vi consigliamo altri post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.