Resveratrolo

43
vino rosso

Il resveratrolo è un fenolo, sostanza appartenente alla famiglia di composti polifenolici che secondo alcun studiosi sarebbe capace di prevenire numerose patologie, malattie e rallentare l’invecchiamento. In tanti conoscono questa sostanza perchè contenuta nel vino e proprio questa particolarità ha innescato stupore e interesse tra esperti del settore e non.

Perchè il resveratrolo è considerata una sostanza quasi “miracolosa”? Dove si trova? Quali benefici apporta? Ci sono controindicazioni del fenolo? Risponderemo a tutte queste domande citando anche alcuni integratori prodotti proprio con questa sostanza.

Cos’è il resveratrolo?

La sostanza polifenolica conosciuta come parte integrante della composizione del vino (soprattutto quello rosso) è in realtà presente in tante altre sostanze come:

  • acini d’uva
  • bacche
  • semi oleosi
  • arachidi
  • alcune piante

La concentrazione del resveratrolo è massima nel vino rosso e in minor misura in quello bianco e rosato. Lo troviamo nelle bucce degli acini di uva e in alcune piante a seconda dell’area geografica di coltivazione. Stesso discorso vale anche per il vino, dipende da dove viene prodotto e come viene fermentato.

Azione e benefici del resveratrolo

Il resveratrolo è una sostanza a cui gli scienziati riconoscono non pochi benefici che derivano dall’attività biologica del fenolo. Di seguito elenchiamo tutte le aree in cui agisce positivamente la sostanza:

  • antinvecchiamento
  • antiossidante
  • contro ossidazione del colesterolo
  • contro radicali liberi
  • cuore
  • fegato
  • integratore antitumorale

E’ bene precisare che l’effetto benefico antiossidante non può essere dimostrato sull’organismo umano, in quanto questi effetti sono stati osservati esclusivamente in vitro e non è possibile dare conferme scientifiche. Stesso discorso per cancro, cuore e fegato (questi ultimi due interventi benefici sono stati riscontrati solo nella medicina asiatica). Il resveratrolo deve essere impiegato e assunto in dosi molto basse.

Come assumere il resveratrolo

Il resveratrolo lo troviamo sotto forma di integratore alimentare in capsule da assumere dopo aver consultati il proprio medico. La dose di fenolo consigliata è 1 capsula al giorno prima di colazione per evitare l’assunzione in concomitanza di grassi.

E’ difficile stabilire scientificamente le dosi ottimali per avere i corretti benefici di resveratrolo. Alcuni ricercatori stimano la dose corretta sui 200/400 mg al giorno, se assunto da solo. Diverso il discorso se lo si assume in concomitanza con altri antiossidanti polivalenti come (acido lipoico, Vitamina E etc). In questo caso la dose di resveratrolo è un po’ inferiore rispetto alla soluzione pura.

Dal punto di vista commerciale sotto i 25 mg la dose quotidiana di fenolo è considerata quasi inefficiente.

Effetti collaterali del resveratrolo

Il resveratrolo è una sostanza di cui non sono noti eventuali effetti collaterali o tossici. In ogni caso non va mai assunto in gravidanza e allattamento, nei soggetti sensibili ad allergie e intolleranze, in pazienti con patologie gravi e insufficienze cardio-epatiche.

E’ consigliabile non assumere il resveratrolo con altri farmaci per possibili interazioni. Prima di assumere la sostanza rivolgersi al medico.