Gambe gonfie e pesanti?

309
gambe pesanti

Per molte di noi, le gambe gonfie e pesanti sono un problema con cui bisogna convivere tutto l’anno, ma durante il periodo estivo questo disturbo si acutizza insieme alla ritenzione idrica!

Il problema delle gambe gonfie e pesanti può colpire tutte noi, spesso indipendente dal peso, sia donne minute che donne in sovrappeso, in quanto le cause sono tante e diverse.

Prima di tutto la cattiva circolazione sanguigna e il tipo di lavoro che si svolge durante la giornata: stare ferme in piedi molto a lungo (ad esempio chi svolge il lavoro di commessa) o stare sempre sedute con le gambe accavallate. Queste sono posizioni che rallentano la circolazione del sangue, che fa fatica ad essere pompato dal basso verso il cuore (ecco perché anche i piedi e le caviglie spesso si gonfiano!).

Anche chi è in sovrappeso, soffre di ipertensione o utilizza come contraccettivo la pillola (i fattori ormonali non sono mai da sottovalutare), spesso si ritrova a fine giornata con le gambe pesanti e gonfie.

Le soluzioni miracolose non esistono per risolvere questo disturbo, ma impiegando piccoli accorgimenti quotidiani possiamo alleviare il disturbo:

– quotidianamente bisognerebbe indossare delle calze a compressione graduata (aiutano il sangue a tornare al cuore)

–  calzare un tacco medio (3cm) quindi scarpe né rasoterra né con il tacco altissimo

–  evitare capi d’abbigliamento costrittivi o troppo stretti che impediscono la circolazione (cinture, jeans, gambaletti etc..)

– mattina e sera massaggiare (dal basso verso l’alto) le gambe e i piedi con una crema apposita defaticante che aiuti la circolazione (conservatela in frigorifero e il piacere durante il massaggio sarà maggiore…)

– consumare i frutti di bosco che aiutano la circolazione (anche sotto forma di succhi di frutta)

– più volte al giorno poter tenere, anche solo per pochi minuti, i piedi in posizione sopra elevata rispetto al busto

– se si fa un lavoro sedentario sarebbe bene ogni ora camminare almeno un paio di minuti e quando si è sedute ricordarsi di ruotare spesso le caviglie in entrambi i sensi per agevolare la circolazione (almeno una decina di giri)

– durante la notte dormire con i piedi un poco più alti del busto (ad esempio inserendo un cuscino sotto al materasso dalla parte dei piedi)

– ridurre il sale nella propria dieta (compreso quello “nascosto” presente in tutti i cibi da forno, nei formaggi, nei cibi in scatola e negli alimenti confezionati)

– bere almeno due litri di acqua naturale al giorno (controllare però il tipo d’acqua che non deve essere troppo ricca di sodio!).

Non possiamo neanche esimerci dal rammentare che il fumo delle sigarette provoca un restringimento progressivo dei vasi sanguigni. II sangue così circola meno facilmente e ciò provoca ristagni e gonfiori.

Dal punto di vista dei massaggi, la miglior terapia per sgonfiare i tessuti è il drenaggio linfatico. Due o tre sedute a settimana saranno utili nei casi veramente acuti di ritenzione idrica, altrimenti è sufficiente una seduta a settimana. Un po’ di sana attività fisica quotidiana e una dieta moderata che aiuti a mantenere il peso forma sono sempre un grande aiuto.

Ottimi sono anche i trattamenti a base di estratti naturali: tutti i preparati a base di estratti di ribes nero sono dei veri attivatori della circolazione (si trovano in farmacia e in erboristeria). Il ribes nero è una pianta contenente vitamina P e agisce per inibizione enzimatica, per stabilizzazione del collagene, come antiossidante e antinfiammatorio.

Alla sera prima di coricarvi prendete l’abitudine di bere una tisana, chiedete al vostro erborista di fiducia di prepararvene una. Io vi consiglio di mescolare 30 grammi di peduncoli di ciliegia, 40 grammi di regina dei prati, 30 grammi di betulla bianca, 30 grammi di gramigna, 30 grammi di parietaria, 100 grammi di fucus, 25 grammi di asperella e 10 grammi di liquirizia. Fate bollire un litro di acqua per due minuti e aggiungete tre cucchiai della miscela. Lasciate in infusione una decina di minuti, filtrate e bevete l’infuso.

In farmacia si possono trovare diversi medicinali studiati per dare sollievo alle gambe pesanti ed affaticate: Venoruton Gel, spray o granulato, Antistax in Gel o compresse.

Infine, prendete l’abitudine di utilizzare il getto d’acqua fresca durante la doccia partendo dai piedi e risalendo verso il cuore. Alternando acqua tiepida e acqua fresca la circolazione sarà stimolata e i tessuti meglio irrorati. Non sarà certo una sofferenza visto il caldo di questi giorni.

Se poi siete al mare, camminare tutti i giorni per almeno un’ora con l’acqua che arrivi oltre le ginocchia: questo è un ottimo e piacevole massaggio per la circolazione delle gambe.

E’ comunque doveroso sottolineare che non sempre il gonfiore alle gambe è sinonimo di cattiva circolazione. Quando fa caldo si assiste ad una vasodilatazione. I vasi sanguigni, cioè, si dilatano e ciò rende meno facile il ritorno del sangue al cuore. Il risultato è che parte dei liquidi contenuti nel sangue fuoriesce dai vasi e si accumula nei tessuti, causando il gonfiore, anche in questo caso tutti i rimedi che via abbiamo suggerito sono ottimi se si vuole migliorare il problema.

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.