Proprietà e usi del sapone nero africano

481
sapone_nero hammam

Il sapone nero conosciuto anche come savon noir è un prodotto con origini antichissime tradizionalmente utilizzato negli Hammam in accompagnamento con uno speciale guanto esfoliante che si caratterizza per il particolare colore nero con sfumature ambrate, la consistenza pastosa, il profumo intenso ma gradevole e l’essere un prodotto vegetale e naturale, prodotto a partire da due ingredienti: olio naturale e cenere.

Il sapone nero ha un aspetto molto diverso rispetto ai classici panetti di sapone a cui siamo abituati nè si presenta in forma liquida ma piuttosto come una crema e pertanto va usato proprio come un cosmetico cremoso, spalmandolo sul corpo con le mani o utilizzando il kessa, lo specifico guanto esfoliante marocchino utilizzato negli Hammam che potenzia l’azione del sapone nero, sfruttando la maggior dilatazione dei pori ad opera del calore del vapore.

Ricco di vitamine, soprattutto A ed E, antiossidanti, ferro e polifenoli il sapone nero si caratterizza per l’azione purificante, antibatterica e antiossidante così da pulire a fondo la pelle ma in maniera delicata nutrendola allo stesso tempo; questo sapone è indicato per tutti i tipi di pelle, anche quelle più sensibili e in presenza di alcune problematiche come acne, secchezza cutanea ed eczemi; per le stesse proprietà viene anche utilizzato come shampoo in caso di forfora.

Il sapone nero si ricava lavorando insieme una base oleosa, tradizionalmente frutto della macerazione delle olive nere nell’olio (da qui si deve il colore scuro tendente al marrone con riflessi ambrati), e composti minerali come l’idrossido di potassio o le ceneri ad esempio di bucce di platano, foglie di palma o baccelli di cacao disciolte in acqua.

Per il normale utilizzo del sapone nero è sufficiente spalmarlo su tutto il corpo così da farlo agire e poi passare alla doccia, scegliendo o meno di potenziarne l’azione esfoliante impiegando un guanto con cui massaggiare il corpo; se si vuole sfruttare l’azione benefica del vapore che si trova nell’Hammam si può posizionare il getto molto caldo della doccia lontano e permettere al vapore che si crea di dilatare maggiormente i pori.

Abbinato al guanto il sapone nero può essere usato per dedicarsi a quelle zone del corpo spesso trascurate e che richiedono maggior idratazione come gomiti e talloni e che si presentano sempre più secche, bisognose di uno scrub levigante.

Il sapone nero, essendo tipico degli Hammam, viene spesso utilizzato anche in spa e centri benessere italiani dove è possibile acquistarlo, così come si trova in vendita in negozi specializzati in prodotti naturali ed erboristerie, ricordando la particolare formulazione cremosa di questo sapone al momento dell’acquisto e non confondendosi con il sapone nero per uso domestico, impiegato come sgrassatore.