TanGOBall, l’allenamento a portata di mano

51

Gli attrezzi per l’home fitness sono circondati da un’aura di scetticismo per vari motivi perchè spesso promettono risultati quasi “fantascentifici” o perchè già si è prevenuti sull’effettivo utilizzo che se ne farà passato l’entusiasmo iniziale. Invitati anche dalla spesa iniziale grazie ad un’offerta su Groupon (19,99 € a fronte del prezzo pieno di 39,99€) abbiamo deciso di provare TanGOBall invitati anche dalla descrizione che lo pubblicizza come strumento per rafforzare la muscolatura, divertirsi o semplicemente trovare un antistress.

Come funziona TanGOBall

Scopriamo innanzitutto com’è fatto TanGOBall: si tratta di una sfera gialla in plastica rigida (che a me ha subito ricordato visivamente una pallina da tennis) inserita in una struttura anch’essa di plastica con una base piatta provvista di display così da poter visualizzare il numero di giri effettuati.

La sfera è provvista di un cordoncino che va infilato in una delle sue estremità e avvolto come uno yo-yo; estraendo questo cordoncino viene attivato il movimento ma è possibile farlo anche semplicemente agitando TanGOBall che inizierà ad esercitare una forza centrifuga ed una resistenza tale da allenare la muscolatura senza bisogno di ulteriori attrezzi, eseguendo solo dei movimenti circolari con la mano. Le prime volte si prova una sensazione strana e sembra quasi di non riuscire a trattenere TanGOBall in mano ma ci si abitua rapidamente.

Altrettanto semplice è regolare il grado di allenamento, infatti è sufficiente aumentare o rallentare la velocità dei movimenti rotatori.

TanGOBall ha il vantaggio di poter essere utilizzato anche quando l’allenamento è l’ultimo dei nostri pensieri! Ad esempio quando si sta vedendo la tv, si è al pc o in poltrona e ben presto ci si dimentica addirittura che la si sta utilizzando tanto diventa naturale il movimento che, in effetti, può diventare un valido sostituto allo “strizzamento” delle palline antistress in gommapiuma.