Trattamenti di bellezza: per un risultato ottimale segui il ciclo ormonale

558

Le quattro settimane che compongono il ciclo femminile offrono momenti diversi per rendere più efficaci i trattamenti beauty. Facciamo il punto: la prima settimana è considerata quella del ciclo mestruale, la seconda quella della fase follicolare, la terza quella dell’ovulazione e la quarta quella della fase luteinica.

Per depilarsi con la ceretta, il periodo migliore per sentire meno il dolore è la seconda settimana, grazie ad un mix di endorfine ed estrogeni, infatti, si percepisce meno il dolore dello strappo. Perciò questo è il momento ideale per aggiustare le sopracciglia, strappare i baffetti, depilare le gambe e le ascelle.

Purtroppo però, non coincide con il momento più lento della crescita del pelo, che è quello durante i giorni in cui sei mestruata (cioè quella definita la prima settimana del ciclo femminile). La depilazione effettuata proprio in “quei giorni”durerà di più, lasciando la pelle liscia anche tre settimane. Il trucco è anche utilizzare (sempre) dopo la depilazione, i prodotti appositi che rallentano la ricrescita del pelo. Sono creme o gel freschi e non unti che contengono papaina e tripsina.

La guerra alla cellulite va combattuta (purtroppo) durante tutti i giorni dell’anno, però l’attacco drastico deve essere eseguito sempre la terza settimana del ciclo. Il periodo critico per la cellulite coincide, infatti, con i primi sette giorni della fase progestinica. In questo momento l’organismo, per favorire l’annidamento dell’eventuale ovulo fecondato, è portato ad accumulare molti liquidi, che naturalmente si depositano sulla pancia, sui fianchi e sulle cosce. Quindi la lotta alla ritenzione idrica in quei giorni deve essere senza sosta.

Bisogna applicare creme drenanti a base di centella asiatica, caffeina ed escina. Associando anche il consumo di tisane depurative e diuretiche che contengano bromelina (l’estratto dell’ananas), il tè verde e il tarassaco. Ottimi risultati con i trattamenti drenanti si ottengono anche la quarta settimana del ciclo. Infatti, in quei giorni la pelle è molto ricettiva, reagendo meglio ai principi anti-cellulite e l’ideale sarebbe poi poter effettuare un massaggio linfodrenante.

La terza e la quarta settimana sono l’ideale anche per la cura professionale del viso come la pulizia della pelle dall’estetista e il peeling. Nella settimana che precede le mestruazioni, gli ormoni aumentano e la pelle appare più impura e spesso può comparire qualche brufoletto. Questo è il momento per usare prodotti detergenti dermopurificanti, sebotrattanti e astringenti.

La prima settimana del ciclo è l’ideale per iniziare una dieta, solitamente si ha meno appetito e gli ormoni (estrogeni e testosterone) sono a livelli minimi. La dieta ideale dovrebbe comprendere carne rossa e pesce, per l’elevato apporto di ferro, oltre a molte verdure fresche. No però a legumi, mais e patate, verdure troppo ricche di zucchero.

Alla terza settimana (diciamo dal quattordicesimo giorno!) aumenta, purtroppo, la voglia di dolci, carboidrati e cibi ipercalorici. Permesso quindi un quadratino al giorno di cioccolato fondente, ricco di triptofano, l’amminoacido che stimola la serotonina cioè il famoso ormone del benessere. Ma qui il problema sarà riuscire a fermarsi a un solo quadratino!

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.