Mai più argento annerito con l’acqua di spinaci!

283
acqua-spinaci-argento

Solitamente, siamo abituate a pensare agli spinaci come un ortaggio ricco di ferro, in grado di darci molta energia.

Gran parte di noi, infatti, è cresciuta con “Braccio di ferro” e con il culto degli spinaci come integratori eccellenti per essere super forti.

Ma sapevate che questo ortaggio a foglia verde non è solo un alimento da mangiare, ma può essere d’aiuto anche in casa?

Ebbene sì, sembra proprio che l’acqua di cottura degli spinaci possa essere utilizzata come un efficace detergente domestico per lucidare l’argento.

Quindi, cosa aspettiamo? Vediamo subito insieme come fare!

N.B Assicuratevi di poter utilizzare questo metodo per i vostri oggetti in argento.

Come fare

Se volete pulire la vostra argenteria annerita, l’acqua di cottura degli spinaci è il rimedio che fa per voi!

Sebbene, infatti, possa sembrare un po’ strano, questa acqua di cottura è ricca di antiossidanti in grado di rimuovere l’ossidazione dal vostro argento.

Fate, quindi, bollire gli spinaci e conservate, poi, l’acqua di cottura. Dopodiché, immergete i pezzi in argenteria al suo interno per almeno 10 minuti.

Infine, raccoglieteli e asciugateli con un panno morbido: il vostro argento sarà tornato al suo splendore iniziale!

Vi ricordiamo, però, di utilizzare l’acqua di cottura appena prodotta e non quella dei giorni precedenti; questa, infatti, potrebbe aver perso le sue proprietà, pure se conservata in frigorifero.

Video procedimento

Ecco un video dettagliato del procedimento per pulire l’argento con metodi naturali e casalinghi!

Altri rimedi casalinghi per lucidare l’argento

Oltre all’acqua di cottura di spinaci, però, ci sono altri rimedi casalinghi in grado di rimuovere l’ossidazione dall’argento e riportarlo alla sua lucentezza originaria.

Vediamoli insieme!

Patate

Oltre all’acqua di cottura di spinaci, anche l’acqua di cottura delle patate è molto efficace per tornare ad avere l’argento come se fosse stato appena comprato.

Prendete, quindi, 3 o 4 patate e aggiungetele in una pentola con acqua. Cuocetele, quindi, come se le stesse cucinando per mangiarle.

Dopo averle lessate, toglietele dall’acqua e spegnete il fornello. A questo punto, aggiungete il vostro argento annerito nell’acqua delle patate e lasciatelo in ammollo per circa 20 minuti.

Il tempo di posa può essere anche superiore in caso di argento molto rovinato. Infine, raccogliete il vostro argento e pulitelo con un panno asciutto e pulito.

Per un effetto più efficace, strofinate i punti ossidati con una patata cruda. Il vostro argento sarà di nuovo lucido come non mai!

Buccia di banana

Non solo gli ortaggi sembrano svolgere una funzione lucidante sull’argento, ma anche la buccia di un frutto molto amato: la banana.

La buccia di banana, infatti, è utilizzata anche per lucidare le scarpe e per sbiancare i denti.

Vi basterà solo passare la parte interna della buccia e strofinarla delicatamente fino a quando il vostro argento non sarà lucido.

A questo punto, risciacquate ed asciugate.

Bicarbonato

Ovviamente, non poteva mancare il tanto amato bicarbonato, ingrediente molto versatile nella pulizia domestica ecologica.

Il bicarbonato, infatti, svolge una leggera azione abrasiva in grado di rimuovere l’ossidazione dal vostro argento.

Mettete, quindi, a bollire in una pentola 1 litro d’acqua insieme a 50 grammi di bicarbonato.

Lasciate, poi, intiepidire e immergete i vostri oggetti d’argento al suo interno fino a quando l’ossidazione non sarà scomparsa.

Per una soluzione più veloce, potete anche direttamente inumidire un panno, immergerlo nel bicarbonato e strofinarlo delicatamente sull’argenteria.

Infine, risciacquate e voilà: il vostro argento sarà come nuovo!

Dentifricio

Infine, ecco a voi l’ultimo rimedio della nonna molto noto per la pulizia dell’argento: il dentifricio.

Anche se può sembrare un po’ strano, questo prodotto solitamente adoperato per l’igiene orale ha diverse caratteristiche che lo rendono utile per lucidare l’argento.

Il dentifricio, infatti, pratica una leggera esfoliazione che rimuove l’ossidazione che causa l’annerimento dell’argento.

Aggiungete, quindi, un po’ di dentifricio su un vecchio spazzolino da denti e strofinate delicatamente sull’oggetto di argento che volete lucidare.

Dopodiché, rimuovete l’eccesso con un panno umido e risciacquate.

Avvertenze

rimedi indicati sono naturali, ecologici e biodegradabili.

Prima di utilizzarli, assicuratevi con chi è di competenza di poterli utilizzare, e soprattutto assicuratevi che i vostri oggetti siano in argento!

Trucchetti per la pulizia!

Se volete altri consigli su come pulire casa con ingredienti naturali, vi consigliamo altri post interessanti:

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.