Alimentazione, i falsi miti da sfatare su diete e dimagrimento

37

Ammettiamolo: nessuno ha la ricetta giusta per dimagrire con successo. Tra le centinaia di diete, più o meno valide, di cui si sente parlare continuamente c’è solo l’imbarazzo della scelta. E non è detto che la dieta migliore, se mai ce ne fosse una, sia indicata ed opportuna per ognuno di noi. Insomma, tanta confusione, incrementata dal fatto che girano voci, completamente infondate, su come sia possibile dimagrire. Qualche esempio? Leggete qui sotto!  

Bere tanta acqua NON fa perdere peso

Bere 1 litro e mezzo, due litri al giorno è importantissimo. Ma non ha niente a che vedere con la dieta. Bere aiuta certamente a drenare e espellere le tossine presenti nel corpo, ma non scioglie affatto il grasso!

Per dimagrire NON occorre eccedere con lo sport

Fare sport è vitale, ci fa sentire meglio, ci aiuta a bruciare calorie. Non basta però fare sport per perdere peso. Bisogna seguire una dieta bilanciata, altrimenti tutto quello che avremo bruciato in un’ora di corsa lo riacquisteremo subito dopo a tavola!

I grassi sono necessari

I lipidi sono nutrienti indispensabili per il funzionamento del nostro organismo. Quelli essenziali, in particolare, non possono essere sintetizzati dal nostro corpo ed è importante che vengono assunti con la dieta. Non vanno assolutamente eliminati del tutto, pertanto, anzi devono rappresentare il 25-30% del nostro fabbisogno giornaliero. È altrettanto importante però scegliere i grassi “buoni” (insaturi e monoinsaturi) presenti, per esempio, nel pesce, nella frutta secca e nell’olio d’oliva.

Il digiuno NON serve a dimagrire

Un altro falso mito è che basta non mangiare per perdere peso. Non è assolutamente così e, sebbene ci siano delle diete che prevedano il digiuno, non mangiare per lunghi periodi è deleterio. Va benissimo, invece, ridurre le porzioni, sforzarsi di alzarsi da tavola un po’ prima di essere sazi e cucinare cibi sani.

Tagliare i carboidrati NON fa dimagrire

E veniamo alle diete iperproteiche. Sicuri che basta tagliare pasta e pane per dimagrire? Forse sì, ma non si perde peso in modo sano e salutare. Bisogna assumere il 50-55% di carboidrati nel fabbisogno calorico giornaliero, evitando però di ingozzarsi di merendine e prodotti industriali, perché, questo è vero, quei carboidrati sono dannosi! I menu privi di zuccheri possono causare problemi cardiaci e disturbi renali e intestinali.
Meglio senz’altro i carboidrati integrali: aiutano a sentirsi sazi (grazie all’apporto di fibre), riducono i picchi di insulina e hanno un alto contenuto di vitamine.