Benefici dell’Artemisia

87
artemisia

L’Artemisia comprende piante di diversa specie, tutte appartenenti alla famiglia delle Asteraceae. È comunemente usata nella medicina moderna come cura per diverse patologie.

La sua efficacia è così alta da essere considerata un buon rimedio economico anche per il trattamento della malaria. Le sue proprietà antibatteriche la rendono un valido aiuto anche per le infezioni più aggressive.

Benefici e usi dell’Artemisia

L’Artemisia contiene flavonoidi, cumarine e altri olii volatili. Il principio attivo è l’artemisinina, che è considerata la fonte delle sue proprietà curative. I benefici di questa pianta sono noti da molti secoli e le condizioni per le quali è usata sono varie:

  • Affezioni del tratto digestivo. Può spegnere le infiammazioni intestinali e alleviarne i sintomi quali: costipazione, diarrea e crampi addominali. L’Artemisia è anche conosciuta per la sua capacità di favorire la digestione e promuovere la produzione di bile. Riesce anche a promuovere l’appetito.
  • L’artemisia aiuta a mantenere sano il fegato e a disintossicare l’organismo. Le sostanze di scarto fuoriescono con più facilità dal flusso sanguigno con l’assunzione a scopo terapeutico dell’Artemisia. Viene usata spesso per trattare epatite e itterizia.
  • Infezioni alle vie urinaria. Sono note le proprietà antibatteriche dell’artemisia. Esse trovano riscontro soprattutto nella cura di infezioni della vescica.
  • Efficace contro i parassiti. Questa pianta è molto valida nel contrastare l’azione dannosa dei parassiti, soprattutto enterobio e tigna. Recenti studi hanno dimostrato che può essere un aiuta nel combattere i parassiti responsabili della malaria. In Africa, l’Artemisia è nota per la sua efficacia contro l’oncocercosi, una particolare patologia infettiva e debilitante.
  • L’Artemisia è usata per trattare una grande varietà di problemi legati a disordini riproduttivi, soprattutto quelli che colpiscono le donne. Essa aiuta a regolarizzare il ciclo mestruale e promuove la fertilità femminile. L’Artemisia aiuta anche nella cura di dismenorrea o dolori legati al periodo mestruale.
  • Epilessia, ansia e disturbi legati allo stress possono essere trattati con l’artemisia. Essa ha proprietà narcotiche che aiutano a contrastare tremori ed episodi di isteria. Questa pianta è considerata anche un ottimo rimedio per favorire il sonno.
  • L’applicazione locale dell’Artemisia riesce a trattare diverse condizioni della pelle. Ciò avviene grazie al carbonchio contenuto al suo interno. Il suo utilizzo accelera la guarigione da bruciature e lesioni superficiali della pelle, alleviando anche la sensazione di prurito.
  • L’Artemisia è un efficace trattamento contro reumatismi e gotta. Aiuta a ridurre l’infiammazione delle giunture, responsabile del disturbo, e di conseguenza il dolore da essa provocato.

Dosaggio

La giusta quantità di Artemisia da assumere dipende da vari fattori. L’età, le condizioni cliniche e la tipologia del problema sono informazioni rilevanti ai fini di una prescrizione. Al momento, non esistono studi univoci che determinano quale sia la dose media appropriata di Artemisia.

È bene ricordare che anche i prodotti naturali potrebbero indurre effetti collaterali, per cui bisogna rivolgersi a un medico, prima di iniziare ad assumere l’Artemisia come trattamento curativo.

Possibili effetti collaterali

Sono stati rilevati pochi incidenti o controindicazioni legati all’uso dell’Artemisia. Tuttavia, non è impossibile il verificarsi di episodi di nausea, vomito e dolori addominali. Anche ascessi intramuscolari non sono da escludere.

L’Artemisia può anche interferire con i calcio-antagonisti, provocando possibile ipoglicemia o pressione bassa. Ne è sconsigliata l’assunzione alle donne in gravidanza, soprattutto nel primo trimestre e dopo il parto.

È possibile reperire l’artemisia nelle erboristerie o negli e-commerce di prodotti omeopatici. Viene venduta in compresse, gocce o direttamente in foglie.

Alessandra Montefusco
Ho una laurea magistrale in Teoria dei linguaggi e sono appassionata di rimedi naturali e cosmetica ecobio sin dall’adolescenza. Per questo cerco sempre di tenermi aggiornata sulle ultime novità del settore e sulle potenzialità dei prodotti che madre natura ci ha donato. Mi occupo di comunicazione e lavoro nel settore degli audiovisivi. Amo la musica - mia grande passione - la letteratura, il cinema, le passeggiate all’aria aperta e…il cibo!