Bikini legs: consigli per le gambe in estate

50
gambe bikini

In estate le gambe soffrono maggiormente rispetto ad altri periodi dell’anno. Sotto la lente d’ingrandimento sono i capillari (scientificamente definiti teleangectasie).

I capillari su cosce e gambe sono la causa principale di stanchezza, dolore, formicolio e sensazione di bruciore. Questi sintomi tendono a peggiorare proprio con l’arrivo della stagione calda.

I capillari sono dei veri e propri inestetismi cutanei che si presentano sotto forma di striature rosse o ramificazioni bluastre. Perchè compaiono i capillari? Perchè peggiorano in estate? Come trattare il problema prima che peggiori? Vediamolo insieme.

Cause della comparsa dei capillari

I capillari possono essere presenti da sempre sulle gambe di un soggetto oppure comparire a seguito di fattori “esterni”. Non sono ancora chiare le cause principali, ma la comparsa di capillari può essere legata a:

  • familiarità per disturbi venosi
  • gravidanza
  • disordini ormonali
  • piccoli traumi
  • reflusso di sangue nelle vene circostanti
  • vene varicose

E’ necessario verificare con uno specialista se esiste una connessione tra capillari e rami venosi sottostanti. Una volta scongiurato questo legame è possibile trattare i capillari con la microscleroterapia.

Microscleroterapia per eliminare i capillari

In estate tante donne non amano avere i capillari vicino alle gambe, li trovano antiestetici e fastidiosi (in caso di disturbi vascolari). La microscleroterapia è una soluzione per eliminare i capillari.

E’ una tecnica che permette un miglioramento estetico e un attenuarsi dei disturbi tipici dei capillari. Essa consiste nell’iniezione all’interno dei capillari di prodotti chimici con l’utilizzo di aghi sottilissimi.

Questo prodotto chimico è un farmaco, che agisce danneggiando la parete interna dei capillari causandone la chiusura e il riassorbimento. Al termine della seduta verrà applicata una compressione locale e sarà necessario indossare dei collant elastici.

Il numero di sedute utili per risolvere il problema verrà stabilito dallo specialista e i risultati saranno visibili dopo qualche settimana.

Consigli per le gambe in vacanza

Per chi soffre di insufficienza venosa cronica, l’estate è un periodo a rischio. Per questo motivo è bene seguire alcuni consigli utili per evitare la formazione di ulcere.

Per chi viaggia in aereo è consigliato l’utilizzo di calze elastiche (per viaggi superiori a 3 ore),sollevare le gambe durante il viaggio e assumere farmaci antitrombotici e flebotropi (flavonoidi).

Un altro consiglio, soprattutto per chi soffre anche di alterata funzionalità della circolazione venosa, è seguire la terapia integrata per gli inestetismi degli arti inferiori.

Si tratta di una sorta di biorivitalizzazione che, oltre ad eliminare i capillari, rimodella e rigenera il profilo e la sostanza delle gambe. Un approccio integrato utile a:

  • trattare le turbe circolari
  • evitare ristagno e accumulo adiposo

Questa terapia si esegue con la microscleroterapia a iniezioni a più livelli che andrà a detossinare e drenare la parte interessata dal capillare. L’uso combinato con creme a base di oleosomi contribuirà a mantenere la pelle elastica.

Vantaggi della terapia integrata per le gambe

I vantaggi della terapia sono notevoli e saranno visibili soprattutto in estate. La terapia integrata:

  • è globale e migliora la circolazione
  • riassorbe le tossine
  • rimodella le gambe
  • tratta in una sola seduta disturbo circolatorio e accumulo di grasso
  • non necessita di anestesia
  • è adatto a tutti

La terapia è considerata un vero lifting biologico delle gambe per migliorare l’estetica delle gambe con l’eliminazione dei capillari e la funzionalità naturale dei tessuti.