Bionda o scura la birra fa bene!

133
birra chiara e scura

D’estate la birra diventa una delle bevande più amate, su questo non c’è alcun dubbio. Dopo un intero inverno passato in compagnia di una calda tisana, l’arrivo dei primi caldi fa tornare la voglia di una bella bibita rinfrescante e cosa c’è di meglio di una birra?
Molti, tuttavia, rinunciano alla birra perché reputano faccia ingrassare. Ma cosa c’è di vero in questa credenza? Davvero la birra è una bevanda ipercalorica?

Ebbene, una birra media (25 cl) apporta circa le stesse calorie di un vasetto di yogurt, ovvero circa 130-140 kcal. A parità di quantità, la birra non è affatto tra gli alcolici più calorici: il whisky ne fornisce infatti 238, il vino rosso 75 kcal, la grappa 235 kcal, mentre la birra solo 35 kcal per 100 ml.

Il trucco sta nel non esagerare e tenere ben presente che una birra bionda media fornisce circa 140 kcal. Nel computo delle calorie giornaliere occorre quindi tenere presente questo apporto. Inoltre, trattandosi pur sempre di un alcolico, è bene non strafare e non soltanto per restare in linea: le donne per esempio dovrebbero bere al massimo 66 cl (due lattine) di birra al giorno.

E’ bene sapere che, se è vero che il vino rosso fa bene al cuore, anche la birra apporta dei benefici al nostro organismo. Diversi studi confermano la capacità della birra di aiutare il cuore a combattere i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare.

Non solo: è emerso da altri studi che la birra può aiutare nella prevenzione dei disturbi cardiaci. Grazie alla presenza di vitamina B6, infatti, la birra aiuta a tenere sotto controllo la quantità di omocistrina, un aminoacido che si ritiene possa provocare l’incremento del rischio di attacchi cardiaci. Un moderato consumo di birra aiuta anche a prevenire la formazione di calcoli biliari, osteoporosi e diabete.

Insomma, la prossima volta che vi offrono una bionda non abbiate paura per la vostra dieta, la parola d’ordine è non esagerare!