Come eliminare i cattivi odori dalla pattumiera

1555
cattivi-odori-pattumiera

La cucina è la zona domestica forse più vissuta e allo stesso tempo più utilizzata dai membri della famiglia.

Ed è nella cucina dove si concentrano la maggior parte dei cattivi odori: ci cimentiamo in esperimenti culinari e gettiamo i residui di cibo nelle apposite pattumiere.

Soprattutto con il caldo i residui di cibo tendono ad emanare cattivi odori, anche a distanza di poche ore. La pulizia quindi è fondamentale anche per evitare spiacevoli visite da insetti non proprio graditi.

Ma, molto spesso, nonostante le nostre accortezze e meticolose pulizie, il cattivo odore può ritornare e a volte fatica ad andare via.

Con alcuni trucchetti casalinghi e rimedi naturali è possibile eliminare i cattivi odori dalla pattumiera in modo pratico e veloce! Scopriamo come!

N.B. Vi esortiamo a seguire in modo meticoloso la raccolta differenziata, secondo le indicazioni del vostro comune di residenza.

Bicarbonato

Tra i primi rimedi naturali per eliminare i cattivi odori dalla pattumiera non possiamo non menzionare il bicarbonato.

Questo antico rimedio della nonna ha notevolissime virtù: svolge un’azione pulente ed assorbe umidità e cattivi odori.

Uno dei motivi per cui la nostra pattumiera puzza è perché il cibo che andiamo a gettare va a deteriorarsi. E in un ambiente umido come la cucina, genera odori molto spesso insopportabili.

Non a caso anche chiudere i sacchetti dei rifiuti può essere nauseante per alcuni.

Come possiamo utilizzare il bicarbonato? Semplicemente cospargendo il fondo del bidone con alcuni cucchiai. Regolatevi in base alla grandezza della vostra pattumiera e create uno strato più o meno spesso.

Poi inserite il sacchetto e ripetete l’operazione almeno una volta alla settimana. Le proprietà del bicarbonato aiuteranno ad assorbire i cattivi odori impedendo anche la proliferazione dei batteri.

Sabbia della lettiera

Se a casa avete la compagnia di un simpaticissimo gatto, sappiate che la sabbia della sua lettiera vi sarà molto utile per prevenire i cattivi odori dei rifiuti.

Questa sabbia, reperibile nei grandi supermercati e nei negozi di animali, ha notevoli capacità anti-odore, atte proprio ad assorbire i cattivi odori rilasciati dagli escrementi dei nostri animali domestici.

Come per il bicarbonato, spargete la sabbia sul fondo del bidone prima di mettere il sacchetto, controllerà efficacemente i cattivi odori e non avrete più problemi.

Metodo del doppio sacchetto

Sembra un banalissimo stratagemma per evitare i cattivi odori in pattumiera. Ma in realtà in assenza di altri rimedi vi potrebbe aiutare.

Questo metodo consiste semplicemente nel inserire nella pattumiera due sacchetti. In questo modo c’è un doppio strato che non solo impedisce la fuoriuscita di fluidi dei rifiuti ma evita anche la formazione dei cattivi odori.

Vi sono alcune marche che propongono sacchetti biodegradabili profumati. Potrebbero darci un aiuto maggiore in questi casi.

Caffè

È da sempre che si utilizza il caffè come rimedio naturale per eliminare i cattivi odori. Lo si usa spesso mettendone un po’ nel frigorifero, oppure cospargerlo sulle mani per non farle puzzare d’aglio o di pesce.

Anche in questo caso specifico, il caffè è un’ottima alternativa contro i cattivi odori rilasciati dai rifiuti.

Potete agire in due modi:

  1. Fondi di caffè. Dopo aver preparato il caffè, mettete i fondi in una ciotolina e lasciateli asciugare completamente. Dopo che non vi sarà più umidità, agite come spiegato per il bicarbonato.
  2. Chicchi di caffè. Sembrano ancora più potete grazie alla alta concentrazione della loro fragranza.
    Potete metterli in una ciotola che adagerete sul fondo della pattumiera, oppure metterla in sacchetti di tela sottili in modo che l’odore verrà rilasciato sul fondo.

Limone

Il limone è utilizzato spessissimo nelle pulizie di casa. Ha proprietà sgrassanti, anti-batteriche e anti-odore, ideali per la nostra pattumiera.

Potete spargere le sue bucce sul tutto il fondo de bidone, avendo cura di sostituirlo un paio di volte alla settimana.

Cannella

Ottima spezia per profumare naturalmente la casa e per eliminare i cattivi odori è la cannella. Il suo profumo quasi “orientale” è un ottimo repellente naturale per alcuni insetti. Quindi potrà proteggere la nostra zona rifiuti da elementi indesiderati.

Prendete una stecca di cannella e posizionatela strategicamente sul fondo prima di inserire il sacchetto.

Anche in questo caso cambiatela una volta a settimana o quando avvertite che il profumo è sparito.

Oli essenziali

Gli oli essenziali si prestano a usi differenti e che non riguardano soltanto la cura della persona. Possiamo infatti anche per le pulizie della casa e per donare una fragranza unica all’ambiente domestico.

Poiché sono oli molto concentrati, sprigionano un odore molto consistente e possiamo usarlo per i cattivi odori in genere.

Per esempio, per eliminare i cattivi odori dalla pattumiera, possiamo posizionare dei dischetti di cotone e possibilmente coprire il fondo del cestino.

Aggiungiamo gli oli essenziali ai dischetti di cotone. Possiamo scegliere la fragranza che preferiamo, ancora meglio se olio essenziale di limone (dalle proprietà anti-batteriche e dal profumo fresco) o olio essenziale di eucalipto (ottimo contro gli scarafaggi).

Pulizia della pattumiera

Come abbiamo accennato all’inizio di quest’articolo, la pulizia della pattumiera è fondamentale per evitare i cattivi odori. Anche in questo caso possiamo usare i rimedi naturali. Vediamoli insieme.

Aceto

In casa non può mai mancare una bella bottiglia d’aceto. Chi ama pulire la casa in modo naturale si serve di questo antico rimedio della nonna per diverse faccende domestiche.

Antibatterico, anti-calcare e anti-odore, l’aceto bianco è il vostro migliore alleato per pulire senza l’uso di detersivi!

Vi basta riempire una bacinella d’acqua e aggiungere 3-4 bicchieri colmi di aceto. Per potenziarne l’efficacia, aggiungete qualche goccia di tea tree oil, ottimo anti-micotico e battericida.

Lavate con cura il contenitore e risciacquate. Evitate assolutamente l’umidità, facendolo asciugare completamente al sole.

Acido citrico

Una valida alternativa all’aceto è l’acido citrico. Ha proprietà disincrostanti e anti-calcare ed è estremamente ecologico.

Possiamo quindi sciogliere 100 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua, meglio se tiepida, così di scioglie meglio.

Potete versare il tutto in uno spruzzino o mettere il tutto in una bacinella e procedere con lavaggio e asciugatura.

Sale

Le virtù del sale sono moltissime, anche se ha un costo veramente basso. Ha potenti capacità assorbenti. Infatti potete anche mettere del sale grosso sul fondo per assorbire umidità e cattivi odori.

Per pulire, servitevi della classica combinazione di acqua e sale. Se vorrete profumare, qualche goccia di olio essenziale vi farà comodo!

Pulizia dei rifiuti

Abbiamo un ultimo consiglio per voi. I rifiuti che possono essere riciclati, come il vetro o la plastica per esempio, è bene pulirli anche grossolanamente, prima che siano gettati.

Questa accortezza sarà utile a rendere i rifiuti facilmente riciclabili ed eviterà la formazione di quella puzza nauseabonda.

Altri consigli utili

Ecco altri consigli utili per la pulizia e la cura della casa!

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.