Come avere il pane fresco e morbido per più giorni?

707
come-conservare-pane

Il pane è un alimento indispensabile per tutta la popolazione mondiale. Dagli ingredienti semplici e “poveri”, si può creare un alimento versatile, nutriente e saporito.

E non è una tradizione tutta italiana: basti pensare alle baguette francesi o al pane arabo, tipico della Turchia. Ogni cultura ha la sua tradizione, ma una cosa è certa… Al pane non si può rinunciare!

Ma c’è un piccolo “dilemma” che tutti ci ritroviamo ad affrontare: vorremo avere un pane fresco e morbido per più giorni, soprattutto quando non se ne consuma tanto. È possibile?

Oggi vogliamo elencarvi tutti i metodi più efficaci, ma semplici, per mantenerlo fresco e fragrante più a lungo.

N.B: prima di consumare il pane, controllate sempre che non ci sia la presenza di muffa o che sia andato a male.

Metodo del “doppio sacchetto”

Mantenere il pane fresco e morbido per più giorni ci permette di evitare gli sprechi e in qualche modo anche di “risparmiare”.

Uno dei trucchetti utili a tale scopo è il metodo del “doppio sacchetto”. In genere, un pezzo di pane viene conservato in sacchetti di stoffa, che meglio prevengono la formazione di muffa nei cibi.

Però, potrebbe seccare ulteriormente il nostro pane, rendendolo raffermo. Come risolvere tale quesito?

In realtà è molto semplice: inserite il pane prima in un sacchetto di stoffa (non colorato), che lo farà respirare e lo proteggerà.

Poi inserite tutto in un sacchetto di plastica, che manterrà l’umidità giusta per non farlo seccare!

Il pane giusto

Sembra inoltre che determinate tipologie di pane riescano a mantenere di più la loro fragranza. Per avere un pane morbido e fresco per più giorni, possiamo scegliere una pagnotta più grande, che impiega più tempo a diventare rafferma.

Scegliere un pane più “rustico” e con farine meno raffinate può garantire la freschezza del prodotto per più tempo.

Freezer

Sembra il metodo forse anche più “immediato” per conservare al meglio il pane e averlo fresco ogni volta che vogliamo, senza sprechi!

La prima cosa da evitare è mettere subito il pane nel congelatore, quando è ancora caldo. Questa disattenzione può comprometterne la conservazione.

Se avete una pagnotta più grande, dividetela in più pezzi, così potrete scongelarli ogni volta che ne avrete la necessità.

Quando dovrete consumarlo, tiratelo fuori dal freezer e lasciatelo a temperatura ambiente fino al dovuto scongelamento. Dopo tale momento, è possibile farlo “biscottare” per qualche minuto in forno, per averlo croccante e fragrante.

Non manca chi taglia il pane a fette e lo congela, in modo da averlo sempre a disposizione.

La temperatura giusta

Non dimentichiamoci che la temperatura può dettar legge in materia di conservazione degli alimenti.

Un pane deve trovarsi in una dispensa fresca e asciutta, in quanto l’umidità è responsabile di funghi e muffe. Va evitato anche un clima troppo caldo.

Allo stesso tempo bisogna tenerlo lontano dal sole, che potrebbe seccarlo. La temperatura ideale sarà quindi intorno ai 20°.

Trucchetto del canovaccio

Un trucchetto non sempre conosciuto è quello del canovaccio. Va leggermente inumidito, va eliminata l’acqua in eccesso e bisogna poi avvolgere il pane.

Questo procedimento sembra mantenere la giusta umidità per il vostor pezzo di pane, che andrà comunque visionato prima del cosnsumo.

E se è duro?

Se il vostro pane e la sua mollica sono diventati duri, abbiamo un altro trucchetto per voi!

Vi occorrerà un sacchetto di plastica trasparente, di quelli per conservare gli alimenti, che abbiamo la chiusura ermetica.

Inseriteci il pezzo di pane, accompagnato da una costola di sedano (ovvero la parte del gambo). A questo punto, chiudere perfettamente il sacchetto, affinché l’aria non entri.

Dopo un paio d’ore, sfilate il pane dal sacchetto e… Voilà, di nuovo morbido, grazie all’umidità rilasciata dal sedano!

Importante

Vi ricordiamo di visionare sempre il pezzo di pane prima di consumarlo e valutare, tramite aspetto o odore, se è ancora fresco oppure no.

Trucchetti in cucina

Ecco alcuni trucchetti in cucina, con tante ricette golose!

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.