Come fare Autoshiatsu a casa

77 views
come_fare_autoshiatsu

Lo Shiatsu è una pratica di origine giapponese presente fin dal VI secolo. Si basa su un’attività di digitopressione su punti specifici del corpo, che in lingua giapponese sono definiti tsubo.

I punti tsubo sono delle zone dove viene accumulata la tensione e lo stress. Esercitare una certa pressione sui punti tsubo dona sollievo a chi decide di sottoporsi a tale pratica.

Nei punti che possono essere facilmente raggiunti possiamo praticare l’Autoshiatsu, definito in gergo Do-in: pratiche di automassaggio per alleviare quei fastidi lievi e non acuti. Vediamo insieme come poter fare Autoshiatsu.

Per gli occhi

Per trovare sollievo agli occhi, spesso affaticati se lavoriamo al computer o studiamo tanto, possiamo poggiare i palmi di entrambi le mani sugli occhi ben chiusi, così da non far penetrare la luce.

In questa posizione, con gli occhi chiusi cercare di effettuare dei movimenti con gli occhi (alto verso il basso, lateralmente e così via).

Per il mal di testa

Per attenuare lievi mal di testa, con una mano manteniamo il capo, mentre con l’altra effettuiamo delle morbide pressioni sulla tempia, prima da un lato poi dall’altro.

Occorre “seguire un certo ritmo” cercando di rendere la pratica della digitopressione fluida e leggera.

La stessa procedura può essere applicata anche dietro l’orecchio, sulla cosiddetta zona del processo mastoideo. Con una mano manteniamo la testa e con l’altra effettuiamo la pressione.

Ripetere il procedimento per l’altro lato.

Per i dolori del collo

Per attenuare i dolori e la rigidità del collo, poniamo entrambe le mani dietro la testa all’altezza della nuca. I medi si sovrappongono e ponendo una leggerissima pressione, portiamo delicatamente il collo all’indietro.

Il movimento deve essere graduale ma leggero. Nello Shiatsu come in altre attività, è sempre molto importante anche il respiro. Non effettuare mai i movimenti trattenendo l’aria o sforzandosi molto. Deve essere un momento di totale rilassamento.

Per i dolori lombari

Si può effettuare questa procedura per i dolori lombari cronici, quelli di tutti i giorni.

Come se volessimo mettere le mani in vita, le poniamo dietro la colonna vertebrale mentre i pollici fanno una pressione leggera sulla zona lombare.

In questa posizione, portare leggermente la schiena verso dietro, estendendo la colonna vertebrale.

Per gambe e piedi

Molto spesso possiamo avvertire le nostre gambe pesanti e affaticate. Può essere molto utile effettuare un automassaggio su tutta la gamba.

Partendo dalla coscia, esercitiamo piccole pressioni, sempre lievi e “ritmiche”, su tutta la zona andando verso il basso passando per i polpacci fino ad arrivare ai piedi.

A questo punto, possiamo dedicare una maggiore attenzione ai piedi, per trarre ancora più beneficio. Una volta finito, con lo stesso procedimento risaliamo verso la coscia.

Ricordiamoci che l’automassaggio è un momento in cui possiamo entrare in contatto con il nostro corpo e ristabilire il nostro naturale equilibrio. Bisogna prendersi del tempo e respirare.

Avvertenze

Attraverso l’autoshiatsu e la digitopressione possiamo trarre molti giovamenti. È però molto importante affidarsi a un esperto di massaggio shiatsu per il giusto trattamento.

In caso di alcuni disturbi cronici, eventuali patologie e se in stato di gravidanza o allattamento, è necessario in prima istanza consultare il proprio medico.

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.