Come pulire tutte le cornici di casa con rimedi naturali

559
come-pulire-legno-cornici

Che contengano un dipinto o una fotografia, le cornici sono una parte essenziale dell’arredamento di una casa.

A volte, però, la polvere e il passare del tempo possono rovinarle, rendendole meno lucenti o apparentemente usurate: un vero peccato per gli occhi.

Pulirle non è difficile, ma è importante conoscere quali sono i rimedi giusti per i diversi tipi di cornice. Scopriteli insieme a noi!

Cornici d’argento

Le cornici d’argento sono spesso usate per incorniciare una foto importante. Avete mai notato, però, un loro annerimento o una patina scura che si forma sulla loro superficie?

Può accadere infatti che l’argento si ossidi, perdendo la sua brillantezza. Vediamo come rimediare!

Bicarbonato di sodio

Una soluzione può essere utilizzare il bicarbonato di sodio. Mescolatene due cucchiai con un po’ d’acqua in modo da formare un composto pastoso e spalmatelo sulla cornice.

Poi risciacquate con acqua e ammirate la nuova lucentezza della vostra cornice.

Aceto bianco

Tra le soluzioni non poteva mancare l’infallibile aceto bianco! Un rimedio utile soprattutto contro le macchie dell’argento: imbevete un batuffolo di cotone nell’aceto bianco e passatelo lungo tutta la cornice.

Le macchie saranno solo un lontano ricordo!

Cenere

Quello con la cenere è il più tradizionale dei rimedi: mescolate cenere e acqua fino a ottenere un composto denso. Applicatelo sulla cornice e strofinate con uno spazzolino da denti dalle setole morbide. Poi risciacquate.

Grazie al suo potere abrasivo la cenere farà tornate la vostra cornice lucente e pulita.

Dentifricio

Sembra strano, ma è un metodo più che efficace: spalmate del dentifricio sulla cornice d’argento, lasciate agire per qualche minuto e poi risciacquate. L’argento tornerà a brillare!

Cornici in legno

Le cornici in legno sono il più delle volte usate per incorniciare dipinti o stampe. Sono resistenti ma, col tempo, il legno tende a usurarsi. Le soluzioni, però, sono semplicissime!

Olio d’oliva

Un metodo infallibile è quello di mescolare tre cucchiaini di olio d’oliva con uno di aceto bianco. Poi spalmate il composto sul legno con un foglio di carta assorbente o con un panno.

Lasciate agire per qualche minuto: il legno assorbirà l’olio d’oliva, tornando a mostrarsi luminoso e compatto.

Risciacquate e asciugate con carta assorbente. Se necessario, ripetete l’operazione dopo un paio di giorni.

Alcol

Se la vostra cornice risulta per lo più macchiata, è più opportuno utilizzare come principale alleato l’alcol denaturato.

Basterà diluirlo in un po’ d’acqua, passarlo sul legno con un batuffolo di cotone o con un panno e risciacquare. Le macchie scompariranno in men che non si dica!

Sapone di Marsiglia

Per una pulizia profonda, potete utilizzare il sapone di Marsiglia che, con le sue proprietà, nutre il legno rendendolo come nuovo.

Sciogliete qualche scaglia in acqua calda e passatelo sulla cornice, avendo poi cura di risciacquare.

Cera d’api

Per le cornici particolarmente spesse, è meglio utilizzare un classico rimedio per la pulizia del legno: la cera d’api.

Preferite sempre cera d’api 100% naturale che potete trovare in panetti solidi o in gocce diluite. Nel primo caso scioglietene un pezzo in acqua e applicatelo sulla cornice, nel secondo applicate le gocce direttamente sul legno, strofinando con un panno in cotone o lana.

Cornici in gesso

Le cornici in gesso sono le più eleganti, ma anche le più delicate. Basta poco perché il gesso si sfaldi o cominci a corrodersi. Erano molto diffuse in passato e, se sono particolarmente antiche e preziose, vi consigliamo di rivolgervi a uno specialista.

Importante: se volete pulirle ricordate di non utilizzare mai acqua ragia o solventi: rovinereste la cornice irreversibilmente!

Il consiglio è quello di pulirle con una miscela di sapone di Marsiglia liquido e acqua, spalmata sulla cornice attraverso un pennello dalle setole morbide. Poi risciacquate facendo attenzione a non sfregare né premere troppo sul gesso. Inoltre, non utilizzate mai troppa acqua: potreste rovinare il gesso.

Se la cornice ha un rivestimento dorato ed è particolarmente decorata, potete limitarvi a spolverarla con un pennello da barba o uno spazzolino da denti asciutto.

Cornici in plastica

Non saranno preziose come quelle in argento, ma le cornici in plastica sono un elemento d’arredo molto usato, soprattutto per incorniciare fotografie.

Lavarle è davvero semplicissimo: vi basterà utilizzare acqua e sapone di Marsiglia da strofinare lungo tutta la superficie con un panno. Poi risciacquate.

Spesso le cornici in plastica hanno, al posto del vetro di copertura, una sottile lastra in plastica. Anche questa può essere lavata con acqua e sapone di Marsiglia o, in alternativa, con acqua e aceto bianco.

Altri consigli di pulizia

Se volete altri consigli sulla pulizia domestica, leggete i nostri suggerimenti!

Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".