Come pulire il divano con metodi casalinghi

25386
come-pulire-divani

Relax e bellezza: il divano è fondamentale sia nell’arredo della casa sia nella routine quotidiana di una persona.

Sedersi o sdraiarsi sul divano per leggere o guardare la televisione è un gesto per noi naturale come dormire.

Ma può capitare che un calice di vino ci sfugga di mano o che il cibo che stiamo mangiando macchi la superficie del divano. Danni irreversibili? Assolutamente no!

Pulire il divano è semplice se si conosce il rimedio giusto.
Vediamo insieme come fare.

N.B: i tessuti o i materiali di cui è fatto un divano possono essere molto diversi e avere proprietà uniche, soprattutto se il divano è artigianale. Perciò vi invitiamo a seguire sempre i consigli di produzione, prima di applicare ogni rimedio.

Divani in tessuto non sfoderabile

La pulizia dei divani in tessuto non sfoderabile può sembrare un incubo, ma in realtà è più semplice di quanto si possa pensare.

I tessuti possono essere molto diversi tra loro, ma i rimedi per pulirli sono molto simili.

Panno cattura polvere

Il primo passo da compiere è quello di eliminare la polvere, eventuali peli di animali e tutti i residui più superficiali di sporco che si sono depositati sul tessuto.

Per farlo potete usare un panno cattura polvere e passarlo con attenzione sulla superficie del divano e sui cuscini.

In alternativa potete utilizzare una spazzola, passandola con forza per eliminare il pulviscolo.

Sapone di Marsiglia

Adesso è il momento di eliminare macchie e sporco più profondo! Il metodo migliore è quello di utilizzare il sapone di Marsiglia, sciogliendone alcune scaglie in acqua calda.

Passate il composto direttamente sulla macchia, senza esagerare nella quantità. Lasciate agire qualche minuto e poi sciacquate con acqua.

Potete anche applicare il composto con una spugnetta, strofinando sulle macchie con movimenti circolari, prima di risciacquare.

Bicarbonato di sodio

Un’alternativa al classico sapone di Marsiglia consiste nel mescolare ad acqua tiepida (circa un litro) due cucchiai di bicarbonato di sodio.

Al composto potete aggiungere anche un misurino di aceto bianco e del succo di limone: in questo caso, però, tenete conto che i divani più delicati possono subire delle alterazioni nel colore.

Potete passare il composto sulle macchie con un batuffolo di cotone imbevuto.

Il bicarbonato può essere utilizzato anche direttamente, senza mescolarlo con acqua, spargendolo direttamente sul tessuto con una spazzola morbida. Poi lasciate agire per almeno un paio d’ore.

Oltre ad assorbire l’umidità e i cattivi odori, il bicarbonato combatte la proliferazione di muffe e batteri.

Vapore

Se volete eliminare delle muffe dal vostro divano in tessuto non sfoderabile, l’arma migliore è il vapore!

Il vapore scioglie i residui più resistenti di sporco, uccide gli acari e scioglie le muffe: la tecnica migliore è quella di indirizzare il vapore verso una piccola superficie di tessuto alla volta.

Divani in pelle

I divani in pelle, per la lucentezza della loro superficie, sono particolarmente delicati e lo sporco può risultare subito evidente. Pulirli con regolarità aiuta a conservarne la qualità.

Latte

Volete di nuovo la lucentezza che il divano aveva appena acquistato? Il segreto è il latte. Potete usare sia il latte detergente che il latte vero e proprio.

Imbevete un batuffolo di cotone di latte freddo e passatelo delicatamente sulla superficie del divano: la pelle, infatti, essendo un tessuto naturale ha bisogno di essere deterso oltre che pulito.

Oltre ad avere un effetto lucidante, il latte è un ottimo rimedio contro le macchie di vino o di trucco.

Alcol

Contro le muffe, invece, l’arma migliore è l’alcol.

Per utilizzarlo al meglio, mescolate alcol e acqua in parti uguali. Poi, con un panno in microfibra, passate il composto sulla superficie del divano.

Infine, passateci sopra un panno asciutto.

Sapone di Marsiglia

Così come per i divani in tessuto, anche per quelli in pelle il sapone di Marsiglia è un rimedio efficace.

Oltre alla sua azione disinfettante, il sapone di Marsiglia agisce anche come smacchiante, in particolare contro le macchie di cioccolata e vino.

Divani in simil-pelle

Belli e resistenti: i divani in simil-pelle sono un’alternativa più solidale verso il mondo animale.

Nonostante, in apparenza, non differiscano molto dai divani in pelle, necessitano di strumenti di pulizia un po’ diversi.

Panno in lana

Il panno in lana è un mezzo molto utile per rimuovere polvere e tracce di sporco dal divano in simil-pelle. Passarlo sul divano è la prima cosa da fare prima di procedere alla pulizia vera e propria.

Il segreto è nelle sue proprietà elettrostatiche che permettono di attirare più residui di sporco possibile.

Aceto bianco

L’aceto bianco è uno rimedio naturale molto utile per eliminare macchie di cibo o bevande.

Per usarlo, versatene direttamente qualche goccia sulla macchia, strofinando con un panno e lasciando agire per qualche minuto.

Poi, risciacquate con acqua.

Divani in tessuto sfoderabile

Pulire i divani in tessuto sfoderabile è davvero un gioco da ragazzi!

Vi basterà sfilarlo, per poi decidere se lavarlo in lavatrice o a mano: in entrambi i casi ricordate di spolverarlo prima.

Se volete lavarlo a mano, potete semplicemente farlo con una soluzione a base di sapone di Marsiglia e acqua: potete aggiungere un po’ di aceto bianco se volete rimuovere macchie particolarmente resistenti.

Pulizie: mai così semplice!

Se siete in vena di pulizie domestiche, fatevi aiutare con i nostri consigli:

Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".