Come pulire tutta la casa senza detersivi!

108134
pulizie-casa-senza-detersivo-rimedi-naturali

Pulire casa può essere davvero una gatta da pelare! Cucina, tappeti, frigorifero, tende, argento..

Solo a pensarci viene la pelle d’oca! Per non parlare dell’enorme consumo di detersivi specifici che inquinano l’ambiente e fanno male anche al nostro organismo!

Fortunatamente ci sono prodotti naturali, e che troviamo facilmente a casa nostra, in grado di aiutarci a pulire casa senza detersivi!

Non ci credete? Abbiamo una soluzione per ogni tipo di pulizia!

Siete curiose? Ecco come pulire tutta la casa senza utilizzare i detersivi!

Pulizia pavimenti

La pulizia dei pavimenti è fondamentale e scegliere prodotti casalinghi ed ecologici aiutano l’ambiente e il nostro portafoglio!

Infatti esistono molte ricette per realizzare il detersivo pavimenti fai da te che possiamo scegliere in base al materiale del nostro pavimento.

  • Pavimento in legno o parquet: questa tipologia di pavimento è molto delicata, quindi ha bisogno di maggiore cura. Si può preparare una miscela con 1 pezzetto di Sapone di Marsiglia (sciolto a bagnomaria e fatto intiepidire) e 2 cucchiai di bicarbonato in 3 litri d’acqua.
  • Se il pavimento è in marmo o pietra: in questo caso, trattandosi di materiale lapideo, è possibile preparare un detersivo fai da te con 10 cucchiai di alcool denaturato, 3 di bicarbonato, 1 sapone di Marsiglia in scaglie sciolti in 3 litri di acqua.
  • Pavimento in ceramica: potete mescolare nell’acqua 4 cucchiai di aceto, 4 di alcol, 1 cucchiaio di sapone bio in 3 litri di acqua. Se non avete il sapone bio, il Sapone di Marsiglia va più che bene.

Vetri splendenti

Quando si tratta di pulizia dei vetri, ci impegniamo tantissimo perché vogliamo che siano super brillanti! Spesso ricorriamo a detersivi chimici, ma non tutti sanno che con alcuni trucchetti i vetri saranno più belli di prima!

Acqua e borotalco

Questo metodo casalingo è uno dei più apprezzati e chi lo prova resta sempre sorpreso del risultato.

Il metodo consiste nel mescolare 700 ml di acqua e 2 cucchiai di borotalco in una ciotola. Bisogna mescolare bene, in modo che la polvere si sciolga completamente.

Questa dose è per “grandi pulizie”, se la ritenete troppa potrete dimezzarla. C’è inoltre chi preferisce mettere la soluzione in uno spruzzino in modo che sia più comoda l’applicazione.

Dopo aver applicato acqua e borotalco sulla superficie del vetro, è molto importante asciugare bene con un panno pulito o con della carta assorbente. In questo modo lo sporco andrà via e rimarrà solo il pulito!

Se utilizzate lo spruzzino, ricordatevi di agitare sempre il flacone in modo che il borotalco non resti sul fondo!

Altri metodi

Se non avete il borotalco, oppure non vi piace, potete utilizzare altri metodi casalinghi!

Il più antico è acqua e aceto: potete mixarli in parti uguali in uno spruzzino o flacone e versare su un panno in microfibra, da utilizzare direttamente sulle vetrate.

Se l’odore dell’aceto non vi piace, potete metterci qualche goccia del vostro olio essenziale preferito.

Un altro metodo casalingo prevede l’utilizzo del foglio di giornale. Dopo aver bagnato con una spugna il nostro vetro, asciughiamolo con un foglio di giornale. Assorbirà tutta l’acqua non lasciando alcun alone!

Per il forno

Per la pulizia del forno, uno dei prodotti naturali che più si utilizzano è il bicarbonato. Ha proprietà antibatteriche e assorbe i cattivi odori.

Unite 1 tazza di bicarbonato a 1 di sale e 1 di acqua. Mescolate per bene e il vostro detersivo naturale è pronto! Dovrà essere un composto denso ed omogeneo.

Vi basterà cospargere questo mix sulla superficie del forno e sui ripiani e lasciar agire per un’ora. In questo modo, sarà facile eliminare i residui di cibo e le incrostazioni.

Pulizia della cucina

Sgrassatore fai da te all’arancia

Avete mai provato a fare uno sgrassatore fai da te all’arancia? Il procedimento è semplice e super veloce! Lo potete preparare sempre, quando vi fate una spremuta e non volete buttare le bucce!

Vi occorrerà:

  • 1/2 arance, anche 1 sola grande va bene
  • aceto di mele quanto basta, dipende dalla grandezza dello spruzzino
  • oli essenziali: 3 gocce tea tree, 3 gocce agrumi, 3 gocce eucalipto
  • uno spruzzino

In un pentolino fate riscaldare l’aceto, ma non fatelo arrivare al bollore. Nel frattempo, dopo averle lavate, tagliate le bucce d’arancia a strisce.

Mettete in una ciotola le bucce e successivamente aggiungete l’aceto, in modo che riempia tutto il contenitore.

A questo punto, aggiungere gli oli essenziali, che potenzieranno l’azione antibatterica dello sgrassatore.

Lasciate macerare il composto per una notte o, se sarà necessario, per 24 ore. Dopodiché, aiutandovi con un colino, filtrate il liquido in modo che non vi siano residui.

Il vostro sgrassatore è pronto per essere utilizzato!

Per i pesciolini d’argento

Durante la pulizia della cucina o di altri mobili, può capitare di incontrare gli orribili pesciolini d’argento o altri insetti che invadono le dispense!

Cosa possiamo utilizzare?

  • foglie di alloro: queste foglie sono utilissime per allontanare gli insetti dalla dispensa, in quanto il loro odore pungente risulta molto fastidioso. Può essere quindi utilizzato mettendo qualche foglia qua e là.
  • oli essenziali: come quelli di lavanda, arancia, menta o citronella, che hanno un odore particolarmente forte. Possiamo utilizzarli mescolandoli con dell’acqua per allontanare gli insetti e prevenirne la ricomparsa.
  • limone o cetriolo: sono degli agrumi dall’odore davvero intenso e fastidioso per gli animaletti, possiamo posizionarne qualche fetta fresca all’interno della dispensa e cambiarla nel momento in cui si secca.

Pulizia spugne

Anche la pulizia delle spugne è importantissima! Forse non tutti lo sapete, ma sono il rifugio perfetto per sporco, germi e batteri e periodicamente vanno sostituite.

Per disinfettarle in modo naturale, potete sia bollirle in una ciotola d’acqua o lasciarle sterilizzare nella lavastoviglie.

In alternativa, potete lasciarle in ammollo in una soluzione di acqua, aceto e sale.

Per i tappeti

I tappeti sono un raffinato elemento di design e in casa non possono mai mancare. Tuttavia, anche questi complementi d’arredo accumulano sporco, polvere e batteri… per non parlare degli acari!

In base alla tipologia di tappeto, possiamo optare per questi metodi casalinghi ed economici:

  • Se il tappeto è grande, possiamo fare un lavaggio a secco con del bicarbonato, che assorbe gli odori e svolge un’azione antibatterica. Basta cospargere tutta la superficie con la polvere bianca, spazzolare delicatamente e lasciar agire per una notte. Il giorno dopo, passate l’aspirapolvere. Se il tappeto è delicato, potete utilizzare in alternativa una scopa di saggina dalle setole lunghe.
  • Se non amate il lavaggio a secco, miscelate in uno spruzzino mezzo litro d’acqua con 250 ml di aceto e un cucchiaio abbondante di bicarbonato. Spruzzate la soluzione, massaggiate con una spazzola e lasciate agire. L’aceto aiuterà ad eliminare i cattivi odori.

Frigorifero

Pulire periodicamente il frigorifero è importante per evitare la formazione di cattivi odori.

Se desiderate farlo in modo naturale, potete utilizzare una miscela di acqua, aceto e bicarbonato. Inoltre, possono esservi utili questi piccoli trucchetti scaccia-odore, di facile reperibilità ed economici, che potrete mettere in frigo e che lasceranno l’ambiente fresco e senza strane puzze.

Per esempio:

  • Limone: ne basta una fettina tagliata e messa in un piattino da riporre in frigo.
  • Fondi di caffè o anche la bustina del caffè vuoto, che conserva intatto il suo aroma speciale.
  • Un po’ di estratto di vaniglia su un batuffolo di cotone.

Macchie del WC

Le macchie del WC possono essere davvero un problema, senza dimenticare che l’utilizzo di detersivi è molto aggressivo sulle nostre mani al punto di seccarle.

Con il passare del tempo, nei sanitari si formano delle incrostazioni, ovvero un accumulo di calcare contenuto nell’acqua. Il risultato molto spesso sono degli aloni che vanno dal giallognolo al marrone.

Per eliminare queste macchie con metodi casalinghi, potete provare con sale e bicarbonato. Il sale, che ha moltissime proprietà, rende l’acqua “meno dura” e facilita la rimozione della macchia.

Cospargere questo mix e strofinare con lo spruzzino. Dopodiché lasciar agire tutta la notte e risciacquare al mattino seguente.

Pulizia termosifoni

Per pulire i termosifoni, vi proponiamo un metodo semplicissimo e che vi richiederà soltanto un’ingrediente: il Sapone di Marsiglia, che è utile per tutto, sia in casa che per la cura della persona.

Basta soltanto bagnare una spugnetta di acqua e sapone e sgrassare accuratamente le superfici del termosifone.

Può capitare inoltre che le pareti possano “sporcarsi” e diventare scure, poiché la polvere viene condensata dal calore del termosifone e sale verso l’alto.

Per eliminare queste macchie sciogliete in acqua tiepida qualche scaglia di sapone di Marsiglia e strofinate delicatamente la zona con un panno. Risciacquate e lasciate asciugare.

Pulizia mobili

La pulizia dei mobili ci aiuta a prevenire la comparsa dell’odiatissima polvere, responsabile di allergie e molto altro.

Un metodo naturale per eliminarla consiste nell’unire aceto di vino bianco e acqua in parti uguali e inserirli in un contenitore spray. Dopodiché servirsi di un panno in microfibra e asciugare con cura.

Questo detergente naturale è ottimo soprattutto se utilizzato per superfici in legno ma anche sui vetri. Disinfetta in modo del tutto naturale e previene la formazione della polvere.

Quanto è bello avere armadi e cassetti sempre puliti e profumati? Sapete che potete realizzare dei profuma biancheria fai da te?

Ci sono molti procedimenti che richiedono pochissimo occorrente, come:

  • un sacchetto piccolo, come quello delle bomboniere
  • batuffoli d’ovatta
  • un’olio essenziale a vostra scelta.

Vi basterà imbevere il batuffolo con qualche goccia di olio essenziale, metterlo nel sacchetto e riporlo nell’armadio. L’olio essenziale di lavanda è ottimo in queste circostanze, perché è un valido anti-tarme naturale.

Contro la muffa

La muffa sui muri o sul soffitto è un problema molto comune, soprattutto durante i mesi più freddi.

Ma è possibile preparare un detersivo naturale contro la muffa, sciogliendo in 1 litro di acqua 3 cucchiai di bicarbonato e 3 cucchiai di sale da cucina. Dopo aver versato il liquido in uno spruzzino, aggiungere 3 cucchiai di acqua ossigenata (30/40 volumi).

Agitare bene il liquido prima di applicarlo sulle superfici interessate. Con l’aiuto di uno spazzolino o una spugnetta, strofinare il detersivo naturale sulla macchia e lasciare agire prima di risciacquare.

Argenteria

Per la pulizia dell’argento, potete provare:

  • con il dentifricio. quest’alternativa poco costosa è in realtà molto efficace. Occorrerà massaggiare del dentifricio sulla superficie in argento con l’aiuto di un vecchio spazzolino dalle setole morbide. C’è chi lo lascia agire un’intera notte prima di risciacquare.
    N.B. Non è consigliabile utilizzarlo sulle perle. Quindi evitatelo.
  • con il bicarbonato. Mettere in una pentola d’acciaio 1 litro d’acqua in cui sciogliere 50 gr di bicarbonato. Fate bollire poi raffreddare. A questo punto immergente l’argenteria e lasciate che il liquido agisca prima di risciacquare.
    Se si tratta di oggetti piccoli, potete provare a fare una pastella con acqua e bicarbonato e strofinare delicatamente con un panno umido.

Pulizia delle tende

Durante la stagione invernale, il riscaldamento dei termosifoni contribuisce ad annerire le nostre tende. Ecco perché quando arrivano le belle giornate soleggiate, procediamo subito con la loro pulizia.

Poiché le tende possono essere di diversa composizione (e possono essere delicate), meglio sempre attenersi alle indicazioni del produttore.

In più è possibile lavarle tramite metodi naturali ed economici, che adesso vi elenchiamo:

  • Tende in acetato o nylon: questa tipologia di tessuto è molto delicata e quindi possiamo metterle in ammollo con un po’ di sapone di Marsiglia, che rimuove lo sporco delicatamente. Dopodiché si può procedere al risciacquo.
  • Per tende di cotone bianche: questo tessuto ci permette di sbiancarle e pulirle senza grossi problemi. In una bacinella con metà acqua, mescolare 2/3 cucchiai di bicarbonato con 1 cucchiaio di aceto 2 cucchiai di sapone di Marsiglia in scaglie. Lasciare in ammollo le tende per 3 ore e procedere con un lavaggio delicato in lavatrice.
    Per le macchie più ostinate, possiamo preparare una pasta di acqua e bicarbonato, applicarla sulla macchia e lasciar agire.

Pulizia di divani e materassi

Materasso

Due volte l’anno, durante i cambi di stagione, è fondamentale disinfettare materassi e copri-materassi.

Per un “lavaggio a secco”, potete cospargere un lato del materasso con del bicarbonato e lasciare agire per 15-20 minuti, poi capovolgerlo e procedere dall’altro lato.

Dopo il tempo di posa, passare l’aspirapolvere per rimuovere i residui. Se ci sono delle macchie, provate con una miscela con mezzo bicchiere di aceto, 1 di succo di limone e acqua tiepida, mettetela in uno spruzzino e applicatela sulla zona interessata.

Potrebbe essere utile pulire con un panno di microfibra i residui, bagnandolo con acqua e qualche goccia di tea tree oil, dall’azione antibatterica e anti-fungina.

Divani

Sappiamo che ci sono tantissime varietà di divani, che si distinguono soprattutto dalla composizione del loro tessuto.

Anche qui vi consigliamo di attenervi alle indicazione del produttore onde evitare danneggiamenti.

Inoltre, provate prima con una piccola zona del divano, magari nascosta. Così avrete modo di capire se quel tipo di pulizia va bene per il vostro divano.

Prima di cominciare, rimuovete briciole e polvere dal divano, aiutandovi con l’aspirapolvere.

Se il divano non è sfoderabile, potete optare per queste due soluzioni:

  • Divano in tessuto: se sono presenti delle macchie, mescolato 1 litro di acqua tiepida, 1 cucchiaio di bicarbonato, mezzo bicchiere di aceto. Aiutandovi con un panno in microfibra, massaggiate il divano con la miscela.
    Dopodiché risciacquare con un panno pulito e lasciare asciugare.
  • Divano in pelle: per eliminare segni di trucco o macchie, un vecchio rimedio della nonna prevede di passare un batuffolo di cotone con del latte scremato o latte detergente.

N.B. Vi consigliamo di assicurarvi della reale composizione del vostro divano prima di prendere iniziativa.

Attenzione

I metodi indicati sono metodi naturali. Assicuratevi di poterli utilizzare sulle superfici di casa vostra, in base alle indicazioni fornite dal produttore.

Se soffrite di allergie o ipersensibilità, evitate di utilizzarli. Indossate sempre i guanti per proteggere le vostre mani.

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.