Come pulire le fughe con quello che hai in casa

1848
come-pulire-fughe-rimedi-naturali

Che si tratti di una pulizia giornaliera o più “profonda”, con il passare del tempo le fughe dei pavimenti e delle piastrelle tendono ad annerirsi.

Le fughe sono gli spazi tra le piastrelle che vengono stuccati con del materiale specifico. Nel corso della giornata, tendono ad ospitare sporco e batteri, scurendosi di conseguenza.

Proprio per questo devono essere periodicamente pulite. E possiamo farlo con prodotti del tutto naturali e di facile reperibilità. Anzi, li troviamo proprio a casa nostra.

Scopriamoli insieme!

N.B. Si raccomanda di assicurarsi della natura del materiale dei pavimenti e delle piastrelle, tenendo sempre conto delle indicazioni del produttore onde evitare spiacevoli inconvenienti.

I rimedi indicati sono utili soprattutto per i materiali in ceramica o più resistenti.

Bicarbonato

Le qualità del bicarbonato non smetteranno mai di sorprenderci! Usatissimo in casa, può essere utile per diversi scopi, dalla pulizia della casa al giardino.

In base alla zona da pulire, munitevi di bicarbonato di sodio e acqua calda quanto basta. Aggiungete un po’ d’acqua fino a creare una pasta da applicare sulle fughe.

Con l’aiuto di uno spazzolino, strofinatele. Noterete che lo sporco inizierà a sciogliersi.

A questo punto, lasciate agire per circa 10 minuti e rimuovete la pasta con un panno asciutto e pulito. Potrete anche procedere con l’abituale lavaggio.

Bicarbonato e aceto

Un altro mix molto efficace è composto da bicarbonato e aceto bianco.

Come ben sappiamo, sia il bicarbonato che l’aceto hanno proprietà antibatteriche e smacchianti, e creano un’azione acido-basica che disinfetta le fughe in modo del tutto naturale.

Anche in questo caso, prendete una ciotola e inserite qualche cucchiaio di bicarbonato. Aggiungete l’aceto bianco poco a poco e non appena si crea la reazione applicatela sulle fughe di pavimenti o piastrelle.

Con lo spazzolino o una spazzola per pavimenti morbida (dipende dalla superficie interessata), massaggiate accuratamente.

Questo procedimento aiuterà a rimuovere lo sporco in modo efficace e le fughe al risciacquo saranno più bianche!

Aceto e acqua

Aceto bianco

In alternativa, potrete anche utilizzare solo l’aceto, sia di vino ma anche di mele!

L’aceto bianco è smacchiante, anti-odore e un anti-calcare naturale. Le sue proprietà antimicotiche lo rendono utile a rimuovere anche la muffa che può crearsi tra le piastrelle!

Potrete creare uno spray naturale, inserendo nel contenitore 120 ml di aceto e 60 ml di acqua. Vaporizzate la soluzione sulle fughe e lasciate agire per 10 minuti.

Dopodiché procedete strofinando e lavaggio successivamente la superficie. Se le macchie sono ostinate, potete provare ad utilizzare l’aceto puro.

Aceto di mele

Se invece volete utilizzare l’aceto di mele per pulire le fughe in modo del tutto naturale, preparate in una ciotola una miscela con acqua tiepida e aceto di mele in parti uguali.

Applicate il liquido sulle fughe con l’ausilio di uno spazzolino. Lasciate in posa per 5 minuti e risciacquate.

Vapore

Per chi possiede l’idropulitrice può essere molto comodo disinfettare le fughe con la potenza pulente del vapore.

Il vapore, ottenuto dalle alte temperature dell’acqua, svolge un’azione battericida e allo stesso tempo scioglie il grasso che può crearsi tra le fughe di pavimenti e piastrelle.

Ovviamente, occorre fare molta attenzione a non scottarsi. Ma anche questo, come metodo naturale, ha moltissimi vantaggi, sia per noi che per l’ambiente.

Percarbonato di sodio

Non spesso si sente parlare del Percarbonato di Sodio, ma è un prodotto sbiancante, ecologico e (soprattutto) non inquinante.

Non a caso, viene utilizzato soprattutto per rimuovere le macchie ostinate dai tessuti e per donare loro un bianco favoloso.

Sapevate che può essere utilizzato anche per le fughe? Unite una parte di percarbonato con 3 parti di acqua. Applicatelo sulle fughe e spazzolate.

Dopo aver atteso una decina di minuti, ripulite con un panno pulito.

Con un po’ di sapone

Se lo desiderate, potete aggiungere al mix di acqua e bicarbonato 1 cucchiaino di sapone liquido bio.

Quest’alternativa vi potrà essere utile se volete eliminare le macchie più difficili e se vorrete ottenere un effetto ancora più sgrassante.

Acqua ossigenata

Infine, non manca chi utilizza l’acqua ossigenata come metodo casalingo per pulire le fughe.

L’acqua ossigenata, infatti, ha potenti proprietà antibatteriche, utili per “stroncare” muffa e batteri.

Potete inserirla in uno spruzzino e lasciarla agire per circa 15/20 minuti, spazzolare per bene e risciacquare!

In tutti i rimedi indicati, non dimenticate mai di aggiungere un bel po’ di pazienza e olio di gomito!

Avvertenze

Come detto poc’anzi, è necessario conoscere il tipo di materiale che andiamo a trattare, onde evitare effetti indesiderati.

Proprio per questo bisogna sempre attenersi alle indicazioni del produttore.

Se il vostro pavimento è molto delicato o composto da materiale particolare, chiedete a chi è di competenza.

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.