Come pulire e lucidare i pensili da cucina in legno!

1306
pulire-mobili-legno

La cucina, si sa, è l’ambiente della casa più frequentato da tutte noi: svolgiamo, infatti, gran parte delle nostre giornate proprio in questa stanza.

È qui che prepariamo da mangiare, pranziamo, ceniamo ed è qui che apriamo continuamente i pensili per prenderci da mangiare.

I pensili della cucina, quindi, sono utilizzati quotidianamente da più mani e, per questo motivo, tendono a sporcarsi facilmente.

Perciò, è davvero importante procedere alla loro pulizia così da averli sempre igienizzati e puliti.

D’altronde nei pensili depositiamo il cibo che poi mangeremo!

Tra i pensili della cucina più gettonati, ci sono sicuramente quelli di legno che conferiscono un tocco delicato e accogliente alla nostra casa.

Oggi, quindi, vi vogliamo dare alcuni consigli per lavare i pensili da cucina in legno e per  renderli puliti più che mai!

N.B Vi consigliamo di consultare sempre le etichette di produzione prima di procedere nella pulizia seguendo i nostri rimedi.

Aceto bianco

Il primo rimedio che vi vogliamo consigliare per pulire i vostri pensili in cucina consiste nell’utilizzare l’aceto di vino bianco.

Aggiungete, quindi, metà bicchiere di aceto in un secchio con circa 500 ml di acqua tiepida.

Agitate con la mano così da mescolare gli ingredienti e immergete all’interno della soluzione un panno morbido.

Passatelo, poi, sulla superficie da pulire e strofinate delicatamente.

Vi consigliamo di seguire le venature naturali del legno così da rimuovere ogni traccia di unto o grasso depositato al loro interno.

Per un effetto più efficace, potete anche aggiungere metà cucchiaino di detersivo per piatti ecologico.

Le proprietà pulenti e sgrassanti dell’aceto renderanno i vostri pensili in legno puliti in men che non si dica!

Bicarbonato di sodio

Un altro rimedio, che può essere molto di aiuto in questi casi, è il bicarbonato di sodio.

Questo ingrediente che sicuramente avrete in dispensa, infatti, è noto per la sua proprietà pulente e sgrassante.

Inoltre, grazie al suo effetto delicatamente abrasivo, riesce a rimuovere il grasso incrostato.

Prendete, quindi, una piccola ciotola e versate al suo interno un po’ di acqua. Aggiungete, poi, il bicarbonato.

Scegliete voi le quantità, ma vi ricordatevi che dovete ottenere un composto liquido.

A questo punto, immergete un panno pulito e morbido nella soluzione e strizzatelo per rimuovere l’acqua in eccesso.

Passatelo sulla superficie del pensile sempre seguendo le venature. Infine, utilizzato un panno pulito per asciugare.

I vostri pensili saranno puliti e lucenti!

Alcol etilico

Per pulire i pensili in legno, inoltre, potete utilizzare anche l’alcol etilico, in grado di pulire e disinfettare le superfici.

Prendete una bacinella e riempitela con acqua tiepida. Aggiungete, poi, 5 cucchiai di alcool e mescolate con le mani la soluzione.

Prendete, poi, un panno, immergetelo nella soluzione e passatelo, poi, sul mobile. Infine, asciugate il tutto con un panno pulito e asciutto.

L’alcool etilico renderà il legno del vostro pensile lucente e igienizzato come non mai!

Sapone di Marsiglia

Per un lavaggio delicato e quotidiano, potete ricorrere al sapone di Marsiglia.

Questo ingrediente, infatti, è noto per essere un detergente molto delicato che può essere utilizzato in maniera efficace soprattutto per la pulizia quotidiana.

Prendete, quindi, un secchio di acqua tiepida e lasciate sciogliere al suo interno alcune scaglie di sapone di Marsiglia.

In alternativa, potete anche aggiungere alcuni misurini di sapone di Marsiglia liquido.

Immergete, poi, nel secchio un panno morbido e passatelo sulle superfici. Infine, risciacquate con acqua tiepida.

Il sapone di Marsiglia non solo eliminerà tutte le tracce di sporco e di grasso, ma renderà anche la vostra casa più profumata!

Cera d’api

Un ultimo rimedio per la pulizia dei pensili da cucina in legno consiste nell’utilizzare la cera d’api!

Questo rimedio è utile soprattutto per ripristinare la lucentezza del vostro legno e renderlo così lucido da sembrare nuovo!

Nel totale rispetto dell’ambiente, sarebbe sempre meglio utilizzare cera d’api biologica, che non contiene sostanze tossiche. Basterebbe qualche goccia da applicare su un panno in microfibra e, con delicatezza, massaggiare la zona da lucidare.

Ma sarebbe opportuno seguire sempre le indicazioni di produzione, per verificare che il legno possa tollerare quella tipologia di cera!

Avvertenze

Vi ricordiamo nuovamente di consultare sempre le etichette di produzione prima di provare i nostri rimedi.

Inoltre, vi ricordiamo di evitare l’utilizzo o utilizzare guanti e mascherina in caso di allergia o ipersensibilità rispetto agli ingredienti consigliati.

Legno sempre lucido!

Il legno è un materiale bellissimo ma anche molto complesso da trattare! Per altri rimedi naturali, ecco i nostri infallibili consigli:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.